Venerdì 13 Dicembre 2019
   
Text Size

PROGETTO TRA SCUOLA MEDIA E PETRUZZELLI

petruzzellirestaurato

IL 17 OTTOBRE CONCERTO D'ORGANO ALLA CHIESA MATRICE

De Donato: "Vorrei portare i ragazzi delle scuole medie alle prove degli spettacoli del teatro Petruzzelli"

Bovino sul Petruzzelli: "Vince la Puglia e la cultura. Abbattuti gli steccati" (VIDEO)

 

Siamo tutti felici per questo ritorno. Il teatro Petruzzelli non è solo dei baresi ma di tutti quanti”. Beatrice De Donato, anche lei alla prima inaugurale fa eco alle dichiarazioni rilasciate alla stampa nazionale e locale dal sindaco di Bari Michele Emiliano. La vicesindaco di Polignano torna alla carica e non nasconde di aver già elaborato alcuni progetti da scrivere e proporre al comune di Bari e alla Fondazione Lirico Sinfonica del famoso politeama. “Il teatro è di tutti” -ripete con orgoglio- “un’opportunità anche per la cultura e la formazione musicale dei nostri ragazzi”.

PROGETTO COL PETRUZZELLI - “Ne ho già parlato con il vicepresidente della nostra scuola media, il prof. BenedettoIMG_6059 Pasquale. Siccome la media Sarnelli-De Donato è a indirizzo musicale, vorremmo inserire i ragazzi in un percorso didattico interessante”. La De Donato vorrebbe così organizzare dei pullman per dare la possibilità agli alunni di assistere alle prove generali che solitamente anticipano gli spettacoli, le opere e le piece teatrali.

“E’ gratis - fa notare l’assessora - non costa nulla ai ragazzi e potrebbe essere un’esperienza entusiasmante per loro. Abbiamo la fanfara della scuola con tanti ragazzi e ragazze che suonano uno strumento musicale: già dal 4 novembre prossimo si esibirà a Polignano in occasione della commemorazione dei militari italiani caduti in Afghanistan”.

IL CONCERTO D’ORGANO A POLIGNANO - La vicesindaco, com’è noto, è una cultrice della musica classica e della lirica. Suona il piano, è a stretto contatto con gli alunni della scuola media polignanese che dirige dall’inizio dell’anno scolastico. Conferma che per il 17 ottobre l’organo della Chiesa Madre, recentemente restaurato e riportato agli antichissimi fasti, tornerà  a suonare nell’ambito di una manifestazione concertistica (ore 10.30) organizzata dalla federazione organisti italiani; la stessa che in un percorso itinerante sta rianimando gran parte degli antichi organi presenti nel Sud Italia, dalla Puglia all’Abruzzo, passando per la Basilicata.

BOVINO ALL’INAUGURAZIONE DEL TEATRO - “E’ un giorno di festa…siamo tutti d’accordo col sottosegretario Letta. Vince la Puglia, la cultura, tutti quegli steccati vengono abbattuti, vincono tutte le forze sane e buone che hanno voluto questa cosa”. Così, Angelo Bovino, sindaco di Polignano, all’uscita dal nuovo teatro Petruzzelli ospite della prima in veste istituzionale da consigliere provinciale. “Dopo tante polemiche -osserva- Bari torna a essere capitale della cultura pugliese e meridionale”.

VEDI FOTO INAUGURAZIONE PETRUZZELLI

Commenti  

 
#8 ciccio 2009-10-14 02:27
Gentile demordogiustiziando( mi sembra un controsenso...mah!!!)
capisco e condivido le sue legittime preoccupazioni sul lavoro e sulle "strade sbagliate" ma
Volevo chiederLe e me lo chiedevo anch'io:quanta e quale occupazione può creare un'aministrazione di un paese di 18.000 abitanti, quando nel mondo superpotenze come L'america non riescono a crearne di nuovi, sempre a causa di questa crisi Mondiale??
per tornare al i commenti relativi all'articolo sappia che anche la cultura e lo spettacolo creano posti di lavoro, anche se spesso precari.
Intanto visto che queste cose vengono programmate ( torno al teatro), quanto meno vengano meno i privilegi ai politici a favore della popolazione ( farebbero una gran bella figura con pochi spiccioli)
 
 
#7 antonio-43 2009-10-13 14:29
Amici carissimi, al momento non ci vogliono ne cinema, ne teatro e ne abbonamenti gratis, qui ci vogliono posti di lavoro ai giovani"""meditate gente....La cultura teatrale, cinematografica e quella generale verrà dopo. Facciamo sorridere un pò i nostri figli, loro conoscono solo la cultura della disoccupazione e per tale affrontano le vie sbagliate....(droga e altro)
 
 
#6 visitatore 25 2009-10-12 19:10
Ottima la proposta di ciccio- zero abbonamenti gratis. Era ora! In base a quale norma, regola, etica ecc.i politici non dovrebbero pagare l'ingresso per assistere ad uno spettacolo? Spesso è accaduto che nei primi settori sedeva gente che a teatro (a quello a pagamento ,non c'era mai andata e che di teatro poco gliene importava... se non per l'aspetto mondano dell'evento. E con buona pace di tutti, nessuno si è mai ribellato a questa logica di spartizioni, nessuno.
 
 
#5 ciccio 2009-10-11 18:06
Ragazzi di Polignanoweb....per favore....il titolo sarebbe da correggere: ottobre non settembre( refuso) grazie per il servizio che svolgete...ciccio
 
 
#4 ciccio 2009-10-11 17:48
Fra le istituzioni Culturali pugliesi di maggior rilievo Finalmente a nuova vita. ERA ORA!
E' un peccato che la tengono in vita artisti sottopagati e sfruttati.
Siamo alle solite: all'inaugurazione, invece della gente che paga il biglietto, ci vanno i politici che non tirano fuori un soldo dalle loro tasche.
Pensate, quasi tremila posti a 50€ cadauno, quanto denaro sonante sarebbe entrato nelle casse del Teatro! invece incasso 00000( zero).

PROPOSTA PER POLIGNANO
Lancio una proposta per la stagione teatrale Polignanese: Zero abbonamenti gratis ai i nostri bravi amministratori. Loro comprano i biglietti e con gli abbonamenti solitamente riservati alle istituzioni facciamo una bella lotteria con biglietti da 1 € e al teatro gratis ci mandiamo i cittadini vincitori.
Così otteniamo tre risultati
1) Gli amministratori non fanno la solita figura dei "papponi" privilegiati.
2) Avviciniamo la gente comune al Teatro.
3) con il ricavato della lotteria finanziamo altre attività culturali e di spettacolodal vivo.....
Meditiamo gente, meditiamo.......
 
 
#3 boccadirosa 2009-10-09 20:19
Da barese DOC non posso che complimetarmi per il bellissiomo servizio fotografico.
La serata era speciale, 18 anni sono tanti, avrei voluto essere lì anch'io ma purtroppo la serata era riservata solo ai "VIP". La gente comune non merita la prima serata. Grazie comunque
 
 
#2 Pierre 2009-10-08 13:58
chi controlla l'operato dei professori(raccomandati)nello svolgere il vero insegamento didattico degli alunni...che assieme a loro continuano a scaldare le sedie.
Un idea potrebbe essere, quella di creare anche a scuola un nucleo di valutazione...ma composto non dagli amici dei raccomandati.....:sad::sad::sad:
Invito la Preside..a parlare con gli alunni,,,che innocentemente potrebbero dire delle verità dei loro Prof.
 
 
#1 Frida Kahlo 2009-10-08 01:17
Prima a teatro con Bovino e consorte, per la prima al Petruzzelli, ma a distanza di qualche giorno la Preside De Donato invita i genitori degli alunni a raccogliere firme (contro l'amministrazione di cui fa parte!) per l'ammodernamento dei bagni, dal momento che a lei "soldi non ne danno e preferiscono asfaltare Via Martiri di Dogali".
Alla faccia della crisi economica, alla scuola media Sarnelli- De Donato si faranno "gite" proporzionate al reddito degli alunni: i più abbienti in crociera, i poveri cristi a casa.E per fare numero sono chiamati i nonni e i genitori ad aderire all'iniziativa perchè diversamente non ci sarebbero i numeri per partire, in tempi di crisi.L'anno scorso, ad Alberobello, è stato così organizzato un viaggio a Malta, riempiendo l'aereo di genitori, nonni e nipoti: un'iniziativa più consona a una scuola privata, frequentata da persone facoltose che alla "media dell'obbligo" dove i ragazzi spesso mancano dell'attrezzatura necessaria per poter svolgere le esercitazioni di educazione artistica o di educazione tecnica: ma evidentemente la Preside non ha mai letto Don Milani e se lo ha letto ha deciso di stare con "Pierino" il figlio del dottore...chi penserà ai figli di nessuno? E poi le gite scolastiche non devono avere attinenza con i programmi curriculari? Come si spiega "didatticamente" la crociera nel mediterraneo?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI