CONSIGLIO COMUNALE: LITIGI ACCUSE GRAVI SOSPETTI

consiglio_30_settembre

SI LITIGA SU TUTTO: TRICOM, BILANCIO, PROGRAMMA DELLE OPERE, RIFIUTI E ANTENNA

Gli interventi dei consiglieri sui diversi temi.

IL CASO REVISORE CONTI E PRESIDENTE

 

Scenari e sceneggiate da circo equestre, quelli che si sono consumati nel corso del consiglio comunale di mercoledì scorso, a Polignano. Non entriamo nel dettaglio dei singoli argomenti, tantissimi e tutti buttati lì e masticati velocemente (lo faremo, come sempre, con approfondimenti, vedi articoli su antenna e Tricom).

Per il resto, un mare magnum di insulti: notevole il battibecco con Vito Giuliani il quale ha attaccato Angelo Focarellifocarelli30settembre armeggiando, questa volta, un faldone di carte annunciato in diverse occasioni e che promette essere scottante e compromettente, sul conto del consigliere dell’opposizione e della passata amministrazione. "Rappresenti il disastro su tutti i piani" - ha urlato Giuliani sventolando delle carte: "Caro Angelo c'è un malloppo di carte che ti riguardano!".

Lo stesso Bovino dichiarerà di provare vergogna per quelle carte, suscitando la reazione indignata di tutta l’opposizione: solo Di Giorgio ha ricordato quanto sia determinante e fondamentale il ruolo delle minoranze e di ricerca delle documentazioni che contraddistingue da sempre l’operato di Focarelli.

“Si vuol far passare un messaggio di illegalità che non ci appartiene” - ha protestato il primo cittadino.

AMBIENTE E DEPURATORE – Il consigliere di maggioranza, Pasquale Pedote ha elevato i toni e i contenuti facendo da apripista per un tema delicato sul quale bisognerà, prima o poi, meditare. “Come mai - si chiede preoccupato - a Polignano, città che ha ricevuto due bandiere blu, ogni volta che soffia il levante arrivano sottocosta ondate di schiuma? Il depuratore del campo sportivo funziona? Leggende metropolitane dicono che il depuratore, in certe ore, è spento”.

saverioteofiloconsiglioALLARME TUMORI - Sarà solo l’inizio del capitolo tumori. Subito dopo, Onofrio Torres, ha infatti illustrato un quadro sanitario piuttosto allarmante: “I casi di tumore in questa città stanno centuplicando. Ogni famiglia fa i conti con questo problema. Negli ultimi due mesi si sono verificati per cinque casi di tumori al cervello, che sono le forme più rare di neoplasie”.

Torres e Salvatore Colella vorrebbero vederci chiaro. Il primo ha chiesto alla maggioranza di fare pressioni alla Asl di Monopoli affinché si possa ottenere un ospedale di comunità gestito dai membri di base, anche a fronte dell’emergenza influenza H1N1. C’è stata un’informale richiesta di convocazione della commissione sanitaria all’indirizzo dell’assessore Raffaele Scagliusi.

I FUMI DEL POLISTIROLO NELLE CAMPAGNE - “Alcuni dicono che abbiamo a pochi km una discarica di rifiuti solidi urbani. Il mare è inquinato? – si è chiesto il consigliere dipietrista Salvatore Colella - il depuratore rilascia le scorie a 1 km e 300 mt oltre la costa, ma quando è levante i liquami tornano a riva…”. Secondo Colella, l’amministrazione dovrebbe quindi impegnarsi per la costruzione del nuovo depuratore. Nelle campagne, inoltre, si elevano già i fumi neri dei contenitori in polistirolo incendiati perché nessuno li rimuove. E c’è il rischio che non lo facciano per diverso tempo: un capitolo di spesa sulla raccolta polistirolo è stato stornato nella variazione approvata in consiglio. In conclusione, “serve uno studio serio del territorio: sottosuolo, mare e costa” – ha sentenziato il consigliere dell’opposizione.

PIP - “Cosa intende fare questa amministrazione della zona PIP. Che intenzioni ha rispetto a un nuovo bando di gara in scadenza?”. Sono stati i dubbi sollevati dal consigliere provinciale Domenico Vitto in merito al piano di insediamento produttivo, ormai fermo.

VARIAZIONE DI BILANCIO - Per Focarelli e Vitto sono stati tagliati fondi dal sociale e dall’ambiente.colellacontivariazione “Minori entrate nel corso dell’anno che erano state previste da un’amministrazione lungimirante”. Così, ha ironizzato Focarelli sul bilancio di finanza “creativa”: “Fu spacciata dall’amministrazione come tentativo di portare Polignano avanti di 20-30 anni. Nonostante ciò, a parte il cavidotto con l’Albania, il resto poteva avere un senso. Ma ora, i neoassessori si vedono ridurre le capacità per 750mila euro”. (Sulla variazione di bilancio e i tagli previsti, a breve intervista a Matteo Colella su Polignanoweb. Vedi anche intervista Luigi Scagliusi).

L’ANTENNA - L’inchiesta antenna alla stazione Agip di San Giovanni pubblicata in esclusiva sul nostro giornale è rassicurante da un lato, poiché si esclude l’ipotesi di inquinamento da campo elettromagnetico. Ma quell’antenna, adesso, rischia la rimozione.

L’opposizione sembra compatta: “E’ stata autorizza in spregio al regolamento!”. Per il sindaco, al contrario, sono solo punti di vista: “dipende da come si interpreta il piano di zonizzazione” – quest’ultimo redatto, ricordiamo, da Pasquale Fantasia, e al quale, l’amministrazione non ha dato un seguito.

focarelli230Focarelli, ancora, cpuntando l’indice contro la maggioranza, ha toccato il nervo scoperto del potere dirigenziale: “Avete lasciato campo libero ai dirigenti, manovrati da altri”. Al penultimo consiglio comunale, manifestò un certo disagio, in merito al potere di autonomia dei dirigenti, anche Lino Pellegrini.

REVISORI CONTI - Dubbi espressi dall'opposizione sul corretto funzionamento del Consiglio dei Revisori Conti in commissione di bilancio e sull'assenza del nuovo presidente Carlo D'Antuono (pare risieda a Napoli). Il revisore dott.sa Accogli chiede scusa al consiglio per alcuni errori di stampa, ma su queste ultime vicende torneremo a parlarne più approfonditamente.

Fuori dal Palazzo, un viavai di persone e cose più sospetto del solito.

____________

VEDI ANCHE TRICOM

VEDI INCHIESTA ANTENNA SAN GIOVANNI

VEDI CONSIGLIO COMUNALE AGOSTO 2009: DIRIGENTI NEL MIRINO