Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

"L’arte è per tutti"

Polignano a Mare (BA)

Alla Fondazione Pino Pascali un progetto di inclusione sociale

È partita il 6 dicembre l’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Polignano a Mare, dal titolo “L’arte è per tutti – percorsi di visita guidata al museo”.

L’arte contemporanea e, in particolar modo le opere di Pino Pascali, ha una componente ludica molto accentuata ed una capacità di conquistare attraverso il colore e la tattilità, fattori che contraddistinguono molte delle ricerche degli artisti del presente e tanti dei lavori che fanno parte della collezione permanente della Fondazione.

Pino Pascali

Il progetto è a cura di Susanna Torres. Con questo progetto la Fondazione Pino Pascali intende sottolineare il proprio impegno in iniziative che hanno una forte connotazione sociale e la propria sensibilità alle tematiche legate alla disabilità e all’inclusione sociale. Proprio per questo la Fondazione ha, all’interno dei lavori di ristrutturazione che hanno interessato la sede nel 2015, lavorato per raggiungere i massimi standard di accessibilità per le persone con disabilità motorie.

Gli spazi, infatti, soddisfano pienamente le necessità di persone con disabilità motorie per quanto attiene l’accessibilità – la possibilità di raggiungere l’edificio e le sue singole unità ambientali, di entrarvi agevolmente e in condizioni adeguate di sicurezza e autonomia – e la visitabilità – la possibilità di accedere a spazi di relazione e a servizi igienici – delle sale espositive, che ospitano le opere di Pino Pascali, la collezione permanente e le mostre temporanee organizzate dalla Fondazione.

Il museo, che si sviluppa su tre piani di cui uno interrato, è dotato di ascensore e di una rampa esterna che dà collegamento diretto al roof garden, di ampi accessi e di spazi di movimento privi di barriere architettoniche, e di bagni dedicati alle specifiche esigenze correlate a condizioni di mobilità limitata.

Claudia Scattolini, fragrance designer, ha creato un profumo ispirato a Pino Pascali. Nello specifico è partita dalla fotografia Due bambini, esposta nell’ambito della mostra Pino Pascali. Fotografie. La fragranza, dalle note naturali di erba di prato, tarassaco e trifoglio, abbracciate dal sentore della terra secca, rappresenta la sensazione che avrebbe il visitatore immaginandosi all’interno della foto. La designer ha poi diffuso la fragranza attraverso un libretto di ceramica imbevuta di profumo installata a fianco della foto stessa: avvicinandosi con il naso al libretto, il visitatore può sentirsi immerso nella foto. Questo darà la possibilità anche alle persone ipovedenti di poter immaginare e apprezzare quanto descritto dalla guida e coinvolgere in generale i visitatori con la stimolazione di un ulteriore senso, l’olfatto.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI