Martedì 28 Gennaio 2020
   
Text Size

Parte la nuova stagione teatrale 2019/2020

438653496

Un cartellone molto interessante

Una stagione teatrale di tutto rispetto per il paese di Domenico Modugno e Pino Pascali. Un cartellone pieno di eventi e di spettacoli molto interessanti.

È appena partita la campagna abbonamenti per la stagione teatrale 2019-2020 del Comune di Polignano in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Ad aprire il cartellone degli spettacoli, l’appassionante e intrigante storia permeata di eros e di noir de La Camera Azzurra, di Georges Simenon che arriva a teatro per la prima volta con un adattamento teatrale di Letizia Russo, la regia di Serena Sinigaglia e in scena Fabio Troiano, Irene Ferri, Giulia Maulucci e Mattia Fabris. Una vicenda archetipica ove si mescolano sensualità, paura, pettegolezzo, omertà, tradimento e moralismo nello scenario di una provincia francese retriva e giudicante.

Si prosegue il 12 febbraio con a Lunetta Savino in Non farmi perdere tempo - Tragedia comica per donna destinata alle lacrime che si ribella e si diverte. Tina, la protagonista, a un certo punto della sua vita decide di affrontare e concludere molte delle faccende ordinarie e straordinarie, delle aspirazioni e passioni che ha a lungo sopportato, rimandato o atteso. Siano esse familiari o d’amore, di lavoro o di divertimento, vanno affrontate subito: il tempo stringe. Naturalmente non tutto si può fare, ma vale sempre la pena cercarne o perlomeno conquistarsene la possibilità. Grande prova d’attrice, con due registri recitativi apparentemente opposti come quello comico e tragico, che qui però riescono a procedere parallelamente.

A salire sul palco del teatro Vignola il 18 febbraio 2020 ci sarà Emilio Solfrizzi con il suo Roger, spettacolo scritto e diretto da Umberto Marino. L’azione si svolge interamente su un campo da tennis e rappresenta un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un campionissimo di nome Roger. Un monologo completamente affidato alla centralità della parola e alla forza interpretativa Solfrizzi grazie a cui gli spettatori riescono comunque a vedere il campo, l’arbitro, la palla, la racchetta, i colpi.

Il 10 marzo toccherà a Enzo Decaro in Non è vero ma ci credo. La commedia in tre atti scritta da Peppino De Filippo nel 1952 sarà portata in scena da Enzo Decaro con Giuseppe Brunetti, Francesca Ciardiello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo e Fabiana Russo. L’avarissimo imprenditore Gervasio Savastano vive nel perenne incubo di essere vittima della iettatura. Qualunque cosa, anche la più banale, lo manda in crisi. Chi gli sta accanto non sa più come approcciarlo: moglie, figlia, dipendenti. A un certo punto le sue fisime oltrepassano la soglia del ridicolo: licenzia Malvurio perché convinto che porti sfortuna. L’uomo minaccia di portarlo in tribunale per calunnia. Sembra il preambolo di una tragedia, ma siamo in una commedia che fa morir dal ridere.

La stagione si chiude il 27 marzo con la grande comicità di uno dei più grandi performer pugliesi, Renato Ciardo, che si presenta in Solo Solo – canzoni, voci, fatti… a stare per raccontare aneddoti, modi di dire e di essere di noi tutti. Una pugliesità rappresentata come peculiarità capace di renderci unici, paradossali, filosoficamente comici, complicati. Uno degli spettacoli più esilaranti mai prodotti.

INFO
TEATRO VIGNOLA

INFO POINT
080.4252336
(facebook e instagram) Info-Point Polignano

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI