Crolla l'impalcatura a Polignano. E' panico

impalcatura-tromba-daria-polignano  

 

Attimi di tensione, attimi di spavento, in cui si è temuto il peggio, ieri in serata, nei pressi di piazza Verdi, nella parte posteriore del comando dei Vigili Urbani. Come annunciato dai metereologi, "Beatrice" non si è fatta attendere, è arrivata con tutta la sua foga, con tutta la sua impetuosità, con tutta la sua veemenza, e non ci stiamo certo riferendo all’ex vice-sindaco De Donato.

Il riferimento è ovviamente alla perturbazione di bassa pressione proveniente dal Nord Europa, caratterizzata da temperature piuttosto fredde, che, scontrandosi con la rovente alta pressione presente sull’Italia ha determinato, prima al nord, ed ora, anche da noi, fenomeni quali violenti rovesci, temporali e trombe d’aria.

L'IMPALCATURA PERICOLANTE - Nella giornata di ieri, intorno alle 19.00 una violenta tromba d’aria ha attraversato Polignano e ciò che è accaduto ha dell’incredibile. Un’impalcatura presente appunto nei pressi di piazza Verdi, a causa del forte vento non ha retto e nella parte superiore si è accasciata alla sua destra, rimanendo, curiosamente e fortunatamente, poggiata sul terrazzo dell’abitazione adiacente (vedi galleria fotografica a fine articolo).


Allarmati da un vicino che dal balcone della propria abitazione ha assistito alla scena, sono prontamente intervenuti i Vigili Urbani, i quali hanno immediatamente sbarrato l’accesso all’area di pericolo, e i vigilantes della Metro.Pol. Per più di un’ora poi, non hanno potuto fare altro che assistere attoniti alla scena, sperando che l’impalcatura rimanesse in quella posizione, mentre venivano fatte spostare le vetture parcheggiate, in attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuoco del 115. L’arrivo di questi ultimi, preceduto da quello di Protezione Civile, Ispettore del Lavoro, ANAS e del responsabile dell’impresa appaltatrice (Valentini) a cui appartiene l’impalcatura, va registrato intorno alle ore 21.00.

A quell’ora poi, con un sospiro di sollievo per tutti i presenti, compreso il vice sindaco ed assessore alla Polizia Urbana, Paolo L’Abbate, quel vento che aveva causato il crollo della parte superiore dell’impalcatura, creando un effetto vela con il telaio, a cui non erano chiaramente posti i ganci di sicurezza, si è decisamente attenuato.

A quel punto, una volta accertato che non ci fosse più alcun pericolo e che l’impalcatura non crollasse, i Vigili del Fuoco hanno svolto azione di interdizione all’accesso all’area di pericolo fino all’arrivo degli operai dell’impresa, rei di non aver agganciato per bene quell’impalcatura pur sapendo del probabile arrivo delle trombe d’aria, ed ora incaricati dello smontaggio e della messa in sicurezza dell’instabile impalcatura.

“Cose da pazzi”, “Come si fa a lasciare un’impalcatura così?”, questi i commenti di alcuni passanti. La sensazione è chiaramente che potesse accadere qualcosa di molto peggio, ma fortunatamente questa grave negligenza, di cui il titolare dell’impresa dovrà rispondere, non ha avuto conseguenze peggiori.


A SEGUIRE LA GALLERIA FOTO: CLICCA SUL TASTO PLAY

 

CLICCA QUI: LE FOTO DELLA TROMBA D'ARIA