Giovedì 06 Agosto 2020
   
Text Size

RITROVAMENTI STORICI: GIANNI L'ABBATE E L'FBI

gianni-labbate-fbi-colagrande

L'Abbate ha raccontato l'esperienza con l'FBI: ritrovate pergamene e lettere.

L'Università della terza età di Polignano, nell’ambito degli incontri settimanali dedicati alla memoria e agli usi locali, ha accolto l'Ispettore Gianni L'Abbate della Sopraintendenza di Bari del Ministero dei Beni Culturali che ha tenuto una conferenza dal tema: “La memoria ritrovata: Puglia - Chicago A.R.”.

Il presidente dell'Università prof. Giovanni Colagrande, prima di dare il via ai lavori, ha consegnato un piccolo omaggio in onore di Aldo Moro e degli agenti della scorta che hanno perso la vita nel rapimento del 9 maggio del 1978. “Aldo Moro - ha ricordato - uomo onesto e giusto di grande senso per lo stato e sempre al servizio della collettività come espressione di carità da cui trapelava la sua ispirazione cristiana.”

Gianni L'Abbate ha raccontato il suo aneddoto sul ritrovamento di documenti storici a Chicago e sui lavori condotti, gomito a gomito con agenti dell’FBI.

I RITROVAMENTI A CHICAGO - L’Abbate, consulente dei Carabinieri di Puglia e Basilicata, il 5 maggio del 2007 riceve una notifica con fax sui ritrovamenti in casa di un antiquario a Chicago di 350 pergamene (se consideriamo che la biblioteca Nazionale di Bari ne possiede 62), 7.000 volumi scritti in italiano che comprendono un periodo che va dal '500 all'800), 700 reperti archeologici del territorio metapontino e 10 “Gronchi rosa” (francobollo del 1961 per celebrare il viaggio del Presidente Giovanni Gronchi in America Latina). A Chicago sono state ritrovate anche quattro scatole contenenti 442 lettere inviate dall’Italia all’antiquario (figlio di un italiano che aveva dato origine al contrabbando di questo materiale). L’antiquario possedeva tutto il materiale, mentre le lettere fotocopiate sono state inviate in Italia per essere esaminata nel loro contenuto.

In questa operazione si è lavorato con il massimo riserbo con agenti dell’FBI.

La prima delegazione partita per gli Stati  Uniti, era composta proprio da Gianni L'Abbate, una collega della Soprintendenza e don Vito Castiglione Minischetti. Scortati da Bari a Roma dall’agente dell’FBI, una volta raggiunti gli Stati Uniti, i tre saranno nuovamente scortati e seguiti dall’FBI. In un secondo momento, ha operato un’altra delegazione con sempre a capo Gianni L'Abbate e questa volta accompagnato da don Saverio Pellegrini della Diocesi di Barletta.

Il materiale ritrovato era stato spedito tramite contrabbando, sotto forma di sedie da restaurare e anche contenitori che si presumeva trasportassero calendari.

Ancora oggi si lavora su tutti i ritrovamenti: le pergamene intanto torneranno all’Archivio diocesano di Conversano e all’Archivio diocesano di Barletta.

I MATRIMONI NELL'OTTOCENTO - La conferenza si è conclusa con alcune riflessioni sugli usi e costumi del matrimonio. “L’abito bianco è una usanza che nasce nel XIX° secolo. La dote della sposa - prosegue L’Abbate - si valutava a seconda delle possibilità economiche: da 10 a 15 panni (per le spose più ricche), da 1 a 4 panni (per le famiglie meno agiate). Le pubblicazioni, allora erano “denunciazioni” per un  totale di tre e si proclamavano durante le messe. Il sacerdote annunciava il futuro matrimonio. Una volta verificata l’assenza d’impedimento, si prestabiliva la data delle nozze che si celebravano nella parte antistante alla chiesa, dopodiché all’interno si procedeva con la benedizione degli sposi. Differente la procedura matrimoniale per coloro che avevano “già consumato”: la cerimonia veniva eseguita nella sacrestia in forma riservata. Nessuno si sposava il martedì né il venerdì, escluso anche il mese di novembre e il periodo di Quaresima. Gli inviti venivano fatti a voce, solo agli inizi dell'800 compare il primo invito scritto.”

Gianni L’Abbate ha mostrato ai presenti gli omaggi ricevuti dall’FBI: due cappellini e una sfera di cristallo azzurro che rappresenta la mappa del mondo (vedi foto).

colagrande-labbate

Commenti  

 
#1 antonella mafalda 2010-05-15 18:24
gianni riesci sempre a stupire i tuoi cari amici continua cosi che vai bane
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI