Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

Un cortometraggio per raccontare la sordità

cortometraggio polignano (1)

Proiettato a Polignano “Voler essere felici ad ogni costo”

Viviamo in un mondo fatto per persone che sentono. E se esistesse un mondo fatto solo di persone che non sentono?

E’ questo il tema centrale di “Voler essere felici ad ogni costo”, un cortometraggio di Michele Bertini Malgarini prodotto da The Piranesi Experience con il supporto di Apulia Film Commission, Mibact e il patrocinio dell’Ente Nazionale Sordi i cui membri sono stati coinvolti in prima persona nelle riprese, proiettato al cinema Vignola con il patrocinio del comune di Polignano a mare.

Dopo il successo della serie per Fox ‘Romolo e Giuly’, Michele Bertini Malgarini torna dietro la macchina da presa con una commedia brillante, che racconta la complicata storia d’amore tra due ragazzi lontani e diversi tra loro. La storia prende ispirazione da episodi storici realmente accaduti: la celebre comunità di sordi dell’isola di Martha’s Vineyard, in Massachusetts e il villaggio di sordi Desa Kolok sull’isola di Bali che esiste ancora e che è oggi meta di pellegrinaggio.

cortometraggio polignano (2)

La storia è ambientata in Puglia ai nostri giorni. Paolo, il protagonista interpretato da Alessandro D'Ambrosi, insegue Claudia (Eugenia Costantini), una ragazza conosciuta in chat. Pensa di essere innamorato di lei pur non avendola mai conosciuta, e sbarca così su un’isola strana, speciale, popolata di solo sordi. Lì scoprirà la vera natura della ragazza, ma in un mondo di sordi, come unico abitante in grado di sentire, diventerà lui stesso un emarginato. Completano il cast Totò Onnis, Vincenzo De Michele e Demetra Bellini.

L’idea alla base del cortometraggio è proprio quella di rovesciare il punto di vista dominante e rendere la normalità anormale. Il paradosso di un mondo capovolto, spaesante, in un film che testimoni cosa vuol dire sentirsi isolati oggi per un non udente nella nostra società.

Le difficoltà e le differenze tuttavia non riusciranno ad avere la meglio e l’amore tra i due novelli Romeo e Giulietta, avrà un impensabile lieto fine in questo cortometraggio che sarà distribuito nel 2019.

Il cortometraggio è stato girato con una innovativa tecnologia di ripresa nel nuovo standard 8K e ha sviluppato un racconto filmico estremamente sperimentale, d’autore, cercando di rispondere con i mezzi cinematografici alla domanda “Cosa significa oggi essere sordi? È infatti difficilissimo, per un udente, anche solo immaginare il mondo di una persona che non sente, e l’approccio creativo, attraverso una narrazione potente e sottile, è il modo migliore per accendere il riflettore su un tema così complesso e importante.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI