Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Tre ladri in trasferta a Polignano

Carabinieri

Non si accorgono dei carabinieri. Arrestati
Stavano razziando la villa di una nota farmacista di Bari


Sabato notte, tra il 30 giugno e l’1 luglio, i Carabinieri della Stazione di Polignano a Mare hanno svolto un servizio finalizzato al contrasto dei furti in danno delle abitazioni site lungo il tratto costiero, traendo in arresto in flagranza di reato 3 individui (rispettivamente di anni 44, 24 e 23), sorpresi dai militari mentre erano intenti a razziare la villa di una nota farmacista di Bari.

I tre sono tutti pluripregiudicati del quartiere San Paolo di Bari ed avevano costituto una batteria specializzata nei furti in abitazione, prendendo di mira soprattutto quelle adibite a casa vacanza e perciò frequentate maggiormente nel weekend ma lasciate incustodite nel resto della settimana.

La cattura è avvenuta grazie ad una assidua vigilanza da parte dei Carabinieri in quei quartieri ove insistono numerose ville e residence. Infatti in tarda notte è stata notata una Renault Clio con all’interno tre persone, le quali hanno immediatamente attirato l’attenzione dei militari per via dell’andatura lenta e, soprattutto, perché l’autovettura sostava per qualche minuto davanti ad alcune abitazioni per poi ripartire. L’atteggiamento era quello tipico di quei malfattori i quali studiano l’obiettivo da colpire, cercando di capire se l’abitazione è custodita, protetta da sistemi di allarme e facilmente accessibile.

Infine i tre, giunti davanti una villa del quartiere Cozze, dopo aver parcheggiato l’auto in un angolo buio, hanno scavalcato il muro di recinzione ed in seguito, estraendo un piede di porco da una borsa portata a seguito, hanno forzato la finestra d’ingresso e si sono introdotti nell’abitazione, iniziando il saccheggio. L’azione è stata prontamente interrotta dall’arrivo dei militari i quali avevano seguito “passo passo” le mosse dei tre malviventi.

Quest’ultimi, colti di sorpresa e nelle mani nel sacco, hanno abbandonato la refurtiva tentando la fuga a piedi, ma sono stati arrestati prima ancora di poter raggiungere l’automobile e dileguarsi.

I tre predoni sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI