Martedì 14 Luglio 2020
   
Text Size

WARHOL, IL MITO IN FIERA GRAZIE A UN POLIGNANESE

francesco-bovino-mario-rosini

Il cavallo di battaglia della 74esima Fiera del Levante a Bari parla polignanese. Venti serigrafie tra riproduzioni e pezzi unici del Maestro della Pop Art, Andy Warhol saranno in mostra dall’11 al 19 settembre nello stand della Provincia di Bari grazie al tenore polignanese Francesco Bovino. Il 90% delle opere che ieri mattina sono arrivate in Fiera, sono di proprietà di un caro amico dell’artista polignanese, da molti anni tenore al Teatro dell'Opera di Roma.

La mostra «Andy Warhol il mito pop in Fiera» in questi giorni è al centro dell'attenzione mediatica. Per allestire lo stand dedicato arriveranno dalla capitale serigrafie di Liz Taylor e Mick Jagger, Muhamad Ali e i fratelli Marx. La leggendaria serie della Campbell’s Soup su manifesti, abiti e borse. Ci sarà anche Lenin il Rosso, opera eretica e feticcio nell’immaginario collettivo e del concetto di riproducibilità seriale dell'arte .

“Sono andato da Nuccio Altieri, presidente della Provincia per parlargli di alcune cose, dei mie concerti - racconta ai nostri microfoni il tenore Francesco Bovino - e ho visto un catalogo di una mostra di Andy Warhol.”

Una visione. Fiuto e intuito. Doti necessarie per chi organizza mostre ed eventi culturali di richiamo popolare. Francesco Bovino si è calato nei panni di direttore artistico e curatore di mostre. A quel punto ha lanciato l’idea e messo in moto la macchina organizzativa, facendo da trait d’union tra istituzione e proprietà delle opere in mostra.francesco-bovino-nava-polignano

Il proprietario delle opere si chiama Jesus. Vive a Roma da tanti anni e ha la cittadinanza italiana. Con lui - rivela Bovino - sono amico fraterno da oltre ventitre anni. E’ un mio ex collega, in pensione da tre mesi fa. Una persona eccezionale.”

Francesco Bovino aveva proposto la mostra a Monopoli già dall’anno scorso. Lanciò l’idea a Elio Arciuolo, assessore alla cultura. “Con Elio è stata un’improvvisata. Lui cercò degli sponsor perché Monopoli, una mostra così che vale tanto, non se la poteva permettere.”

LA MOSTRA COSTERA' SOLO 20 MILA EURO - Grazie al lavoro di intermediazione e di tessitura nel campo delle relazioni, Francesco Bovino ha convinto il vicepresidente Altieri c’entrando in pieno l’obiettivo: portare le opere in fiera a un costo irrisorio di 20mila euro. “E’ quasi un regalo - fa notare il tenore - Io risulterò il curatore della mostra, anche se di fatto questo è vero parzialmente. Ho saputo tessere i rapporti, fare da sponda. Ho fatto un lavoro di regia. Ho trovato i pezzi, ho proposto la mostra alla provincia, ho speso le mie amicizie. Insieme siamo riusciti ad arrivare laddove altri non sono arrivati.”

NEL 2000 PORTO' LA TAUROMACHIA A POLIGNANO - Francesco Bovino ha già indossato i panni di curatore. La sua prima esperienza risale al 2000, quando al Museo Pascali di Polignano riuscì a portare la Tauromachia di Picasso e Goya. “Una mostra frequentatissima e molto apprezzata - ricorda commosso - Almeno 5mila persone visitarono il museo per vedere la Tauromachia. Mi sento orgoglioso. Per me sono delle conferme. Anche nella Notte di Mimì ho portato Mariella Nava e il presentatore Savino Zaba. Il lavoro di organizzatore mi riesce sempre meglio e soprattutto mi fa stare a contatto con la mia Polignano e con la terra d'origine.”

 

Commenti  

 
#16 perla 78 2010-10-21 05:46
ecco,ci risiamo tutto qllo che un polignanese vuole fare di bello deve essere x forza criticato e denigrato,branksy o come acc..ti chiami smaltisci le tossine respira l'aria fresca e pensa positivo!!!! Che,nn permettere a nessuno di amareggiati continua così
 
 
#15 banksy 2010-09-21 20:36
Pensate un pò basta andare a MILANO,c'è un grande magazzino che espone e
a costo ZERO opere di Warhol, perchè sono state percepite per essere collocate tra gli scaffali.Vista la congruiità della parcella,ricordo
10 giorni 20.000 euro x 36.5 un anno=730.000,00euro 3 volte il valore delle
opere,di una sterminata produzione,10 20 opere non rappresentano niente,vista la NON risposta di Bovino e l'astenermi a rispondere,concludo
GRAZIE al politico che GRAZIE alla ricerca del consenso,diventano sempre più
autarchici nel loro territorio producendo ormai indifferenza e appassiti
d'arte che emigrano e purtroppo tornano.PREGO !!!!!!!!
 
 
#14 LINO BALICE 2010-09-21 13:55
sono un appassionato d'arte, pensate un po' che per vedere eventi artistici
sono costretto ad emigrare al nord, quasi tutte le mostre piu' importanti si
svolgono in Lombardia, la prima volta che ho visto delle opere grafiche di
Warhol a Brescia a pagamento, la seconda voltaa Milano alla Triennale a pagamento, a Roma a pagamento, quando ho saputo di Bari se pur in dimensioni ridotte gratis, con la possibilita' di fotografare non credevo ai miei occhi aimiei occhi.
Concludo GRAZIE al tenore Francesco Bovino - GRAZIE al presidente Francesco Schittulli - GRAZIE all'Assessore Altieri che ha creduto nel progetto e W il fare, finalmente....non ne posso piu' di sentir sempre critiche, andate avanti Signori e ancora GRAZIE !!!
 
 
#13 kappa 2010-09-17 12:43
Francesco, si dice "trait d'union" e non "tres" ma fa nulla. Intervento perfetto. Sappiamo che hai dovuto fare da co-direttore artistico questa estate, non preoccuparti.
E per quanto riguarda Banksy, lascialo perdere. *************
 
 
#12 francesco Bovino 2010-09-17 11:57
x io
fai bene a scriverlo sotto pseudonimo, cosi non rischi una denuncia!!!!;-)
 
 
#11 io 2010-09-17 04:02
MOlti dei pezzi in mostra sono dei falsi!
 
 
#10 francesco Bovino 2010-09-16 01:52
tirato in ballo , non posso esimermi dal rispondere!
1-ringrazio cittadinanzattiva per il suo placet autorevole alla carica di assessore della quale, purtroppo non sono interessato.
2- i 20.000 Euro sono una cifra risibile per il valore della mostra la quale era stata proposta ad un costo doppio e senza pezzi unici.
3. i 20000 euro non li danno a me ma al proprietario delle Opere del quale mi fregio di essere buon amico da 23 anni il quale forse, mi fara' un regalo( lo spero) ma non in denaro.
lo stesso proprietario delle opere ( dato che il parto e' stato lungo laborioso e sul punto di abortire piu' volte), mi ha ribadito in piu occasioni che senza la mia presenza, questa mostra a lui non sarebbe interessata farla a quelle condizioni.
scusate lo sfogo ma dati gli ultimi eventi anche in ambito locale( e non voglio entrare in dettagli), credo che i favori piu' che riceverli li ho fatto io.

5 l'affito e assicurazione della sola "Liza" ( che non e' suaproprieta) e' costata 4.600 euro.
come al solito siamo il paese in cui qualcuno fa e 90 pur non facendo un caz... sparlano sui pochi che fanno.
6. per fortuna ho un tale amore per la mia terra che venderei l'anima al diavolo pur di vederla crescere e fiorire.
7. caro Bansky i collezionisti privati espongono a pagamento ... informati!
8 La mostra e' organizzata dalla provincia che ha usato i sui canali per allestire e comunicare.il mio ruolo e' stato quello di fare da tres d'union( spero si scriva cosi) per cui il dettaglio dei costi lo ignoro. pero' fidatevi e' assolutamente concorrenziale.
9 ci tengo a ricordare che nel 2000 ho portato a polignano( Pino Pascali) la Tauromaquia di Picasso. e Goya con un riscontro lusinghiero di pubblico e critica,
10.ringrazio Art e dintorni per la difesa d'ufficio. e polignanoweb per lo spazio e la visibilita' positiva che mi offre.
ciao a tutti
 
 
#9 mah 2010-09-15 22:39
Caro banksy, mi auguro che Francesco, da persona trasparente, ti e ci faccia il dovuto resoconto: in fondo sono soldi nostri.
 
 
#8 banksy 2010-09-14 19:25
A priori è sintomatico che le opinioni non sono i fatti.
Prostituzione culuturale è sinonimo di fare sistema perchè la prima cosa che ho pensato è come si fanno ad avere 20.000 euro di soldi pubblici dalla provincia. Ho pensato basterà fare una mostra d'arte poi ho pensato trattasi di Andy Warhol, artista interessante, ricco di fascino poi ho ancora pensato come giustificare quei soldi perchè ho pensato non mi risulta che qualcuno presti delle opere per una mostra e abbia un ritorno in denari ultimo caso lo scambio tra la Pinacoteca di Conversano e il museo francese Lille,
al massimo ha un valore aggiunto la pubblicazione su un catalogo, ho anche pensato se c'è qualcuno che può contraddirmi, le due ditte esperte in trasporto e assicurazioni di Roma non chiedono più di 1000 euro poi ho pensato che basta la partita iva e per l'allestimento non ci sono spese ma VERAMENTE penso se l'inserimento di questa mostra può modificare la fiera o la mia/nostra partecipazione.
 
 
#7 arte e dintorni.. 2010-09-13 14:30
E se Gesù non fosse stato il figlio di Dio avrebbe avuto tutto il successo che ha avuto??????
Ma che discorso è, Cittadinanza Attiva Lei va a caccia delle streghe!!! Che bisogna essere riconosciuti esperti d'arte per proporre una mostra di Andy Warhol? E' un fatto tecnico visto che la portata artistica dell'evento è nei fatti, ventimila euro servono a mala pena per metterla in piedi tecnicamente la mostra e immagino ci sarà un'organizzazione per questo (trasporti, impianti, tecnici, personale...)il Maestro Bovino ha il merito di aver messo a disposizione di tutti noi una sua personale amicizia, quella con il proprietario delle opere...qualcosa in contrario????
 
 
#6 Cittadinanza Attiva 2010-09-12 23:55
Bovino F., essendo musicista, farebbe senz'altro meglio dell'attuale Asses ore, e risparmieremmo soldi nostri non spendendoli per l'esperto. Detto que sto chiediamo: se non fosse stato il cugino di Bovino A.(Sindaco e Cons. P. le) l'ente provinciale del perbene Presidente Schitulli gli avrebbe elargito 20 milaeuro, facendolo passare per esperto d'arte. Salvo che a noi manchi qualche dato sul suo curriculum professionale.
 
 
#5 riciccio 2010-09-12 04:55
menomale, a giudicare da quello che scrivi tu faresti certamente peggio di Ruggero! anzi... gia' lo fai!
Francesco Bovino, datti da fare!
 
 
#4 freelander 2010-09-12 03:19
Voglio dire al Sig. LA VERITA', che nn dice la Vera Verità, l'associazione interessa al progetto Andy WHARHOL nn è "U CASTARILL" ma bensi l'Oratorio ANSPI, El Zottano (Associazione Messicana) e il Circolo Filatelico "Neapolis".
Aggiornati prima di commentare. ;-);-);-);-);-);-);-)
 
 
#3 la verità 2010-09-11 17:14
bravo francesco lo sapevi che alcuni bambini polignanesi l'anno scorso hanno partecipato ad un progetto proprio per andy warhol disegnando e dipingendo la propria immagine nn conosco bene i particolari ma se ti interessa chiedi all'associazione u casteril
 
 
#2 Menomale 2010-09-10 15:59
Ma quasi quasi potrebbe fare l'assessore al turismo, tanto peggio di ruggiero chi potrebbe fare?
 
 
#1 kappa 2010-09-10 15:24
Oh, finalmente uno che sa fare le cose per bene! E soprattutto sa farle davvero! Perché non affidargli l'incarico di curatore del prossimo cartellone estivo?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI