Martedì 14 Luglio 2020
   
Text Size

ASSALTANO TABACCHERIA: L'INSEGUIMENTO DEI CC

carabinieri2_410_x_200

INSEGUIMENTO SULLA COMPLANARE MOLA POLIGNANO

I carabinieri ne catturano uno. Sulle tracce degli altri complici, recuperano parte del bottino. Ci sono le immagini della telecamera.

 

Rapinano una tabaccheria in pieno centro a Mola di Bari, portando via circa 500 euro, ma una immediata “battuta” dei Carabinieri consente la cattura di uno dei malviventi e il recupero di parte del bottino. Dietro le sbarre del carcere di Bari finisce un 21enne barese del quartiere Carrassi, già noto alle forze dell’ordine, Fabrizio De Franceschi.

IL FURTO - Tutto è accaduto intorno alle 21 di ieri, quando due malviventi, con il volto ben protetto dal casco integrale, hanno fatto irruzione nella tabaccheria Redavid, in via Di Vagno nella vicina piazza XX Settembre a Mola.

Sono arrivati in quattro, a bordo di due moto. Due complici e due esecutori materiali della rapina. Hanno fatto irruzione nella tabaccheria e, armati di pistola, hanno minacciato il titolare del negozio per farsi consegnare l’incasso accumulato fino alle 20.30, orario di chiusura dell’esercizio. Dopo aver ottenuto il denaro si sono dileguati a bordo delle moto che attendevano all’esterno della tabaccheria.

LA SEGNALAZIONE AL 112 - Poi è arrivata la segnalazione al “ 112” della centrale operativa della Compagnia di Monopoli che ha consentito ai militari di organizzare l’immediata chiusura delle possibili “vie di fuga” dalle uscite per Mola.

Pattuglie del Nucleo Radiomobile del capoluogo barese, di Monopoli, oltre a quelle di Mola di Bari e di Polignano a Mare, già presenti in zona, hanno accerchiato l’intera area. I carabinieri di Polignano, in particolare, hanno intercettato uno dei due motorini che viaggiava a forte velocità sulla complanare della statale 16 Mola - Polignano, in direzione Polignano. L'altro motorino aveva già fatto perdere le sue tracce.

L'INSEGUIMENTO - All'altezza di Castellinaria, il conducente della moto, dopo aver rallentato e dato l’impressione di volersi fermare, ha accelerato bruscamente nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Dopo un breve inseguimento, i due centauri tallonati dalla volante hanno abbandonato la moto e si sono dati alla fuga a piedi per i campi, agevolati dall’oscurità della notte. I militari hanno proseguito l’inseguimento a piedi, fino a raggiungere e bloccare uno dei due malviventi, il 21enne De Franceschi che si è poi arreso dopo un cenno di resistenza.

LE INDAGINI - I carabinieri intanto, hanno avviato le indagini e sono riusciti a identificare il secondo malvivente, 20enne, anche lui originario della provincia di Bari. Hanno poi sequestrato la motocicletta, un casco integrale, un telefonino cellulare e parte del bottino; 125 euro che sono stati già restituiti al legittimo proprietario.

Gli investigatori hanno anche acquisito le immagini della telecamera a circuito chiuso, riprese durante il furto nella tabaccheria. Sarebbero già sulle tracce dei complici che sono riusciti a fuggire.

I malviventi sono accusati di rapina aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI