Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

Spaccia droga al parco giochi Pinocchio in pieno giorno

droga parco pinocchio

Famiglia costretta a portare via i propri figli

E’ una situazione di stallo quello in cui vige il parco giochi “Pinocchio”. All’attivo ci sono molti tentativi di far rinascere quel parco utilizzato giornalmente da tante famiglie, bambini e anziani. Tutti che scappano dalla frenesia del centro, dal traffico e dallo smog delle auto per rifugiarsi nell’unico polmone verde del paese.

Molti tentativi dicevamo, l’ultimo, ma solo per data è stato quello di darlo in gestione a qualche associazione sportiva attiva sul territorio con l’obiettivo di rendere più vivibile e movimentata l’area. Progetto che è durato poco più di un anno e che non ha portato ad un seguito. Stessa situazione anche per il bando promosso dal comune di Polignano a mare, con il quale si consentiva la gestione del parco giochi attraverso attività ludiche e d’intrattenimento, ricevendo in cambio anche una somma in denaro pari a mille euro. Anche in questo caso il bando è stato bocciato dal paese, tanto che non c’è stata nessuna associazione a parteciparvi.

Ricordiamo che sempre sul parco giochi pinocchio c’è in ballo il bando, promosso dalla Regione Puglia “luoghi comuni” a cui il comune di Polignano a mare ha partecipato. Luoghi Comuni si rivolge agli Enti titolari di spazi pubblici sottoutilizzati presenti sul territorio pugliese e alle Organizzazioni giovanili del Terzo Settore che hanno sede in Puglia. Ma al momento non c’è traccia alcuna del risultato del bando.

Nel frattempo però il parco giochi continua ad essere vissuto da piccoli spacciatori, che senza nessun timore continuano indisturbati il loro sporco traffico. Ed è quello che è successo ad una famiglia durante una mattinata soleggiata di Ottobre. La famiglia era intenta a divertirti nella zona delle giostrine, ad insospettire il genitore è stato un continuo vociare provenire dalla zona dei bagni, con un andirivieni costante di ragazzi. La situazione ha preoccupato i genitori che hanno pensato di allontanarsi dal parco, portando via i due figli dalla zona. Solo in un secondo momento i genitori hanno capito che si trattava di un momento di spaccio di sostanze stupefacenti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI