Taglio delle indennità, l’Amministrazione Vitto non risponde

Domenico Pellegrini

In un momento così delicato come questo, tutti devono fare la propria parte, politici compresi. I consiglieri comunali di Forza Italia sono in attesa di una risposta da parte dell’Amministrazione Vitto sul taglio delle indennità.

“Abbiamo presentato una interrogazione già da alcune settimane – commenta il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – con la quale abbiamo chiesto al sindaco, agli assessori e al Presidente del Consiglio di tagliare le proprie indennità in favore di misure di sostegno alla collettività, messa a dura prova dall’emergenza causata dalla pandemia del coronavirus. Noi crediamo che non si possano chiedere sacrifici ai cittadini se i politici, gli amministratori, il Presidente del Consiglio comunale, gli assessori e il sindaco non facciano la propria parte, tagliandosi le indennità. Noi siamo in attesa ancora di una risposta”.

L’appello che il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia torna a rivolgere alla Giunta, al Presidente Franco De Donato e al Sindaco Vitto è quello di rinunciare a parte delle proprie indennità percepite dall’incarico pubblico, con l’intento di destinare questi fondi alle misure di sostegno per l’economia e per le fasce deboli della popolazione.

“In un momento in cui a tutti viene chiesto a tutti i polignanesi di stringere i denti e di fare grandi sforzi è giusto che anche la politica dia il buon esempio – dice ancora Pellegrini – molti amministratori locali lo hanno già fatto. E’ un gesto politico, culturale e morale che dimostra sensibilità e attenzione alla propria popolazione. A distanza di settimane dalla nostra interrogazione, l’amministrazione non ha fornito alcuna risposta. Capiamo bene l’imbarazzo, ma almeno una risposta va data. Non a noi, ma ai nostri concittadini, che hanno supportato questa nostra iniziativa. In questo momento il buon esempio vale più di mille parole. Dimezzarsi le indennità percepite dall’incarico pubblico per venire incontro alle esigenze dei cittadini che subiscono l’emergenza è il giusto segno di vicinanza ai cittadini polignanesi che oggi vivono difficoltà estreme. Stesso discorso vale anche per i dirigenti, che possono rinunciare al 20, 30% della loro indennità e dei premi in questo momento di emergenza. – conclude Pellegrini – Noi non intendiamo mollare. In assenza di una risposta torneremo puntualmente a ricordare la nostra iniziativa all’Amministrazione Vitto.