Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

Bruno e Salam fanno tappa a Polignano durante il cammino verso Ta terra Santa

bruno3

“Non c’è nulla di più bello della libertà e della pace”

Vi raccontiamo la storia di Bruno e Salam. Un uomo e un asino partiti dalla Spagna a piedi per arrivare in terra Santa Gerusalemme.

bruno4

Il viaggio è partito due anni fa con un unico obiettivo, diffondere il messaggio di pace. Ma in questo viaggio niente è lasciato al caso persino il nome della sua compagna di viaggio, Salam ha un significato, il nome dell’asinella vuol dire appunto “PACE”.

Bruno ha deciso di portare con sé l’essenziale, una cartina geografica, un cappello, un rosario tutto all’interno del suo zaino, e ovviamente non poteva mancare la bandiera della pace, adagiata sul corpo dell’animale o in alternativa una collana colorata che circonda il collo di Salam. Non c’è una data precisa di arrivo, né una programmazione nelle fermate, In ogni tappa, in ogni città trovano ospitalità e cibo. In cambio offrono pace e speranza. i due temerari si fanno guidare dai consigli delle persone che incontrano sul loro cammino, ed è proprio quello che dichiara nel suo video che ha postato sulla sua pagina face book.

A Polignano è arrivato per caso, consigliato da cittadini che ha incontrato ad Andria, ed è proprio in paese che l’asina è stata colpita da un colpo di vento ad un occhio che non gli impediva un regolare cammino.

Immediatamente soccorso dalle signore del centro storico con metodi antichi ma efficaci. Per due giorni gli è stato somministrato all’occhio destro un impacco di acqua calda e camomilla, ed è così che Salam è guarita, e hanno potuto riprendere il lungo viaggio.

Una persona felice della vita e di ciò che essa riserva ogni giorno: “Voglio donare un messaggio ai giovani dicendo che non c’è nulla di più bello della libertà e della pace”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI