Mercoledì 27 Gennaio 2021
   
Text Size

Titolo II, un aiuto concreto alle imprese

confartigianato polignano (2)

Una misura indispensabile per uscire dalla crisi economica

“Forse siamo fuori dalla crisi economica”. Ha esordito cosi il presidente della Confartigianato Puglia Francesco Sgherza durante l’incontro organizzato dalla Confartigianato di Polignano a Mare. Un incontro per spiegare nel dettaglio le nuove opportunità di sviluppo agevolato per i settori del turismo, artigianato e commercio. Nel corso del quale si è parlato di aiuti alle imprese, un’opportunità di accesso al credito agevolato per le piccole e medie imprese, ma anche per i professionisti. Novità introdotta quest’anno.

confartigianato polignano (1)

“E’ una misura che sta funzionando tantissimo – commenta Pasquale Intini Pres. Confartigianato Polignano - sta dando un aiuto concreto alle imprese e sta facendo ripartire il settore edile che ha vissuto una crisi lunga ormai dieci anni. Ma sta producendo degli effetti trasversali su tutta la popolazione, grazie anche allo sviluppo di rigenerazione urbana, riqualificando immobili e centri storici – conclude il presidente - ma anche sta dando vita ai territori rurali che con il ripristino di masserie e trulli stanno facendo riscoprire un territorio che con la crisi delle imprese agricole si stava abbandonando.”

Un servizio indispensabile che sta aiutando molto il territorio ad uscire dalla crisi economica e sta dando la possibilità a molti giovani di investire su stessi e sulle proprie idee, grazie al supporto di Puglia sviluppo con la collaborazione della regione Puglia.

“E’ uno strumento che la Regione Puglia ha messo in piedi per la programmazione 2007/2013 e riproposto per la programmazione 2014/2020, è uno strumento che ha aiutato molto le imprese per accedere al credito e i dati parlano chiaro – commenta Paolo Ferraiolo responsabile Puglia Sviluppo.

Abbiamo avuto nella prima programmazione circa 4000a domande, mentre per la seconda siamo arrivati a circa 6000 domande. Quindi è uno strumento apprezzato dal territorio e dalle imprese, finanzia tante tipologie d’imprese dall’artigiano, ala manifatturiero, all’industria e turismo. Si prevede il coinvolgimento delle banche – conclude Ferraiolo - che finalmente con questo strumento concede una possibilità alle imprese di investire finanziandole, e la Regione Puglia interviene con un ulteriore contributo, consentendo alle imprese di non pagare interessi e di usufruire del 20% a fondo perduto. Parliamo di 300 milioni di euro di contributi, quindi sul territorio si sente l’impatto di questo intervento sulle piccole e medie imprese”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI