Arrestato pescatore e fornitore di ristoranti

Polignano droga sequestrata

L’ultimo degli interventi dei Carabinieri di Polignano contro il traffico di stupefacenti.
È il 5° spacciatore arrestato da gennaio


Il 10 aprile mattina, i Carabinieri della Stazione di Polignano a Mare, hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un pescatore 30 enne, incensurato.

Si tratta di un giovane monopolitano da tempo residente a Polignano, ben conosciuto negli ambienti della ristorazione per essere il fornitore di molti locali della costa.

L’intervento è avvenuto alle prime luci dell’alba, nelle campagne di Via Castellana, quando l’uomo era appena rientrato in casa dopo aver svolto la sua consueta attività. La sorpresa è stata completa, difatti il giovane non ha opposto resistenza quando i militari, hanno rinvenuto ben 450 gr di marijuana occultati fra le suppellettili della camera da letto. L’odierna operazione è solo l’ultima di una serie di attività svolte dai militari su Polignano a Mare e di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacente, se si pensa che dall’inizio dell’anno sono state ben 4 le persone tratte in arresto per reati di spaccio con sequestri di marijuana, hashish e cocaina per un totale complessivo di 800,00 grammi.

Il giovane, dopo le formalità di rito è stato sottoposto agli arresti domiciliari e sarà processato con rito per direttissima.

 

Come viene spacciata la droga.

Questo è il quinto arresto per spaccio di droga da gennaio 2018. Polignano è infognata di droga, e si indaga per tracciare eventuali filoni e collegamenti con clan malavitosi. Ormai si spaccia ovunque, nelle campagne e in centro. Pare che la droga venga in molti casi rilasciata nei bagni di locali; all’esterno avviene la ‘transazione’ e l’acquirente entra nel bar e va in bagno per procurarsela.