Sabato 11 Luglio 2020
   
Text Size

SFILA IL CORTEO E POLIGNANO RESPIRA OSSIGENO: FOTO

corteo-scuola-media-de-donato-sarnelli-polignano

 

FOTOGALLERY DEL CORTEO: DALLA SARNELLI - DE DONATO ALLA TENSOSTRUTTURA

 

Nell'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze pasquali, si è svolta la grande manifestazione “Lo sport unisce e rafforza l’identità nazionale”.

Tutte le classi della scuola media Sarnelli-De Donato, accompagnate dai docenti e dalla dirigente Beatrice De Donato, hanno sfilato in corteo, a piedi, dall’edificio scolastico, fino alla tensostruttura polivalente Pala Gino D’Aprile: un tragitto lungo 2 Km.

Il corteo, organizzato dai prof. Maglionico e Sardano ha visto sfilare centinaia di alunni: un serpentone colorato di magliette, coccarde tricolore, bandiere d’Italia in onore dell’Unità, nacchere rosso-bianco-verdi, cappelli, sciarpe. Nelle foto anche la babysindaco Fabiana Pellegrini.

Il corteo, scortato dai vigili, era capitanato dal gruppo bandistico con majorettes diretto dal prf. Pascali, e da una splendida Fiat Panorama 900 con casse a bordo e tettuccio fasciato dal tricolore.

LA SORPRESA DI PASQUA E GLI AUGURI DELLA VICESINDACO –  A fronte del clima incandescente che ha scaldato nell’ultimo periodo il consiglio comunale, la vicesindaco e preside della scuola media, Beatrice De Donato, che ha preso le distanze dal manifesto della maggioranza, lancia dalle nostre colonne un messaggio di pace e un augurio alle famiglie polignanesi per le festività pasquali.

“L’etimologia della parola ‘perdono’ ci dice che questa parola straordinaria è formata dal prefisso ‘per’ e dal termine ‘dono’. In matematica, il simbolo ‘per’ moltiplica, amplifica, aumenta. Quindi, il ‘per-dono’ è il dono più grande che si possa offrire. A mio avviso, il perdono più grande è quello da concedere a noi stessi, perdonandoci tanti limiti, tanti errori del passato, per poter vivere un presente e un futuro ricchi di speranza”.

Dopo il ‘je me pardonne’ come dono per sé stessi, la De Donato lancia un messaggio di distensione e di pace per le istituzioni locali e consiglio comunale: “Conservare la pace per coloro che sono già in pace e sperimentare la potenza del perdono reciproco, lì dove si sono registrati feriti.”

Commenti  

 
#3 rudolph 2011-05-10 09:42
E' curioso festeggiare l'unità da soli. La preside aveva annunciato in un incontro pubblico un grande evento con le scuole di Polignano unite in un'unica manifestazione. Dopo pochi giorni tutto è cambiato! Sarebbe interessante conoscere i perchè di certe scelte!
I ragazzi colgono le contraddizioni dei nostri comportamenti. Forse è stato aggiunto un punto all'immagine politica, ma di sicuro ne è stato tolto uno al ruolo (più importante) di educatori e formatori.
 
 
#2 UFO 2011-05-04 11:50
ASPETTA IL PROSSIMO CORTEO... CHE PRETESE !!! PAZIENZA !!!!
 
 
#1 sabrina petruzzelli 2011-05-03 19:07
belle le foto xò volevo vedere anke la foto della 1a visto che faccio parte di quella classe e per quanto ho visto nn ci sono
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI