LA NUOVA GIUNTA DI BOVINO

nuova_giunta_bovino_1

PRESENTATA STAMANE LA NUOVA GIUNTA. COMINCIA L'ERA BOVINO 2... E ANCHE I PROBLEMI CON LA MAGGIORANZA DI CENTRO-DESTRA.

Mi alleggerisco da questa situazione”. Ha esordito così, stamane, in conferenza stampa, il sindaco Angelo Bovino, dando il via ufficiale alla nuova squadra di giunta che lo accompagnerà fino al 2012, salvo sorprese. Sarà, ora la maggioranza stessa ad appesantire quell'"insostenibile leggerezza" di Bovino?

“Non sono né polemico, né dispiaciuto. La città aveva bisogno di chiarimenti”. Abbiamo avuto un pò tutti la sensazione che il primo cittadino volesse liberarsi da questa zavorra, il cui peso aveva provocato, nell’ultimo periodo, una crisi politico amministrativa dai risvolti incerti.

La nuova giunta è frutto di “meditazione” - aggiunge - “con questa scelta mostriamo di essere disposti al confronto politico e al contributo oggettivo per mettere in campo idee. Questo vuole essere un segnale forte, di umiltà e coraggio”. E’ un messaggio che strizza l'occhio all’altra parte politica, quello di Bovino, e che giudichiamo intriso di umiltà, che però se da un lato apre alle forze opposte, stigmatizzando ogni contrapposizione forte e netta, sterile, dall’altro genera inevitabili malumori all’interno della maggioranza: a tal proposito, per venerdì prossimo si annuncia un consiglio comunale davvero bollente.

LA VENDETTA - Qualcuno dietro le quinte ha già promesso battaglie; chi si è ferito in questo “gioco” non starà di certo a guardare. Al consiglio comunale di venerdì, bisognerà tenere d'occhio Pasquale Pedote, tanto per fare un nome, segretario di Forza Italia, ora Pdl, consigliere di maggioranza; pare che stia sul piede di guerra e che il sindaco non l'abbia nemmeno convocato. Ancora, il consigliere Ramunni, e altri. Per non parlare del caso UDC che resta aperto, del nuovo partito che si affaccia sulla scena politica locale, presumibilmente IO Sud della Poli Bortone.

Vecchie conoscenze della politica, sorprese, si domandano come mai Bovino, sostenuto da forze politiche di centro-destra, con professionisti candidati e non, esterni o interni, papabili assessori, abbia proprio deciso di pescare dall’altra sponda. Ma Bovino guarda avanti, al futuro: “Penso che questo sia un momento storico. Sarà un periodo oggetto di verifica reale”.  Questa uscita è davvero equivocabile...forse, in cuor suo si aspetta delle ritorsioni dai banchi della maggioranza, in consiglio comunale? Noi ci aspettiamo un ferragosto di fuoco.

LA NUOVA COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA:

beatrice_de_donato_mimmo_laselvaBEATRICE DE DONATO - VICE SINDACO E ASSESSORE. Classe 1960. Vice sindaco con delega alle Politiche Formative e Culturali, Pubblica Istruzione e Affari Generali.

Il sindaco ha detto di lei: “Un grande ritorno sulla scena. Una persona dalla bontà unica. La presenza femminile era una promessa”.

DOMENICO LASELVA – ASSESSORE. Classe 1970. Assessore alle Politiche Giovanili, dello Sport e del Tempo Libero.

Dice il sindaco: “Ama stare tra i giovani. Ha seguito lo sport in maniera particolare. Che possa continuare il suo lavoro”.

 

colella_scagliusiRAFFAELE SCAGLIUSI – ASSESSORE. Classe 1954. Assessore ai Lavori Pubblici, Viabilità e Verde Pubblico, Demanio e Patrimonio, Salute Pubblica e Igiene Urbana.

Dice il sindaco: “E’ mio coetaneo e amico. Persona molto garbata”.

 

FABIO COLELLA – ASSESSORE. Classe 1977. Assessore all’Assetto e Politiche del Territorio, dell’Ambiente e dell’Agricoltura.

Dice il sindaco: “E’ uno dei nostri giovani. Una conferma del suo operato”.

 

 

MATTEO COLELLA – ASSESSORE. Classe 1965. Assessore alle Politiche Economiche e del Lavoro, Attività Produttive e Commercio.montalb_colella

Dice il sindaco: “lavora nel settore economico e commerciale. Persona dalle grandi qualità umane”.

PAOLO MONTALBO’ – Classe 1973. Assessore alle Politiche Sociali, Famiglia e Solidarietà.

Dice il sindaco: “E’ la persona più amata e ben voluta. Una conferma al lavoro finora svolto”.




mimmo_ruggieroMIMMO RUGGIERO – Classe 1959. Assessore alle Politiche del Turismo e dell’Accoglienza, Arredo Urbano.

Dice il sindaco: “E’ una scommessa di vita. E’ un ragazzo, lo chiamo così, perché è una persona dinamica, soprattutto nel modo di proporsi alla società. Ha fatto cose in questo paese che altri non avrebbero avuto il coraggio di fare. Il tempo è galantuomo e saprà ripagarci di qualche dubbio”.

 

 

OUT: Fabio Pellegrini, Antonio Panaro, Luigi Scagliusi, Modesto Scagliusi.

CURIOSITA’ E RIFLESSIONI – La vera novità di questo rimpasto che salta all’occhio è l’evidente rimescolamento delle carte, dei ruoli, prima ancora che l’ingresso dei nuovi assessori, tutti provenienti dalle fila del centro-sinistra.

Sbriciolati i vecchi “pilastri”, come colonne doriche in frantumi (così definì Bovino a inizio mandato, Modesto Scagliusi, Antonio Panaro, Luigi Scagliusi. Dovevano essere le colonne portanti, la chiave di volta che regge tutto), l’assetto amministrativo è totalmente nuovo.

IL SINDACO HA LA DELEGA ALLA P.M. - Il sindaco si è assunto la delega alle risorse umane, nonchè alla Polizia Municipale. “La delega alla polizia municipale rimane impersonale, è un fatto simbolico – ha spiegato in conferenza stampa, rispondendo alle osservazioni di un attento Antonio Maiellaro – Ho conservato anche la delega al contenzioso”. Come mai il sindaco si è assunto questa responsabilità? Perché la polizia municipale? Nell’ultimo periodo lo scandalo matrimonio a villa Pedone e i presunti abusi di potere sono stati sempre al centro di attacchi sferrati dalla stampa, da consiglieri di opposizione e anche da esponenti della maggioranza. Lo stesso vice sindaco Scagliusi ha formalizzato le dimissioni in segno di protesta, riscontrando difficoltà nella giusta distribuzione dei poteri all’interno della macchina amministrativa e nelle dirigenze dei settori comunali. Nella nostra intervista a margine della conferenza, che pubblicheremo a breve, Angelo Bovino ha spiegato le ragioni di questa scelta.

ECCO COM'ERA LA GIUNTA PRIMA DEL RIMPASTO:

OPERE PUBBLICHE ED INFRASTRUTTURE
POLITICHE DEL TURISMO:
Vice Sindaco e Assessore Dott. SCAGLIUSI Modesto

POLITICHE DI SICUREZZA E CONTROLLO DEL TERRITORIO – SALUTE PUBBLICA - VIABILITA’ ED ARREDO URBANO:
Assessore Sig. SCAGLIUSI Raffaele

ATTIVITA’ PRODUTTIVE E POLITICHE GIOVANILI E DEL LAVORO:
Assessore Dott. COLELLA Fabio

POLITICHE ECONOMICHE, COMUNITARIE, ENERGETICHE, DELL’INNOVAZIONE E DELLO SVILUPPO:
Assessore Dott. SCAGLIUSI Luigi

ASSETTO E POLITICHE DEL TERRITORIO E DELL’AMBIENTE:
Assessore l’Ing. PANARO Antonio

POLITICHE FORMATIVE, CULTURALI E DELLO SPORT:
Assessore Rag. PELLEGRINI Fabio

POLITICHE SOCIALI, FAMIGLIA E SOLIDARIETA’:
Assessore Signor MONTALBO’ Paolo