Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

RUBANO CAVI TELEFONO IN CAMPAGNA

cavitelefono_410_x_200

Ristoranti e commercianti ortofrutticoli danneggiati

Le linee telefoniche delle campagne polignanesi in direzione Conversano e Castellana vanno in tilt. I telefoni di residenze, ristoranti e aziende ortofrutticole non hanno squillato per più di una settimana. Secondo indiscrezioni, alla base del guasto si nasconderebbe un furto misterioso di almeno 100 metri di cavo in rame rosso.

I lavori alla rete vanno avanti spediti, tutti i giorni, assicura Vito Galluzzi, uno dei proprietari dell’Ostaria La Baracca, uno dei ristoranti maggiormente colpiti dal guasto. A voler essere molto ottimisti, si stima che il suo ristorante abbia subito danni dell’ordine di almeno 5mila euro nel solo week end festivo del 31 ottobre e 1° novembre. Meno clienti, meno prenotazioni al telefono, con l’aggravante del fatto che fino al 28 ottobre era chiuso per ferie. Qualcuno avrà pensato a un prolungamento dei giorni di chiusura.

Il 26 di ottobre eravamo in osteria per le pulizie e i rifornimenti, ma - ricorda Galluzzi - il telefono era già muto, non funzionava”.  Pensate, i due proprietari dell’Ostaria, a quel punto, hanno contattato il centro Telecom e attivato il trasferimento di chiamata. Il telefono funziona, da martedì scorso, ma una volta disattivato il servizio, i fratelli Galluzzi si sono accorti che non è più riattivabile; nel frattempo continuano a pagarlo.

RESIDENZE E COMMERCIANTI - Piange il telefono pure a casa della signora Pascali, in contrada Marinesca, nonostante i lavori in corso, e poi negli uffici di grosse aziende ortofrutticole sulla provinciale 121 Polignano Conversano, dove l’import ed export funziona anche grazie all’ingegnoso apparecchio inventato da Meucci nella fine dell’800.

Allora i tempi erano altri, oggi la tecnologia via cavo aguzza l’ingegno dei malviventi che si sono appropriati dei collegamenti in rame rosso. “E’ probabile che si sia trattato di un furto, ne ho sentito parlare, abbiamo anche ricevuto alcune telefonate e visite in questi giorni, tuttavia non escludo un guasto alla rete nel territorio conversanese. Comunque il cavo in rame rosso è appetibile”. Questa è la versione del comandante dei carabinieri Sergio Tatoli che però non esclude la pista del furto. Al Comando della stazione locale non si segnalano ancora denunce. Vito Galluzzi, tuttavia ne è certo: “ho visto gli operatori, in questi giorni, lavorare proprio sui cavi mancanti”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI