Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

SERVIZI, GITA IN BARCA, ESTATE POLIGNANESE

cittattivo-polignano

SPORTELLO CITTATTIVO, PROGRAMMA DELL'ESTATE ENTRO MAGGIO.

RUGGIERO: 'Avremo il nullaosta dalla Capitaneria per formalizzare le gite in barca e il giro in grotta'

“Ne penso così bene che l’abbiamo inserito nella guida. Secondo me è un aspetto di novità che rappresenta un punto di forza, di semplificazione e di servizio per gli utenti.”. E’ il commento dell’assessore al Turismo, Mimmo Ruggiero, a proposito dello sportello telematico interattivo Cittattivo, la cui postazione sarà inaugurata a fine aprile e consentirà a turisti e polignanesi, esercenti commerciali di usufruire di numerosi vantaggi e servizi informativi.

Intanto, l’assessore, a margine di un incontro tra sindaco, assessore Colella e comandante della Capitaneria di Monopoli, fa il punto sull’atteso ufficio turistico, che doveva essere pronto entrobovino-cittattivo-ruggiero Natale, anticipando qualcosa sul prossimo programma dell’estate polignanese e importanti sviluppi sui nuovi servizi turistici di trasporto e giro in barca: “Con Cittattivo questi due giovani stanno dimostrando di essere bravi, preparati ed efficienti, godono della fiducia dell’amministrazione e quindi a loro bisogna prestare massima collaborazione e vicinanza sotto tutti i punti di vista. L’ufficio turistico è un work in progress dovrebbe vedere l’apertura a fine aprile, sicuramente pronto per la prossima estate. E poi ci sono tutti gli eventi dell’estate polignanese: stiamo lavorando per un calendario che sia efficiente ma anche di qualità. Questo è un impegno ufficiale, il calendario sarà pubblico entro e non oltre maggio.”.

L'INCONTRO CON LA CAPITANERIA - Questa settimana si è tenuto un vertice tra alti ufficiali della Capitaneria di Porto di Monopoli, sindaco Bovino, assessori Ruggiero e Fabio Colella per ricevere il nullaosta e poter formalizzare i punti di attracco delle barche che dovranno occuparsi del giro in grotta lungo la costa polignanese: “La Capitaneria - spiega Ruggiero - ha assicurato massima collaborazione e apertura. In attesa che riprendano i lavori per la realizzazione del porto turistico, senza dover aspettare altri anni, avremo a disposizione due punti d’attracco delle imbarcazioni: uno a Cala Paura, l’altro a Portalga. Per la prima volta, Polignano potrà offrire formalmente e legalmente questo servizio, per rendere fruibile il mare nel rispetto delle norme vigenti. La richiesta di espletamento del servizio è stata avanzata da più soggetti commerciali, almeno tre. Contiamo di avere a disposizione almeno sei imbarcazioni. I soggetti richiedenti potranno epletare il servizio finalmente in regola, rispettando tutti i dovuti adempimenti burocratici evitando la clandestinità e tutti i rischi del servizio, come si faceva finora.”.

SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO - L’assessore Ruggiero precisa che non ci sarà alcun bando, i soggetti potranno erogare il servizio anche in concorrenza fra loro. “Stiamo lavorando sui servizi - conclude - a breve parte il bando per l’autonoleggio, si spera di poter dare quattro, cinque licenze, che siano in grado di accompagnare turisti anche verso tour della tipicità. Vorrei mettere in evidenza la sensibilità mostrata dal sindaco.".

PORTO TURISTICO - Ruggiero conferma le indiscrezioni trapelate giorni fa da Palazzo di Città, e pubblicate su Polignanoweb, a proposito della riapertura dei cantieri per la costruzione del porto turistico. "E' vero - annuisce - dovrebbero iniziare dopo Pasqua.".

 

VEDI ANCHE I SERVIZI OFFERTI DALLO SPORTELLO CITTATTIVO

Foto: presentazione sportello Cittattivo in aula consiliare

cittattivo-aula-consiliare

Commenti  

 
#16 Gordian 2010-04-08 11:28
Come siete bravi a leggere tutti i nostri post e soprattutto a mettere il flag "vote down" quando qualcosa non vi aggrada. Voi dovreste sfruttare queste giornate come Pasqua e Pasquetta per pubblicizzare e promuovere il vostro paese in positivo, non in negativo. Siete decisamente down, riuscite sempre a non fare un bel niente, in questo avete il primato assoluto.
Ah...dimenticavo, il primato lo avete anche sui pessimi lavori pubblici.
 
 
#15 augusto cernò 2010-04-07 12:22
pregasi i politici locali di riorganizzare un'evento del tipo congresso nazionale della margherita!! Solo in tali occasioni le viuzze del centro storico e tutto il paese viene ripulito e messo a nuovo ! (.......):P
 
 
#14 augusto cernò 2010-04-07 01:03
vorrei conoscere i motivi ostativi che impediscono di ripulire l'arco marchesale dagli escrementi dei colombi,dai nidi creati dagli stessi,dai muri sudici e dal letamaio generale sul selciato.Ciliegia sulla torta è il raccoglitori di rifiuti sistemato proprio sotto l'arco.Bel bilgietto da visita!!!:sad:
 
 
#13 Gordian 2010-04-06 23:10
Se ci fossero stati i vigili non sarebbe cambiato assolutamente niente, da quando c'è l'amministrazione Bovino sono diventati moooolto tolleranti, si può parcheggiare ovunque nel centro storico. Che figura da terzo mondo davanti a tantissima gente.
 
 
#12 Gordian 2010-04-06 20:09
Come hai potuto constatare uno dei due pilomat non avrebbe risolto affatto il problema semmai l'avrebbe peggiorato, daltronde non era tanto difficile intuirlo.
 
 
#11 Cittadinanza Attiva 2010-04-06 08:30
Il giorno di pasquetta alle ore 12.00, entrando nel centro storico, ho chie sto ad un commerciante del luogo: perché entri in auto (l'assenza di vigil i, i pilomat bloccati, e la transenna amovibile tutto consentono) tra molti ssimi pedoni? Risposta: DEVO SCARICARE! Nel frattempo usciva l'auto di un r esidente prepotente e cafone che sentendomi discutere A MINACCIATO DI INVES TIRMI SE NON MI SPOSTAVO! Andando verso i vigili per denunciare l'accaduto, ho incontrato il legambientalista collaboratore fidato e gratificato dalla giunta Bovino e gli ho detto di interessarsi con la sua associazione di que sti problemi, denunciato l'accaduto al vigile piantone non ho verificato un qualche intervento (tant'é che Il commerciante a continuato e finito di sca ricare!)! Sprecano soldi nostri per andare alla BIT, ed il paese al primo e vento del turismo di massa é lasciato in balia di prepotenti e di "cosidett i imprenditori turistici"! La canalizzazione urgente dei veicoli in entrat a e l'utilizzo le aree a parcheggio periferiche e non, é indispensabile. P.S. I risultati per gli impegni presi, da tanto tempo, circa la uninformit à dei tavoli, delle sedie e dei gazebo dove sono finiti? In questi giorni a bbiamo visto cose esteticamente orripilanti e squallide. Controllori ed amm inistratori, dove siete quando Polignano vive queste situazioni?
 
 
#10 ciccio 2010-04-05 22:49
Per turista x caso l-amministrazione e' colpevole pure dei mozziconi di sigaretta.... questo la dice lunga ... non voglio fare l'avvocato dell'amministrazione che ha sicuramente tanta stradada fare... ma forse uno stimolo costruttivo come quello di Giuliani o Raffaello sono piu' utili al paese( di quello me ne importa, dell'amministrazione meno)del solito rabbioso ringhio da cani alla catena
 
 
#9 forestieri 2010-04-05 15:26
sarebbe bello che come prima iniziativa a favore del turismo la stampa e i mezzi di informazione si alleassero tra di loro e eliminassero dal loro dizionario la parola "Forestiero" peggio se detta in dialetto. Dobbiamo fare un salto mentale prima di cominciare a ragionare in termini di turismo. Nel salento il turista è sempre il benvenuto qua è sempre malvisto. Non si tratta di diventare servili ma di trasformare queste incursioni in risorsa
 
 
#8 turista per caso 2010-04-03 18:27
Tutti questi "turisti", hanno anche bisogno di andare in bagno....ma dove, soprattutto nel centro storico, questo non è possibile, neanche nei bar...quindi si arrangiano...per non parlare dei mozziconi di sigaretta, che tappezzano le piazze.
 
 
#7 Gordian 2010-04-02 21:12
Buone iniziative ma il percorso pedonale credo abbia priorità assoluta per un paese turistico. Sicuramente la gente residente inizialmente non la prenderà bene ma comunque iniziare i lavori non vuol dire farli rispettare immediatamente, inizialmente si potrebbe far rispettare la zona pedonale solo il sabato e la domenica, poi col tempo ...
 
 
#6 diaboliko 2010-04-02 20:45
Non possiamo dire che non sono belle iniziative, anzi...era ora. Un paio di cosine però dobbiamo sottolinearle perchè evidenzia il clima in cui si vive in paese
1) cosa significa "godono della fiducia dell’amministrazione e quindi a loro bisogna prestare massima collaborazione e vicinanza sotto tutti i punti di vista"? Affermare spudoratamente che si aiutano gli amici?...e gli altri? Con quali criterio saranno assegnate le licenze di taxi e barche?

2) Della cosa più importante non se ne parla: i parcheggi e, di conseguenza, viabilità e vivibilità del paese. Tutto tace. Consentimi Giuliani, il problema non è del solo centro storico ma di tutto un paese. Faremo un bel calendario dell'estate polignanese, giri in barca, ma dove li metteremo i turisti? Tutto tace. Si sente parlare di acquisizioni su Via San Vito ma un parcheggio all'ingresso di Polignano, un sindaco ingegnere, ci vuole tanto a pensarlo o non ne vede l'utilità?
La risposta è fin troppo semplice.
 
 
#5 Gordian 2010-04-02 20:03
Beh...si potrebbe provare con una barca a pedali, visto che la benzina si paga ed è anche cara si potrebbe far pedalare ragazzi con turnazioni diverse magari da 2 ore ciascuno così si crea anche occupazione.
 
 
#4 Gordian 2010-04-02 19:45
Caro Giambattista ammiro molto la tua caparbietà e il tentativo di far "spandè du sunn" qualche amministratore locale ma noi siamo terroni e così rimarremo. La nostra filosofia di vita è sempre quella che le regioni che si danno più da fare ci devono spedire i soldi per continuare a sopravvivere, questa è la nostra realtà.
 
 
#3 bludipintodiblu 2010-04-02 19:03
non vogliamo barche che buttino benzina nel mare dove ci facciamo il bagno! La capitaneria di porto quando deve collaborare, multando chi sosta a motore acceso dentro le grotte e chi non rispetta le distanza di sicurezza dalla costa, latita! Leggevo l'altro giorno su una rivista che il tipo di turismo che sta andando meglio è quello sostenibile. Noi invece dobbiamo continuare a fare gli zozzoni e a (s)parlare di lotta ai tumori in campagna elettorale, per acciuffare voti sul dolore della gente. Perchè non sostituire in giro in barca con un tipicissimo gozzo a remi? Perchè non lavorare in modo che il mare sia più pulito e quindi più ricercato da chi è stanco di passare l'estate a curarsi gli eritemi dovuti all'inquinamento dell'acqua? Perchè gli amministratori non imparano ad ascoltare la gente prima di decidere? Una cosa che adrebbe fatta per il turismo sarebbe quella di togliere quello schifo di depuratore, quand'è che sentiremo i nostri assessori parlare di questo?
 
 
#2 giambattista giuliani 2010-04-02 18:43
Da alcuni giorni la Puglia e Polignano sono presi d'assalto dai turisti, centinaia e centinaia di persone scorrono davanti al mio negozio, stranieri e non, a tutte le ore del giorno.
Cos'è cambiato rispetto all'anno scorso? Sono servite a qualcosa tutte le denunce fatte da me e da altri cittadini?
La risposta è sotto gli occhi di tutti, niente materiale informativo, niente ufficio turistico, niente bagni pubblici e aree pedonali.
Se possibile il traffico nel centro storico è addirittura peggiorato.
Qui potrebbe esserci ricchezza e lavoro per tutti, invece sono solo in pochi ad essersi svegliati e se devo essere sicero, mi sono anche stancato di ripeterlo...
Mi auguro che un giorno le autorità locani possano stimolare e incentivare l'imprenditoria locale e non danneggiarla con il loro immobilismo.
 
 
#1 da easter 2010-04-02 17:58
Gli accessi al mare?!! Ci dite, dopo che ci avete tolto il molo e or altre due cale per attracchi di barche, dove andremo a farci un bagno??
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI