“Fase 2”, le regole in vigore a Polignano

bar covid

La nuova ordinanza valida fino al 17 maggio

Partita la fase 2, chiamata anche la fase di convivenza con il virus. Questo perché anche se i numeri parlano di un calo dei contagi, di un aumento di guariti e di pochissime vittime non si può considerare ancora vinta la guerra contro il covid-19. Dunque una leggere apertura che fa ben sperare per pochi settori, quelli ai quali è permesso aprire. Sulla scorta del decreto del governo il Sindaco Domenico Vitto ha emanato un nuovo decreto per il comune di Polignano a mare.

Si parte dal presupposto che bisogna mantenere le solite direttive che abbiamo imparato a conoscere attraverso il contenimento del virus, come ad esempio il distanziamento personale sia attraverso l’obbligo di permanenza domiciliare e sia con il divieto generale di assembramento.

Per gli esercizi commerciali di vicinato nonché medie e grandi strutture di vendita è consentita l’apertura, con orario dalle 08.00 alle 20.00, a condizione che l’accesso sia garantito esclusivamente su base individuale, con utilizzo di mascherina, a salvaguardia delle esigenze igieniche e di sicurezza per il mantenimento del distanziamento interpersonale durante lo svolgimento dell’attività;

Tutti i pubblici esercizi per somministrazione di alimenti e bevande, compresi bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pizzerie, focaccerie, rosticcerie ed attività similari, con orario dalle 07.00 alle 20.00, possono restare aperti ed effettuare servizio al pubblico per modalità di asporto, a condizione che l’accesso sia garantito esclusivamente su base individuale, con utilizzo di mascherine, a salvaguardia delle esigenze igieniche e di sicurezza per il mantenimento del distanziamento interpersonale durante lo svolgimento dell’attività;

I soli pubblici esercizi per somministrazione di alimenti e bevande, ristoranti, pizzerie, focaccerie, rosticcerie, ed attività similari (esclusi i bar), possono operare mediante asporto dalle ore 20.00 e fino alle ore 21.30; dopo le 21.30 e fino alle ore 23.00 i soli predetti esercenti possono proseguire l’attività a condizione di obbligatoria chiusura al pubblico ed esclusivamente con modalità a domicilio, sempre nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento e sia di trasporto e consegna;

Per gli esercizi commerciali di vicinato nonché medie e grandi strutture di vendita, è sancita l’obbligatoria chiusura nelle giornate di domenica 10 e 17 maggio;

Restano valide ed applicabili le condizioni di esercizio in deroga, per farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccai, nonché caseifici e latterie e laboratori ortofrutticoli e similari;

Resta sospeso lo svolgimento del mercato settimanale di generi vari e consentito esclusivamente l’esercizio di vendita su aree pubbliche di prodotti alimentari (arachidi, olive, dolciumi, ecc…), soltanto nelle giornate di sabato 9 e 16 maggio dalle ore 07.00 alle ore 20.00, nel rispetto delle norme di sicurezza sul distanziamento interpersonale e sull’utilizzo di mascherine e prodotti igienizzanti;

Le attività di toelettatura per animali da affezione possono esercitare esclusivamente dalle ore dalle ore 07.00 alle ore 19.00 e mediante appuntamento con singoli utenti, nel rispetto delle misure di salvaguardia igienica e di sicurezza per il mantenimento del distanziamento interpersonale durante lo svolgimento dell’attività;

E’ consentito l’accesso del pubblico al cimitero comunale, con decorrenza dal 05.05.2020, nel rispetto dell’orario di apertura al pubblico - dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17.00 alle 19.00 - con accesso limitato a singoli utenti e comunque mai a gruppi, utilizzo inderogabile di mascherine; igienizzazione personale e mantenimento del distanziamento interpersonale all’interno; divieto assoluto di assembramenti pubblici all’esterno dell’edificio cimiteriale.