Giovedì 22 Agosto 2019
   
Text Size

PREMIO ALLA CULTURA 2009

festa_libert_manifesto

Domenica 16 agosto, in piazza Aldo Moro, a partire dalle ore 20.00, nell’ambito della Festa della Libertà e della Cultura, l’amministrazione comunale consegnerà i premi per la cultura 2009, assegnati a personalità che, nel corso della loro vita, si sono distinte sul territorio per la sensibilità e l’impegno profuso al servizio della cultura.

Nel corso dell’evento, organizzato dal Popolo della Libertà e da Vito Giuliani, capogruppo consiliare Circolo della Libertà, interverranno il prof. Vincenzo Centorame, presidente della Fondazione e del Museo Michetti di Francavilla al mare e il presidente della Provincia di Bari, prof. Francesco Schittulli.

A seguire, fino alle ore 24, musica con il gruppo dei “Menestrelli”. La festa chiuderà con un’estrazione a premi.

Elenco degli assegnatari Premio alla Cultura 2009:

FILIPPO FRANCO FAVALE

COSIMO TURI

VITO DOMENICO LATTARULO

VITO DE DONATO

TONINO DE FILIPPIS

NINA CENTRONE

DON VITO BENEDETTI

TOMMASO DE RUSSIS

ROSALBA BRANA’

ENZO LEOCI

SILVIA GODELLI

FRANCESCO SCHITTULLI

VINCENZO CENTORAME

CARLO MATARRESE


Commenti  

 
#14 Un terrorista culturale. 2009-08-18 21:03
:-);-):D;-):sad::sad::o8):P:-*:cry:quante parole).
Peccato che a Polignano vivono i Polignanesi, quelli raccontati dallo storico di popoli, Romanelli, al quale abbiamo dedicato anche una via. Vivono anche quelli di Polignano, orgogliosi di essere nati a Polignano ed amano Polignano. Anche i polignanesi sono nati a Polignano e sono quelli che non sanno niente di cultura, sono quelli che hanno svenduto Polignano, sono quelli che hanno distrutto l'agricoltura, la pesca, sono quelli dell'edilizia non programmata (oggi a me domani a te)alla faccia di..., sono quelli che dicono "picch, maledette e subite (pochi maledetti e subito), son quelli che si riferiscono ad una economia che alla fine si riduce a zero. Nei paesi limitrofi succede al contrario ed il loro motto è: pochi benedetti ed a lungo termini. ono popoli che guardano avanti. I polignanesi si portano ancora dentro quel virus raccontato dal Romanelli, ancora oggi, purtroppo... ed è così anche per l'aRTE che rimane con a minuscola. Alla prossima, polignanesi. Uno di Polignano a Mare.
 
 
#13 sgomento 2009-08-18 13:51
Una curiosità. Ma che c'entra quello che ha scritto Giuseppe Giuliani? Qualcuno può spiegarmelo? Penso che il dubbio sia venuto a più di qualcuno...
Giuseppe, qui si sta semplicemente dicendo che un Premio della Cultura dovrebbe essere assegnato da "gente di cultura" a "gente di cultura". E' solo una questione di logica. E' come se una casalinga assegnasse il premio per l'innovazione tecnologica...come dire...è poco credibile. Senza nulla togliere alle casalinghe, chiaramente. Che magari sapranno preparare una pasta al forno che Nicholas Negroponte si sognerebbe....;-)
P.S.
Per inciso, Giuseppe, a proposito di cultura...si dice "dall'altra parte" e non "da l'altra parte". Gli abitanti dell'Afganistan si chiamano "AFGANI" e non "afganistani". E poi, il dittatore rumeno era Ceausescu e non "Ciaucesco". Si parlava di cultura, appunto...
 
 
#12 Giuseppe Giuliani 2009-08-17 21:24
Parlare così come fà "e va bene così" fà veramente capire quanta cultura c'è da l'altra parte! Prova a chiedere ad un afganistano, ad un iracheno o semplicemente ad una persona che ha vissuto il fascismo o molto peggio il comunismo di Ciaucesco e poi dopo esserti documentato parliamo di libertà! Mettiamo in funzione prima il cervello e poi la lingua ed impariamo ad assumerci le proprie responsabilità perchè chi non si identifica non è credibile!
 
 
#11 francpape 2009-08-17 21:05
Azz.. L'assoldato si muove su tutti i fronti....
 
 
#10 passione 2009-08-17 15:45
ieri sera, ero fuori Polignano.....come e' andata la Festa della Libertà.
e' stato un successone?????
 
 
#9 e va bene cosi 2009-08-16 19:25
ma RAF....ma e' momento di organizzare una festa della libertà, e della cultura ???
Secondo me,no..caro Raff.
Ultimamente in Polignano non c'e' ne l'una e nell'altra, quindi dacci il un modo anche se anonimo di manifestare il nostro pensiero.
Mi auguro, che simili posto vengano letti.......da tutti quanti:cry::cry:
 
 
#8 Raf 2009-08-15 15:38
E' squalificante per chi scrive - sicuramente persone frustrate e invidiose - esprimere giudizi offensivi su persone che prestano il loro prezioso tempo alla politica e ad amministrare la città. Se dare la possibilità di commentare gli eventi locali deve diventare spazio per l'ingiuria gratuita e anonima, meglio evitare di dar spazio e cittadinanza a tali soggetti, che squalificano il dibattito serio e rispettoso prime che delle posizioni altrui, delle persone in quanto tali.
Buon Ferragosto a tutti, Raf
 
 
#7 e va bene cosi 2009-08-15 00:03
e' sempre una liberta' di cultura...8)e merita una festa:D
 
 
#6 frapappina 2009-08-14 22:58
Caro A.S. il problema non e' la cultura dell'individuo,anche mio nonno con i suoi 90anni e con prima elementare puo' insegnarci parecchio,ma il pulpito della derivanza di questo premio...IL PDL.
Questo vs partito ricco di tantissima gente acculturata,e' in lista in europa per la gente inquisita e che doveva stare in questo momento in prigione,senza parlare dei vs cugini leghisti con cui andate a braccetto ,ops dimenticavo le ronde squadriste- fasciste,quelli che i libri li bruciavono in piazza,ed ancora oggi la cultura,quella vera viene soffocata dai vs miseri, loschi e meschini giochi di potere e raccomandazione,dimenticando il vero e' sacro valore meritocratico della cultura.
 
 
#5 sgomento 2009-08-14 21:01
Ma dai, ragazzi! Non siate cattivi! Voglio dire, Vito Giuliani all'organizzazione del premio alla cultura è una garanzia. Tra l'altro sta già organizzando due conferenze sul tema della serenità sociale. Si chiameranno "La calma è la virtù dei MORTI" e "Cane che abbaia...abbaia", dove parlerà, probabilmente insieme a Sgarbi e alla Mussolini, dell'importanza del dialogo pacato, senza urla e gesti ad effetto, senza offese e parole volgari. Io vado a seguirli.
 
 
#4 nicolateofilo 2009-08-14 20:50
Cari, perdonate l'intrusione. Mi rivolgo in particolare a vieniaballareinpuglia. Qual è il tuo criterio per misurare la cultura di una persona o di chicchessia?
Come puoi generalizzare in questo modo, o permetterti di esprimere giudizi su cultura, per altro un concetto così ampio da meritare un'analisi approfondita e non banalizzazioni di questo genere.

Penso anch'io, come Sardano, che il tuo commento sia solo un pretesto. Spero si chiuda qui la polemica, altrimenti apriamo un dibattito serio, e non cavolate di questa portata.
Buone vacanze a tutti,
nicola teofilo
 
 
#3 Utente77 2009-08-14 20:34
"Ab usque pulpitum pervenit predica"
La tua vocazione alla polemica ad oltranza non ha paragoni.
Con quale diritto e presunzione ti attribuisci la facoltà di esprimere giudizi sulla cultura degli esponenti del PDL in maniera così qualunquistica ed offensiva.
Le tue sentenze, prevenute e basate sul pregiudizio, espresse a prescindere da qualsiasi argomento o iniziativa mossa da questa amministrazione, sono vani e tediosi tentativi di screditare e denigrare quest'ultima.
Il tuo intervento è quantomai oltraggioso verso quelle persone che si riconoscono nel PDL e che hanno senz'altro la cultura, ma sopratutto la dignità per firmare i proprio interventi.
Se vuoi muovere critiche, fallo pure, ma avendo la compiacenza di rivolgerti a soggetti ben definiti e argomentando in maniera seria e documentabile le tue rimostranze, in maniera obbiettiva.
E sopratutto se ritieni di dover disquisire con me, abbi la maturità di presentarti.
Un consiglio però voglio dartelo, se sei in ferie goditi le vacanze, non dannarti l'anima nel vano tentativo di screditare questa gente. Se invece non sei in vacanza, allora ascolta me, mettiti a lavorare...
Buon ferragosto, uomo di profonda cultura!
Antonio Sardano
 
 
#2 freemind 2009-08-14 17:15
effettivamente associare la parola cultura a questa amministrazione è da barzelletta, un ossimoro che almeno desta compassione.
E il premio moralita' , onestà , quando? ;-)
 
 
#1 vieniaballareinpuglia 2009-08-14 17:06
E' semplicemente degno di una grassa risata che il PdL organizzi il premio annuale alla cultura quando l'amministrazione da esso espressa propone una stagione turistica imperniata quasi esclusivamente su appuntamenti che rasentano il confessionale (degni dell'Iran), e comunque altamente raffazzonata ... segno che culturalmente non ha alcuna idea nè sa avviare un processo culturale. Ciò peraltro è confermato dalla personalità culturalmente inesistente, scientificamente deceduta, del nuovo (forse lo hanno nominato apposta) assessore alla cultura di Polignano.
Non parliamone a livello nazionale, il taglio dei fondi deciso da Tremonti sta portando la scuola e le discipline artistiche agli ultimi livelli nelle graduatorie mon-dia-li. Tutti i paesi dell'europa dell'est ci sopravanzano in questa graduatoria? qual'è il contenuto di questo premio cultura?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI