Venerdì 18 Ottobre 2019
   
Text Size

Dal 16 al 22 settembre la Settimana europea della Mobilità

manifesto

Anche quest’anno Il Comune di Polignano a Mare aderisce alla Settimana europea della Mobilità che si svolgerà dal 16 al 22 settembre p.v.

Come ben noto, la “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile” è un’iniziativa internazionale ed è diventata un appuntamento fisso e irrinunciabile per tutte le amministrazioni e per tutti i cittadini che si vogliono impegnare sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita delle nostre città.

Il Comune di Polignano a Mare su tale tema si sta impegnando da anni per promuovere azioni a favore di una mobilità più sostenibile e salutare confidando in un progressivo cambiamento di abitudini, finalizzato alla limitazione dell’uso dell’automobile con conseguenti benefici psico-fisici e ricadute molto positive sulla qualità del vivere urbano e sul miglioramento della qualità dell’aria. Alcuni risultati sono già stati raggiunti, infatti il Comune quest’anno ha ricevuto dalla FIAB la bandiera Gialla, riconoscimento che viene assegnato ai Comuni Ciclabili.

Il tema dell’edizione 2019 è la “mobilità attiva”, intesa prevalentemente come mobilità pedonale e ciclistica, per il quale è stato scelto lo slogan "Camminiamo insieme". Quest’anno la campagna della Settimana Europea della Mobilità punta i riflettori sulla sicurezza del camminare e andare in bicicletta in città e sui vantaggi che può avere per la nostra salute e il nostro ambiente. Al riguardo l’Assessorato alla Polizia Locale ha definito due iniziative che avranno luogo nell’arco della settimana indicata a livello europeo.

Venerdì 20 settembre: “Passeggiata alla scoperta delle meraviglie del territorio in compagnia de nostro amico cane” Il raduno è previsto in Largo Gelso alle ore 16.00 da cui il gruppo dei partecipanti, in compagnia dei cani al guinzaglio e dello staff dell’ASD “K1 DOG” si sposteranno in direzione San Vito. Il percorso sarà intervallato da momenti di confronto con l’educatore cinofilo che fornirà preziosi consigli sulla gestione del cane al guinzaglio. Il rientro è previsto in Largo Gelso dove saranno distribuiti gadget ai partecipanti.

Domenica 22 settembre: “Car free day”: è prevista la chiusura al traffico di alcune porzioni stradali urbane per la valorizzazione e riappropriazione delle relative aree alla mobilità ciclo-pedonale in coerenza con le finalità della European Mobility Week. In particolare sarà effettuata la chiusura al traffico veicolare dalle 10,00 alle 22,00 del Ponte lama Monachile, della viabilità circostante Piazza Aldo Moro, Largo Gelso, di largo Grotta Ardito e della viabilità circostante Piazza Suor Maria Laselva;

“Dal momento che il tema scelto a livello europeo per l’anno 2019 riguarda anche la mobilità pedonale, oltre quella ciclistica, e tenuto conto del fatto che nelle precedenti edizioni abbiamo organizzato ciclopasseggiate, quest’anno abbiamo preferito dare spazio ad una passeggiata collettiva in compagnia dei nostri amici a quattro zampe per condividere insieme momenti di benessere psico-fisico e riflettere su quelli che sono i comportamenti idonei da adottare quando si passeggia con il proprio cane. - riferisce l’Assessore alla Polizia Locale Chiara Pepe – Talvolta ci è capitato di assistere ed intervenire per comportamenti inopportuni adottati da chi porta un cane al guinzaglio, per questo, per una buona convivenza con gli amici a quattro zampe, pensiamo che l’attività di sensibilizzazione e di divulgazione di buone pratiche sia fondamentale per migliorare la qualità della vita dei nostri animali e la vivibilità del paese”.

A tali iniziative corredate da momenti di discussione e riflessione si invita la cittadinanza auspicando che anche tutte le associazioni presenti sul territorio –alcune della quali hanno già aderito – e tutte le istituzioni scolastiche partecipino attivamente all’evento arricchendolo di ulteriori attività coerenti con le finalità esposte.

manifesto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI