Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

TURISMO: RIGILLO DELUSO DA POLIGNANO

polignanoinautunno2009_640_x_300

Abbiamo sentito telefonicamente, in occasione delle festività pasquali, l’attore polignanese Vito Facciolla, trapiantato a Roma come tanti altri artisti di casa nostra. Vito ci ha confidato un piccolo aneddoto che vorremmo segnalare all’opinione pubblica, agli attori sociali della città e agli amministratori di Palazzo, nella speranza che possa indurre a una attenta riflessione sul futuro del settore turistico a Polignano e sul comparto dei servizi che andrebbero erogati per un buon funzionamento della macchina.

Tempo fa Facciolla ha ricevuto una telefonata dal famoso attore di teatro Mariano Rigillo. Rigillo conosce le origini polignanesi di Vito Facciolla e, dovendo organizzare la sua permanenza a Polignano per lo spettacolo del 26 marzo scorso inserito nel cartellone della stagione teatrale pugliese, desiderava ricevere qualche indicazione su dove mangiare e dormire nella nostra città, garantire un alloggio non troppo oneroso per il seguito di attori della compagnia napoletana.

“A Mariano - ricorda Facciolla - consigliai la Trattoria Comes dove si mangia bene, il rapporto qualità prezzo è ottimale, e perché Comes riceve da sempre attori di teatro e artisti.”.

Tre giorni dopo lo spettacolo di Polignano, Vito e Mariano si sono risentiti per fare il punto della sua breve capatina. “Mi sembrava un tantino deluso - ha raccontato Vito ai nostri telefoni - Disse che lui e i suoi ragazzi della compagnia riuscirono a malapena a prendere un caffè speciale. Trovarono alloggio a Barletta – altra tappa itinerante dello spettacolo – perché gli alberghi e i bad&breakfast polignanesi gli sono sembrati troppo cari, soprattutto per i ragazzi che completano il cast, spesso costretti a sacrifici di tasca non indifferenti: sapete, quando si dice la passione per l’arte e il teatro… Io, da attore che viaggia spesso in lungo e in largo per i teatri italiani, posso comprendere le loro difficoltà. E proprio perché viaggio spesso, posso confidarvi di essere stato una notte nel pieno centro storico di Jesi e di aver pagato per un appartamento intero in b&b solo 35 euro a pernotto, colazione inclusa. Ancora, potrei riportare altri esempi: a Rovigo, un appartamento, ricordo il nome…Il principino se non sbaglio…in centro a soli 35 euro.”.

Rigillo, alla fine, ha trascorso la sua breve vacanza di lavoro a Barletta, risparmiando tantissimo grazie alla soluzione proposta dagli alberghi convenzionati. “Un po’ rammaricato - ha concluso Vito - Mariano ha ammesso che se solo si fosse confrontato con dei prezzi più convenienti avrebbe certamente approfittato per trascorrere almeno dieci giorni a Polignano. Avrebbe unito l’utile al dilettevole.”.

La conversazione telefonica con Vito si è conclusa con una breve riflessione. Perché gli alberghi e i b&b polignanesi non propongono dei pacchetti, delle convenzioni per turisti, artisti, famiglie, ecc.? Come affrontare seriamente il dibattito sulla gestione dei servizi e come ottimizzare al meglio quelli che già ci sono?

 

Foto: Copyright 2008-2010 © LA VOCE DEL PAESE

Commenti  

 
#20 progrediamo ...guardando al futuro 2010-04-27 18:39
arridaglie!! ma caro fast, ho espresso pieno accordo ad alcuni aspetti e riserve per altri su quanto da te postato perchè ritengo e credo giustamente che il tuo pensiero, giusto, sia una delle diverse soluzioni da sviluppare!!! ma assieme a questa tua idea, vanno sviluppate anche tante altre! devono poter raccogliere l'interesse di più svariate tipologie di famiglie... voglio per l'inciso precisare che non ho e non gestisco alcun B&B, ristoranti o altro... sono un semplice comune lavoratore/in-dipendente... non ho come dire "la capacità economica" per poter amministrare... ma detto ciò, evviva ogni forma di sviluppo del turismo=lavoro per tutti noi residenti.. bene dunque tutto e di più... saluti
 
 
#19 fast per progrediamo ...guardando al futuro 2010-04-27 11:59
Sviluppo del turismo per me = nuovi posti di lavoro per noi residenti.

Se pensi ai posti di lavoro i B&B non ne offrono affatto..la gente si cucina in casa al massimo fà la spesa, se non se la porta già fatta da casa, poi??
Io prediligo gli hotel perchè ovviamente creano più posti di lavoro: Pulizie, giardinaggio, ristorazione etc etc, insomma tutto l'indotto correlato. Il B&B accontenta solo il proprietario, non convieni?? Poi io parlo per situazioni vissute in prima persona, di amici con bimbi che vogliono le comodità, spiaggia con servizi e hotel vicini al mare e lasciar la macchina per le loro vacanze...I B&B nel centro storico per quanto suggestivi a mio parere vengono utilizzati principalmente da coppie e persone che durante il giorno si allontanano per visitare Castellana, Alberobello etc...Ma ci sono tante persone che vogliono farsi una vacanza in tranquillità e non trovano l'offerta adeguata, i miei conoscenti (parecchi) sono andati tutti sul litorale di Monopoli e non perchè non piacesse Polignano, anzi il contrario ma perchè l'offerta da noi di tali strutture è davvero scarsa...Saluti
 
 
#18 fast 2010-04-26 17:33
Sono sicuro che fino a quando non si realizzeranno nuove strutture alberghiere, costa a nord o a sud del paese, le cose non cambieranno mai...ci vogliono posti letto (che ora di fatto non ci sono) e il mare deve essere fruibile, adesso non lo è affatto...per ora arriva solo chi alloggia a Monopoli o i pochi dei B&B...il resto che vediamo sono solo residenti della provincia..
 
 
#17 progrediamo...guardando al futuro... 2010-04-26 17:02
caro fast, concordo pienamente con la 1^ parte del tuo post "chi vuole fare una vacanza in hotel decorosi al giusto prezzo..."; mentre non mi trovo parzialmente in accordo con la 2^ parte del tuo post "non affanniamoci a far voler venire chiunque e a qualsiasi costo..." converrai sicuramente con me che il turismo si fa con l'arrivo/affluenza di gente diversa e sopratutto tanta, non potrebbe che essere questo perchè altrimenti ci ritroveremmo io, te e qualche altro nostro residente... "magari i gestori delle strutture" detto ciò quindi, dobbiamo certamente affannarci a far arrivare tanta gente da ovunque... ed essere in grado di saper offrire "e questa è la vera sfida" ogni tipo di servizio, strutture, a tutte le necessità... poi se io prediligo il B&B, mentre tu prediligi l'Hotel... beh questo non è fondamentale per lo sviluppo del turismo...
 
 
#16 Gordian 2010-04-26 16:55
Giustissimo quello che dici, ci siamo con la linea dei b&b ma dobbiamo cercare di portare la stessa linea al di fuori dei b&b.
Sono da prendere come esempio queste persone che si danno da fare per lo sviluppo del paese ma purtroppo una mano dall' amministrazione comunale non vuole proprio arrivare. Abbiamo assoluto bisogno di sistemare un pò il paese...
 
 
#15 fast 2010-04-26 14:30
Si continua a parlare di B&B..c'è anche chi vuole fare una vacanza in hotel decorosi al giusto prezzo e allo stato di fatto hotel del genere non ce ne sono, soprattutto per le famiglie che vogliono trascorrere 15 giorni al mare con i propri figli...

A Venezia a 15Euro io ho mangiato: lasagne congelate e petto di pollo...Dai ci vuole il giusto mezzo come in tutte le cose...Quindi non affanniamoci a far voler venire chiunque e a qualsiasi costo, piuttosto cerchiamo di realizzare strutture che siano in grado di fornire una ospitalità completa, il B&B, per quanto belli e particolari, non soddisfano quella domanda turistica che cerca un hotel con tutti i suoi servizi (pensione completa, navetta al mare etc)..Insomma non tutti sono alla ricerca dell'angolo cottura...
 
 
#14 progrediamo...guardando al futuro... 2010-04-26 13:13
Ciao Alberto, desidero ringraziarti vivamente per la tua cortese rispo, ciò dimostra la tua grande attenzione e professionalità! aggiungo, ma solo per chiarezza, è probabile che io non sia riuscito a rendere a pieno il mio pensiero: so perfettamente che a ciascun cliente bisogna riservare la stessa attenta considerazione e tu lo fai, lo dico davvero né ho avuto prova diretta; dico invece, in altre parole, ed è questo il pensiero cui intendevo sviluppare, vi sono tante famiglie da sud a nord, da ovest ad est che, in questo momento economico difficile, non hanno la possibilità economica di poter staccare “la spina” anche solo per un week-end ed andare a fare una gita con i loro bambini, detto questo se, si potesse offrire loro un pacchetto “davvero speciale”, credo si riuscirà a raggiungere due risultati/obiettivi: il primo è, l’aver dato la possibilità anche ad una famiglia “forse temporaneamente” “disagiata” di poter fare, anche se brevemente, una gita con la propria famigliola in un posto “magico” in tutti i suoi aspetti…, la seconda è quello che di solito avviene successivamente, cioè l’attrazione di più e diversa gente verso il nostro paese e di ogni tipo di famiglia questo per me è il turismo sano e per tutti… grazie.
 
 
#13 progrediamo...guardando al futuro... 2010-04-25 15:32
a coloro i quali hanno votato il mio post in negativo dico in tutta coscienza, vi invito comunque a rimanere nell'anonimato, il tuo/vostro giudizio negativo non scalfisce certo nè il mio pensiero nè altro... io qui ho coscientemente e volutamente argomentare un eventuale ed ulteriore mezzo di sviluppo, e quindi io continuerò in questo mio pensiero cercando sempre di essere sprono con argomenti e idee possibili da concretizzare nell'interesse sia del paese e di conseguenza sia per ragazzi/e futuri lavoratori... mentre per te che hai votato negativo aggiungo rimani pure nell'anonimato perchè è questo il tuo passato, il tuo presente ed il tuo futuro, i tuoi argomenti/giudizi ti rappresentano perfettamente e rimarranno altrettanto anonimi e quindi di poco interesse alla collettività... mi sorge il dubbio non sarai mica un mantenuto da papà e mammà e per questo non ti sei confrontato mai con le realtà della vita?!... spero tu possa crescere... in tutti i sensi!!! un saluto affettuoso...
 
 
#12 vanno al massimo 2010-04-25 14:47
Il razzismo anche nel turismo cioè guanti bianchi solo luglio,agosto.
Come si fà a non capire che non c'è offerta ,solo alta:Venezia vicino
P.San Marco puoi dormire con 25euro e mangiare ,menù turistico, 15euro,
cosa totalmente diversa Hotel ristorante cipriani;a Polignano sono tutti
H.R.cipriani inteso come prezzi,azzecato è il post set tur pol con sang
tur principianti.
 
 
#11 alberto nistrio 2010-04-25 14:09
Rispondo a progrediamo.Ti ringrazio per il tuo cortese e ben accetto suggerimento ,e ti rispondo che innanzi tutto noi non facciamo distinzione, i clienti per noi sono tutti speciali,e la nostra offerta ,nello specifico ,per la nostra tipologia di camere è propio indirizzata alle famiglie ,avendo nella maggior parte delle nostre strutture ,gli angoli cottura, e coscienti che ,per questa tipologia di clienti le esigenze e i badget sono differenti.A tal proposito parlo a nome del gruppo Asilon ,dove internamente abbiamo gia affrontato il problema, nei periodi da te indicati, gia offriamo dei pacchetti ai nostri Buyers,,ma sarebbe interessante,allargare l'offerta anche alle istituzioni da te indicate,pertanto , a mio parere qui dovrebbe intervenire il comune e aiutarci ad indirizzare e canalizzare a gli organi copetenti , le offerte proposte.Ti ringrazio nuovamente ,e vi esorto a segnalarci idee che potremmo valutare,io e il mio gruppo abbiamo bisogno di questo .Aggiungo e noto con piacere,che questo è il solo modo di fare turismo e sistema,e questo intervento dimostra che la direzione intrapresa è quella giusta.
 
 
#10 progrediamo...guardando al futuro... 2010-04-24 15:22
ciao Alberto, non intervengo per discutere della civile discussione in argomento su questo post al quale hai ben rappresentato le tue ragioni; desidero invece esprimere, auspicando che possa essere accolta, questa mia idea, rivolgendola sia a te sia a tutti voi addetti nel settore ricettivo/turistico onnicomprensivo, il tutto al fine di poter incentivare sempre più arrivi nel nostro paese di famiglie, coppie, ragazzi, gite scolastiche etc… in particolare sono partito proprio dalle famiglie non a caso, infatti la mia idea è questa: “se fosse possibile perché non incentivate le vostre strutture ricettive/ristorazione con richiamo anche delle famiglie cosi dette “categorie deboli”, ovvero suggerisco perché non formulate pacchetti di soggiorno “speciale” anche a famiglie “a reddito medio/basso” magari in periodo metà giugno e/o tutto settembre etc.., esse per poter ricevere questa offerta “molto particolare e vantaggiosa” dovranno dimostrare semplicemente di avere un ISE “medio-basso”, con questo metodo il paese verrebbe molto apprezzato e visitato da tantissima gente e non solo per la sua naturale bellezza… e magari così adoperandoci, nel tempo, anche qualche amministrazione politica (Governo, Regione, Provincia o Comune che sia) possa guardarci ed in cambio di questa politica sociale offerta nel nostro paese, possa convincersi ad elargire dei fondi a tutte le strutture che si siano adoperate in tal senso… sottolineo il mio è un auspicio per il bene del nostro paese: più arrivi riusciremo ad attrarre in tutto il periodo dell’anno solare più lavoro vi sarà per tutti noi, ed il turista avvertita la buona accoglienza riservata tornerà, parlerà del nostro paese e della nostra gente… la costiera romagnola ha vinto è continua a resistere con queste due formule di mercato: buona offerta si concretizza con = giusto prezzo-pari qualità e quantità per ogni ceto sociale… un caro saluto
 
 
#9 vado al massimo 2010-04-22 20:19
I nostri politici?Uno a caso,pensione sportelli.Vestito politicamente
il tempo di avere le dovute concessioni.Neofita,abbracciare,aderire
ad un partito,alla politica .......il necessario.
Continuo? Italia dei valori,collocazione sinistra estrema,colui che aveva
dichiarato di aprire finalmente gli armadi comunali a tutti,lascia vuota
la sede perchè gli ordini non si discutono,non è neanche possibile fare
il consigliere comunale,intascare soldi da consigliere e nello stesso
momento garantire voti a tizio o caio per sedersi al centro.
Ditemi voi l'apertura di un teatro a cosa serve?
 
 
#8 alberto nistrio 2010-04-22 11:35
Caro Vito ,grazie per la tua precisazione ,e solo dopo questa,decido di rispondere ,dato che tutti i commenti finora fatti sulla questione ,sonostati fatti da persone che nulla sanno ne del libero mercato ne dei costi che ci sono dietro attività come le nostre che nulla anno a che fare con i beb classici ,per servizi ,strutture , arredi ,ubicazione ,e mercato a cui si rivolgono, e non dicono poi se i prezzi sono a camera o a persona .Ma sono tutti esperti di turismo .Vito ,lasciamo le chiacchere, almeno io lavoro molto di frequente,anche qggi ospito una troup che sta continuando a girare un film iniziato qualche mese fa ,a un prezzo convenzionato per le camere e per il garage e per i trasporti,ma chissa perche,loro anno contattato direttamente la struttura.Con i tuoi colleghi di teatro altri anni l'organizzazione ci a contattato e li abbiamo ospitati a convenzione ,e qualche volta il contatto è venuto anche dal comune,sono daccordo con te ,e mi chiedo invece se non si potrebbero ridurre i biglietti gratis a questi speccacoli,o se non altro in cambio di questi ,di preoccuparsi degli alloggi.Come vedi dovremmo preoccuparci ,e pretendere ,di piu,che vengano organizzati ed ottimizzati gli eventi,e indirizzare le lamentele nella giusta direzione,e poi con un po di zuccherino anche il latte macchiato si aggiusta.Ciao Vito.
 
 
#7 augusto cernò 2010-04-22 01:32
vorrei sapere con quale criterio si possa definire alto il costo di un'albergo o di un B&B.Il prezzo deve essere parametrato alla qualità offerta ed al tipo di arredamento,nonchè al livello di pulizia,qualità della prima colazione,servizi,cortesia.Si potrà,forse,dormire anche a 35 euro; ma dove? e in quali condizioni? Tanto spendi e tanto mangi;tanto per citare un detto popolare.I prezzi di polignano sono ben allineati col resto d'italia.
 
 
#6 da soup 2010-04-22 00:29
Si Vito hai fatto bene a fare questa precisazione, le cose stanno diversamente..ha ragione Gordian, dette da voi le cose vengono, forse (e spero) prese più in considerazione che se dette da noi semplici cittadini...quindi giusto, fatevi sentire di più...noi non possiamo che sostenervi come possiamo...condivido il lutto di Vito per il Cinema Teatro Nuovo, che orrore questo nuovo condominio, solo colonne fitte fitte, balconi e auto a non finire parcheggiate lungo la strada...che tristezza, ripenso al vecchio cinema ogni volta che ci passo vicino...certo qualcuno scriveva dei misteri Polignanesi in questo sito...questo è uno di quelli, come si fà a cambiare la destinazione d'uso, da cinema a civili abitazioni con cubature inverosimili, marciapiede risicato e garage quasi fino sotto il manto stradale...mah...saluti a voi
 
 
#5 Gordian 2010-04-21 15:52
Quest' ultimo eventualmente era il discorso da fare e non ciò che è stato scritto inizialmente.
Comunque è bello che i nostri artisti diano una mano al paese, soprattutto a far capire gli errori che si commettono, a dare consigli, e tanto altro...
Fatevi sentire di pìù.
 
 
#4 Vito Facciolla 2010-04-21 00:50
Tengo a precisare che il discorso rimane circoscritto al Teatro. E' chiaro che in un libero mercato ognuno fa come gli pare, in tutti i periodi dell'anno! Il cartellone teatrale invece, è un servizio che la politica offre alla cittadinanza. Pertanto riferivo telefonicamente al caporedattore che spesso nelle città dove sono stato nell'ultima tournée con la compagnia dell'Amleto; abbiamo trovato convenzioni con alberghi e ristoranti! Ma solo noi del Teatro. Sicuramente da singolo cittadino avrei pagato di più. Ad ogni modo colgo l'occasione per invitare gli amministratori a prendere in considerazione questa ipotesi, e cioè che non basta preoccuparsi di offrire il servizio, ma mettere in conto forse di pagare una parte delle spese agli alberghi o B&B o ristoranti,ripeto, solo per le compagnie teatrali. Perché vi assicuro che è un'emozione bellissima ed un onore riuscire a scambiare quattro chiacchiere, il giorno dopo aver assistito alla rappresentazione, o semplicemente vedere in giro per la città personaggi che hanno fatto la storia del teatro; come è succcesso a me negli anni '80 incontrare Raf Vallone, Giorgio Albertazzi, Flavio Bucci, Isa Danieli, Tato Russo, Vittorio Gassman e tanti altri. Anzi, consentitemi lo sfogo! Forse non è nemmeno la sede opportuna per farlo! Io ho portato lungamente insieme a pochi altri il lutto per la perdita del Cinema Teatro Nuovo, e non voglio né dilungarmi né aprire una polemica. Come dice un nostro concittadino che vive in Inghilterra: "E' inutile piangere sul latte macchiato!" Ma penso che il Comune di Polignano ha il dovere di mettere in cantiere, fra in tanti progetti mai realizzati da trent'anni a questa parte, anche la ricostruzione di un Teatro comunale. Perché c'èm da dire che il nostro Paese ha avuto un pò di visibilità negli ultimi anni, ma da sempre è stato amato e conosciuto da una certa èlite di intellettuali, attori, ricercatori etc. i quali hanno goduto nel soggiornare alla famosa "Pensione Sportelli" , camminare nei vicoli bui, mangiare le cicorie impanate e portare ed esportare un pò del suono del nostro mare nei loro animi ed in tutto il mondo.
Ps.:faccio complimenti ed auguro buon lavoro a tutta la redazione
 
 
#3 Gordian 2010-04-16 16:40
Non dite castronerie, non sono di certo questi i problemi di Polignano, io vado spesso fuori(Nord Italia in località non turistiche) e pago per una notte nei B&B, circa 65 euro a persona.
Mi sembra strano che una persona come Vito Facciolla possa dire certe cose, cerchiamo piuttosto di affrontare i veri problemi del paese che sono quelli che riguardano persone che frenano puntualmente ogni tentativo di crescita.
Chiunque venga a Polignano non può fare altro che dormire nei carinissimi B&B che abbiamo ma, fuori da questi, il paese sembra ancora una masseria.
 
 
#2 banksy 2010-04-15 19:25
Settore Turistico Polignano
Sanguisughe Turisti Principianti



continua.......
 
 
#1 da soup 2010-04-15 16:23
Quando l'offerta è poca e la domanda è alta...

Non è solo il Sig. Rigillo ad essere deluso dall'offerta delle strutture turistiche; sono poche e i prezzi alti..

Non ci vuole molto a darci una spiegazione...quanto ai pacchetti ai B&B non interessano affatto perchè comunque lavorano...preoccupiamoci piuttosto di realizzare nuove strutture ricettive a patto che si integrino nell'ambiente, insomma non andiamo a costruirle in picco al mare o a recintare ulteriormente la costa.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI