Martedì 23 Ottobre 2018
   
Text Size

Arrestati due ‘cannibali’ polignanesi

Carabinieri-Auto-4-Imc3 (1)

Sorpresi mentre smontavano un’auto rubata a Noci. Un complice è ancora latitante

Domenica notte i Carabinieri della Stazione di Polignano a Mare hanno arrestato due incensurati e denunciato un 43enne a piede libero, con l’accusa di ricettazione e danneggiamento.

Si tratta di un 25enne ed un 34enne, entrambi di Polignano, probabilmente trascinati dal 43enne, allo stato irreperibile, residente in provincia, già noto per i suoi trascorsi penali.

I Carabinieri, durante un servizio notturno, nel pattugliare le strade periferiche della cittadina barese, si sono imbattuti in un’auto lasciata abbandonata al centro di una contrada agricola, poco frequentata.

Il fatto che si trattasse di un’auto nuova e di grossa cilindrata, lasciata incustodita in piena notte, ha sùbito insospettito i militari i quali, nel procedere agli accertamenti, si sono accorti che si trattava di un veicolo rubato pochi giorni prima ad un medico di Noci.

Proprio mentre i militari effettuavano i primi rilievi sono giunti i tre individui, armati di attrezzi da scasso, i quali senza difficoltà, hanno cominciato a ‘cannibalizzare’ l’auto: hanno aperto il veicolo e, una volta all’interno, hanno iniziato il saccheggio e lo smontaggio delle parti più redditizie, cioè facilmente piazzabili sul mercato parallelo.

L’azione è stata immediatamente fermata dai Carabinieri i quali hanno inseguito ed arrestato i due giovani, mentre il terzo è riuscito a dileguarsi a piedi per le campagne circostanti, ma le sue ricerche sono ancora in atto.

I due, dichiarati in arresto con l’accusa di ricettazione e danneggiamento, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, sono finiti agli arresti domiciliari e processati per direttissima. L’autovettura nel frattempo è stata restituita al legittimo proprietario con sua notevole soddisfazione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI