Mercoledì 27 Maggio 2020
   
Text Size

L’oro della terra polignanese nel nuovo libro di Tonino De Filippis

de filippis libro (3)

L’agricoltura è stato sempre il primo motore economico di Polignano a mare, negli anni siamo riusciti a imporci nel mercato Europeo senza rivali. L’agricoltura polignanese è riuscita a selezionare e offrire prodotti di altissima qualità come la patata pasta gialla, il prezzemolo, ma anche l’insalata verde e rossa, l’olio di oliva, senza dimentica la famosa e unica carota di San Vito. Tutte tradizioni e metodologie che si sono tramandate negli anni, da bisnonni, nonni e nipoti, fino ad arrivare ai giorni nostri.

de filippis libro (2)

Questo è tutto quello che è stato descritto nel libro del maestro Tonino de Filippis, “attività produttive commerciali e collaterali” di Polignano a mare. Un viaggio tra le terre dei polignanesi, tra le bellezze dei muretti a secco e i secolari alberi di ulivo, un modo per ritrovare i “detti” popolari che hanno permesso la coltivazione di alcuni prodotti e che nonostante gli anni trascorsi, trovano ancora la propria spiegazione e significato nei giorni nostri.

“Ho voluto includere tutte le categorie che si occupano di agricoltura – il parere del maestro - dai lavorati della terra, fino ai produttori e commercianti. Tutte le attività partendo dal passato fino ai giorni nostri.” Infatti dal libro si possono scoprire tante storie e ritrovare tanti cittadini che hanno segnato il mondo dell’agricoltura, proverbi in vernacolo polignanese, racconti collegati alle famiglie e alle specializzazioni di ognuno di loro.

In una sala consiliare piena di curiosi era presente anche l’On. Giuseppe l’Abbate, “l’agricoltura è cambiata -il commento dell’onorevole – siamo arrivati a curare la terra in un modo avanzato dove le macchine vengono manovrate da un cellulare, ed è il momento di rivedere il lavoro del contadino, per tanto invito i giovani polignanesi a riprendere in mano questo settore per tornare ad essere la prima economia del paese.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI