Venerdì 18 Settembre 2020
   
Text Size

BIBLIOTECA: DONATI PIU' DI CENTO LIBRI

libro-possibile-2011

PIU’ DI CENTO LIBRI AUTOGRAFATI ARRICCHISCONO LA BIBLIOTECA DI POLIGNANO

Stasera gli organizzatori del festival «Il libro possibile» hanno rinnovato la donazione alla città che li ospita

 

Prima simbolo di patrimonio e risorsa pubblica, ora patrimonio stabile e prezioso ad arricchire una biblioteca comunale. Come ogni anno, gli organizzatori del festival letterario più importante del Mezzogiorno, «Il libro possibile», doneranno alla città di Polignano a Mare - che da anni ospita i nomi più importanti del giornalismo, della lettratura, della poesia e della cultura in generale - tutti i testi ‘protagonisti’ dell’edizione 2011.

Più di cento libri, tutti autografati, entreranno a far parte del patrimonio materiale della biblioteca comunale arricchendo di anno in anno gli scaffali di opere leggere, importanti, storiche, di narrativa, romanzi, e di tutti i generi.

Il rito della consegna, avvenuto oggi venerdì 23 settembre alle 19.30 nella biblioteca di via Mulini 9 alla presenza del sindaco Angelo Bovino - capita alla vigilia della «Festa nazionale dei lettori» che partirà il 24 settembre in 130 città italiane (sostenute da una rete di 120 Presìdi del Libro) per festeggiare il piacere di sfogliare un testo: per gli organizzatori del festival questo sarà anche un momento di riflessione e bilancio di una intera edizione che ha portato in Puglia nomi e personaggi della scena pubblica ai più alti livelli di ogni settore dello spettacolo, della politica, del giornalismo e della letteratura e della attualità. Valérie Tasso (in anteprima nazionale con suo romanzo) Gianrico Carofiglio, Federico Rampini, Nicola Gratteri, Michele Ainis, Serena Dandini, Vittorio Sgarbi, Edo Rochi, Pietro Grasso, Innocenzo Cipolletta, Umberto Ambrosoli, Francesca Comencini, Ennio Fantastichini, Armando Spataro, Martina Colombari: alcuni dei nomi che hanno reso indimenticabile e sempre più importante l’appuntamento con il pubblico numeroso e attento  ammaliato dai momenti di leggerezza e di profondità regalati ogni anno per quattro giorni.

Il gesto degli organizzatori del «Il libro possibile» (Gianluca Loliva, Rosella Santoro, Gabriella Genisi e Giuseppe Pascale), è un modo per offrire un momento di relax, ricerca, studio, confronto; una maniera per accrescere la curiosità e la voglia d’imparare la storia dei nostri tempi anche attraverso gli occhi degli altri.

Commenti  

 
#7 dubbi du du du 2011-10-07 11:10
mi spiegate il doppio ruolo di Loliva?
organizza il festival del libro possibile ed è in commissione urbanistica.
suona un pò strano!
 
 
#6 Luigi Labbate 2011-10-03 11:03
.. quanto risalto a questa donazione... ... ho saputo di una persona di Polignano, che ha donato molti volumi di letteratura meridionale alla biblioteca di Polignano... ed e' un polignanese... che dimostra il suo altruismo e il suo amore per Polignano e la cultura, con il silenzio. Io l'ho saputo da un mio amico dell'associazione u Castaril... Come la chiamate questa voi? per me e' un ingiustizia... indagate trovatelo e vedrete che esiste questa persona...
 
 
#5 Il Giustiziere...... 2011-09-28 18:20
...x polignanese...approvo con piacere il commento dell'amico polignanese. La manifestazione del libro possibile è organizzata da gente forestiera che amano il nostro paese. Io personalmente mi complimento solo con gli organizzatori: Loliva,Santoro, Genisi e Pascale, nonchè con le Forze dell'Ordine locale (Centrone e Tatoli) i quali, con il loro sacrificio e attaccamento al dovere danno lustro alla nostra città e onore all'intera cittadinanza polignanese e non. Inoltre, ammiro anche l'iniziativa di Donati per la donazione dei cento libri. Grazie a costoro sono state le più belle serate del "l'estate polignanese" e della cultura in generale....I nostri politici andassero all'asilo ad imparare come si organizzano gli eventi di un certo talento...e
 
 
#4 U POVERE CRIST 2011-09-28 10:20
:eek: Ed io che conosco una persona che vorrebbe donare alcuni libri, dicono che ci vuole la lettera al comune, questa è la burocrazia, quando queste cose le possono fare le persone che ci lavorano in bibblioteca.
:lol:
 
 
#3 U POVERE CRIST 2011-09-28 09:23
A ki elogia chi ha donato i libri alla bibblioteca, e' un bel gesto, io conosco un amico che voleva donare i libri alla bibblioteca gli hanno detto che si fa la domanda al comune.
Come mai? Se una persona vuol donare dei libri deve fare domanda al comune, semmai saranno gli addetti che ci lavorano a comunicare al comune che il sig. tizio a donato tot libri. Sempre con la burocrazia,
liberiamoci di questi passaggi inutili. E VIVA POLIGNANO DOLCE AMORE MIO.....
 
 
#2 polignanese 2011-09-28 08:11
Con grande rammarico leggo SOLO il mio commento. Ma per le cose positive non scrive nessuno ? E' giusto fare polemiche su cio' che non va ma e' anche giusto elogiare quel POCO di positivo che c'e' stato !!!!!!!!!!! Che ne pensate ???????
 
 
#1 polignanese 2011-09-26 16:16
il libro possibile unica bella manifestazione estate polignanese....organizzata da gente di fuori polignano !!!!!!!!!!!!!!!
Molto bella donazione libri. Grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI