Mercoledì 27 Marzo 2019
   
Text Size

VIA SARNELLI, NEL MIRINO I PROGETTI DEL SINDACO

cantiere-polignano-tettoia

Quella copertura autorizzata all’interno della recinzione di proprietà della concessionaria Automody su via Pompeo Sarnelli non piace, fa discutere, tanto che il dirigente tecnico Giuseppe Stama ha predisposto la sospensione in autotutela del cantiere. E’ accaduto dopo che i condomini del civico 289, di fianco alla concessionaria, hanno raccolto firme e inviato un esposto alla Procura della Repubblica, Carabinieri e Comune di Polignano.

Giulio Carone risiede al primo piano della palazzina che si affaccia direttamente sulla copertura, come si nota dagli scatti fotografici. Il passo che divide la ringhiera e il margine della tettoia è breve. Carone ha raccolto una decina di firme e inviato la lettera alla Procura: “Non saremo noi a giudicare - precisa - vogliamo solo vederci chiaro, essere sicuri che sia tutto in regola.”.tettoia-colonna-automody

LA PROTESTA - Sul versante opposto, a ridosso del cantiere, la famiglia Indiveri Martinelli risiede in una villetta con giardino. La copertura in costruzione è agganciata direttamente alla muratura della loro residenza, pochi centimetri sotto il balcone la tettoia sovrasta la vista panoramica. Il colonnato in cemento portante che sostiene parte della copertura si erge minaccioso, visibilissimo dal giardino di casa (vedi foto a destra e a fine articolo). In queste condizioni, passare dalla tettoia alla residenza è davvero un gioco da ragazzi.

La famiglia Indiveri è sul piede di guerra, ha scelto le vie legali: “Ci hanno informati solo una volta, quando i lavori per la realizzazione di questo scempio erano già iniziati da un pezzo. Ci rassicuravano, questo spiazzale dove sorge la copertura e che divide la nostra residenza dalla concessionaria di auto sarebbe stato adibito al verde - la figlia dei coniugi Indiveri Martinelli si sfoga così - La copertura arriva fin sotto il balcone, abbiamo paura che chiunque possa salire. Come possiamo stare tranquilli? Mia madre vive sola. E poi il sindaco deve fare solamente il sindaco, non deve fare progetti. Grazie a lui ci ritroviamo questa schifezza.”.

I DOCUMENTI - Il progettista dei lavori è l’Ing. Angelo Bovino, il sindaco. Dirige i lavori il Geom. Antonio Pacelli, consigliere comunale di maggioranza. L’Ing. Daniele Longo coordina le fasi di progettazione ed esecuzione, che è anche presidente del movimento Schittulli  sezione di Polignano. L’impresa esecutrice dei lavori è la Intini Costruzioni s.r.l. Il proprietario della copertura in costruzione pertinente al locale commerciale esistente, quindi Automody, è il sig. Torres Modesto che lo ha acquistato da Capotorto.

Le opere realizzate in corso di costruzione sono state autorizzate con permesso n. 2008 – 242 del 5 novembre 2008. Alla lettura dell’atto di compravendita n° 2208/IT del 28/02/2004 del notaio Massimo Cesaroni, sembrerebbe che le opere realizzate siano conformi. Brigido Licia, che poi è la proprietaria nonché moglie di Torres Modesto, titolare di Automody, ha acquistato dalla Capotorto il locale commerciale con quell’attinenza scoperta esclusiva. Da un estratto a pag. 6 dell’atto di compravendita, per quanto riguarda il capitolo dedicato ai diritti nei confronti di terzi, leggiamo che: “La parte venditrice (Capotorto, ndr) autorizza sin d’ora la parte acquirente (Torres, ndr) a porre in opera sulle facciate esterne dell’edificio eventuali canne fumarie e/o di ventilazione e a poter installare sull’area di pertinenza esterna (dove sta la copertura, ndr) eventuali gazebo, profilati di legno o altro previa autorizzazione comunale, senza che il proprietario richieda l’autorizzazione al condominio.”. Quindi il condominio, limitandoci all’atto di compravendita, non potrebbe recriminare nulla.

bovino-progettiIL CONFLITTO DI INTERESSI - Qualche dubbio sorge in merito alla sporgenza della tettoia rispetto al piano stradale e ai balconi delle due abitazioni confinanti. Non solo. L'art.78 comma 3 del D.L. 267/2000 in “doveri e condizione giuridica” (leggi sull’ordinamento degli enti locali) suggerisce che: “I componenti la giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici devono astenersi dall'esercitare attività professionali in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato”. Il progettista dei lavori, in questo specifico caso, è il sindaco, nonché ingegnere edile. Tuttavia, il progetto è stato redatto prima che il sindaco Bovino venisse eletto. La domanda del permesso di costruire risale al 1° dicembre 2006, quando Bovino non era ancora alla guida di questa città. Oltre che progettista, agli atti risulta che Bovino fosse anche direttore dei lavori, la cui direzione è passata solo successivamente, dopo l'elezione, al consigliere Antonio Pacelli.

IL CONTESTO POLITICO - La tensione a Palazzo di Città cresce, si taglia a fette. In questi giorni parte dell’opposizione in consiglio comunale sta preparando il terreno per una vera e propria offensiva. Negli uffici comunali c’è un via vai continuo: alcuni consiglieri di minoranza hanno richiesto atti e pratiche. Si parla di documentazioni richieste e almeno tre progetti in materia di edilizia personalmente redatti e progettati dal sindaco nel corso del suo mandato, quindi in conflitto rispetto al famoso articolo 78.

Mentre voci di maggioranza urlano allo scandalo e preparano la difesa - “stanno facendo polizia giudiziaria, si vuole colpire indirettamente il sindaco” - l’opposizione annuncerà a giorni una conferenza stampa per denunciare pubblicamente i presunti abusi, fornire atti e documentazioni. Il nervosismo e i malumori dell’ultimo consiglio comunale possono giustificare il contesto politico.

Lunedì scorso l'assise è finita in bagarre: a proposito della discussione del primo punto all’ordine del giorno, l’opposizione ha contestato l’urgenza del consiglio comunale e ha poi abbandonato l’aula durante il voto. “La convocazione è illegittimità - fa notare Salvatore Colella ai nostri microfoni - l’hanno fatta con la motivazione dell’urgenza che, in realtà, non c’era. Un consiglio si convoca ad horas solo quando a monte c’è una data di scadenza. E’ inaccettabile che venga convocato sulle previsioni e presunzioni di questa maggioranza. Se i tempi non vengono rispettati gli atti diventano illegittimi.”.

I consiglieri di minoranza mantengono le bocche ben cucite. L'oggetto di discussione a margine del consiglio, all'esterno, è sui presunti abusi edilizi e conflitto d’interessi del sindaco. Salvatore Colella non usa mezze misure e si lascia sfuggire qualcosa: “E’ vergognoso che un sindaco stia a pensare a firmare progetti che non può firmare, a commettere abusi edilizi, piuttosto che pensare a recuperare risorse per questo paese. Il sindaco dorme.”.

tettoia-automody

Commenti  

 
#30 Geppetto 2010-03-15 22:30
@CIP e CIOP sei un po presuntuoso però,ammesso e non concesso che sia come tu dici,ma un sindaco che è controllore e controllato,che detiene la delega della Polizia Municipale,che è il capo del dirigente dell'ufficio Tecnico, ti sembra poca cosa? o veramente siamo nella repubblica delle banane dove ognuno fa quello che vuole? soprattutto se detiene il potere?
Io da cittadino sono e mi sento indignato dei capi bastone non me ne importa nulla,ma questo sindaco *moderato*!
 
 
#29 cittadino con voto a destra pentito 2010-03-15 18:31
Per cip e ciop
Vedo che ti arrampichi sugli specchi, io non ho parlato di lastrico solare ma bensì di suolo pubblico.Infatti al rione gelso (dove sorgono i ristoranti/pizzerie) non occupano il lastrico solare ma bensì suolo pubblico (la strada!!!!!!!!!!!) e dato che sei informato sulle leggi dovresti sapere che non si può, o meglio non si potrebbe per i normali cittadini, occupare permanentemente il suolo pubblico. Per concludere sono passati tre anni, ed in questi tre anni che ho cambiato idea sul sindaco e sulla giunta. A proposito a Polignano c'è una giunta di DX o SX???????.
 
 
#28 Barrister 2010-03-15 10:00
Per Cip e Ciop: saresti così cortese da illuminarci vista la tua capacità di documentarti e studiare? 1) ti dispiacerebbe citare per intero l'articolo del regolamento edilizio a cui ti riferisci? parli di coperture di qualsiasi genere per il 50% del lastrico solare....dopo i puntini cosa c'è scritto? spero ci siano i cortili visto che il lastrico solare è cosa diversa rispetto alla superficie che si sta coprendo. 2) se non c'è alcuna incompatibilità, saresti così cortese da citare dove hai letto che il Sindaco possa progettare interventi edilizi sottoposti all'approvazione della sua stessa amministrazione? spero che non citi il regolamento di Enna!
 
 
#27 CIP E CIOP 2010-03-14 17:52
1) il ns regolamento edilizio consente di poter coprire con coperture di qualsiasi genere (materiale), con verande, gazebo, stenditoi, il 50% della superficie del lastrico solare...
nell'edilizia il margine di discrezionalità è minima quasi zero e sopratutto è il settore piu normato... quindi caro "cittadino che sicuramente non hai votato a destra" evita i soliti bla bla bla, non dire sciocchezze e sopratutto non dire cose inesatte perchè la gente non è stupida.

2) continuate con questa incompatibilità Sindaco/Ingegnere...
ma volete documentarvi, ma volete studiare, volete un attimino mettere da parte quel "benedetto" dito che viene sempre e continuamente puntato verso il sindaco.. basta con questa ipocrisia, basta con questa demagogia, basta... perchè la gente è stanca di questi lamenti, capricci.. a voi (di sinistra e/o Vittiani/focarelliani/colelliani/lomeliani) interessa solo conquistare le chiavi del paese... il potere vi interessa... non digerite ancora la sconfitta... fatevene una ragione.. sono passati quasi tre anni.
basta!!!
 
 
#26 Franchino papè 2010-03-12 17:37
Di certo il conflitto d'interesse con la costruzione del Penny market c'è. soprattutto perche questa amministrazione ha fatto di tutto per non portare in consiglio comunale la regolamentazione per le medie strutture di vendita richiesta dalla Confcommercio che ne avrebbe impedito la realizzazione.:cry::cry::cry:
 
 
#25 LA VOCE DEL PAESE rachel 2010-03-12 15:34
bisogna smetterla con l'omerta',bisogno che il popolo insorga pacificamente e democraticamente, istruendo l'attuale amministrazione, di cosa significano le parole "GIUSTIZIA" e "LEGALITA'". Il sindaco ha fatto rilasciare un'intervista sul fax(noto settimanale dell'attuale maggioranza) da un assessore di primo pelo,che sicuramente sa di piu' di economia che di urbanistica,tentando timidamente di giustificare l'obrobrio concesso ad *moderato* in via sarnelli!!!!! La domanda sorge spontanea " Sindaco quando la smetterai di prenderci per il ...."
 
 
#24 cittadino con voto a destra pentito 2010-03-12 14:02
Caro CIP e CIOP, evidentemente tu non vivi a POLIGNANO oppure ti autoconvinci che tutto và bene.
A proposito di gazebo, abbiamo un ristorante/pizzeria *moderato* che all'interno ha 10 posti a sedere e all'esterno, usando suolo pubblico 366 giorni all'anno (per alcuni è sempre bisestile) 100 posti, il ristorante *moderato* tutti idem con patate. Invece se un cittadino chiede onestamente di poter costruire un gazebo sul terrazzo nascono 10.0000 problemi. A polignano è consentito costruire solo a pochi amici ed amici degli amici. Ormai non mi meraviglierei se un giorno, svegliandomi, non trovo le gru montate sullo scoglio dell'eremita con un progetto ovviamente firmato dal nostro sindaco e controfirmato dal responsabile dell'ufficio tecnico. In due anni, a parte pista ciclabile (da chi viebe usata?) e ponte di collegamento tra i due lungomari ( attualmente sotto fermo) in cosa è migliorata Polignano????
Strade di accesso con voragini immense, sporche. Alla C2 è stato inagurato un 1/2 centro commerciale che per raggiungerlo bisogna avere il TOM TOM. Le scuole fanno acqua dapertutto (nel vero senso della parola) i bambini portano da casa carta igienica, sapone per le mani ecc. ecc.. Dove si vede il progresso di Polignano????????
L'IMPORTANTE E' COSTRUIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#23 Nathan Never 2010-03-10 17:36
Eccerto, l'opposizione che diceva no agli sportelli unici, per poi vararne il doppio è proprio quella adatta a parlare di abusi edilizi. si si.
 
 
#22 stop per cip e ciop 2010-03-10 17:03
...e poi sappi che io non sarei nemmeno dell'opposizione, ma siete voi (sei un politico, è evidente) che ci state (noi cittadini)con il vostro operato costringendo a "migrare" dalla parte opposta, che nemmeno stimo tra l'altro.

Critico infatti anche l'opposizione, che si sveglia solo ora, visto che adesso temono di affondare insieme a tutta la barca...quindi salviamoci la faccia e tiriamo fuori le carte, sperando nella rimonta.

Resta il dato di fatto che il nostro sindaco adesso non potrà dire che si tratta solo di accuse infamanti. Il mio voto (dato a lui) è andato sprecato, posso dirlo?? Ma questa incompatibilità continuate a rinnegarla??

Quindi non criticate chi scrive, poichè come ti ho già detto non siamo politici di opposizione, come voi che ribattete, ma cittadini, veramente ma veramente disgustati da come la cosa pubblica venga gestita. Saluti.
 
 
#21 stop per cip e ciop 2010-03-10 15:40
cip e ciop: le risposta alle mie domande la trovo nell'articolo CONFERENZA OPPOSIZIONE: PRONTO DOSSIER SU 'ABUSI EDILIZI'...puoi anche non scomodarti più a rispondermi. Carta canta....
 
 
#20 cip e ciop 2010-03-08 22:43
carissimo stop, tu parli di verde condominiale...
solo oggi i condomini si rendono conto che quell'area è verde condominiale?
Ieri si presentava un piazzale pavimentato, recintato e sopratutto occupato da autoveicoli in esposizione.
Oggi con la realizzazione della copertura, qualcuno si ricorda che quell'area è verde condominiale.
Per il manufatto citato da "amala" vi sfido a verificare la data di presentazione del progetto, il tecnico che ha espresso il parere favorevole e sopratutto verificare il dirigente che ha firmato l'ultima richiesta di documentazione integrativa...(documantazione propedeutica al rilascio del titolo autorizzativo) vi suggerisco solo due cose: presentazione progetto anno 2005... il tecnico comunale che ha sottoscritto l'istruttoria con esito favorevole non era Stama... vi dice qualcosa tutto questo in tema di trasparenza e di correttezza del nostro sindaco???
Dov'e' il conflitto di interessi?
Pratica Automody: il sindaco (ing. Angelo Bovino) ha firmato solo la progettazione quando non era Sindaco...
cosi' come per la pratica di Penny market...
Continuate ad infangare il sindaco, voi dell'opposizione... ci sarà sempre qualcuno che da oggi in poi vi rispondere con i numeri e non con le "chiacchiere"...
Auguri a tutte le donne!!!
 
 
#19 annalisa 2010-03-08 12:51
noi facciamo i commercianti e non ce ne frega niente di tutti gli altri
se una casa è antica noi la rifacciamo nuova, gli attacchiamo i balconi, gli costruiamo sopra e distruggiamo tutto intorno.
se di fronte ci sono i vigili urbani non ci spaventiamo perchè tanto non ci fanno niente dato che il nostro costruttore è un palazzinaro e ha tanti amici dentro e fuori i palazzi.
se stravolgi completamente la facciata di un edificio di 200 anni, che non si può fare da nessuna parte, a polignano non devi scrivere che stai facendo lavori di manutenzione straordinaria ma solo manutenzione e il cartello non è necessario che lo metti in maniera che tutti lo vedano (come vuole la legge) puoi metterlo nascosto, tanto nessuno dice niente.
poi se sequestrano l'edificio perchè hanno esagerato, miraccomando non scrivetelo sui giornali e non parlatene.
noi siamo i commercianti, sappiamo piantare l'insalata e il lollo.
noi siamo meglio di voi e voi dovete solo attaccare il ciuccio dove dice il padrone.
 
 
#18 amala 2010-03-06 10:57
Altro che conflitto di interessi.....per non parlare del nuovo ipermercato PENNY MARKET che aprirà prossimamente nel nostro paese...indovinate chi ha firmato il progetto : il nostro sindaco ANGELO BOVINO.....*moderato*
 
 
#17 Captatio benevolentiæ 2010-03-05 21:54
caro "giusto", finalmente un commento intelligente, gente come te mi fa sperare ancora nella possibilità di un futuro migliore.
 
 
#16 e assai darasso 2010-03-05 21:53
A visitatore: se la piazza monumento e' di proprieta' del bar Campanella potrebbe fare richiesta di permesso di costruire per una copertura...oppure...???? documentati!
 
 
#15 stop per il giusto 2010-03-05 19:53
Hai ragione "il giusto" non si penalizza solo l'attuale sindaco (ora c'è lui in ballo e si parla di lui) perchè anche coloro che lo hanno preceduto poco hanno fatto per il paese, molto di più avrebbero potuto fare e soprattutto hanno spianato la strada alla politica dell'interesse privato che prevale sul bene pubblico. Tu nn convieni su questo?
 
 
#14 stop 2010-03-05 19:50
Cip e cip: voci di popolo dicevano che quella era zona verde condominiale...allora la famiglia Indiveri Martinelli e Giulio Carone (come riporta l'articolo)si sono impazziti se a priori sanno che è "già tutto in regola" salvo poi adire le vie legali..ma tu sei più informato di me, si vede, non deduci solo dall'articolo...non sono così sicuro che tu saresti stato contento nei panni di Giulio carone (mi permetto di fare nomi poichè citati dall'articolo).
 
 
#13 visitatore 2010-03-05 01:15
Gente la legge è uguale per tutti. E se proprio la legge non fa discriminazioni significa che, anche il bar Campanella sul MONUMENTO provocatoriamente potrebbe presentare un progetto del genere. E' finalmente vedere polignano piena di questi gazebo. Se qualcuno di voi aprisse il dizionario si accorgerebbe che gazebo significa chiosco da giardino. E' un mistero io il giardino non riesco a rintracciarlo in quel luogo.
 
 
#12 il giusto 2010-03-04 19:56
mi dispiace dirlo su questo sito non si fa altro che penalizzare il sindaco Angelo Bovino....a questo punto vi chiedo ma scusate i precedenti sindaci e precedenti assesori quando erano in maggioranza cosa hanno fatto per il paese??? ora si vestono da paladini della giustizia e ne combinano di tutti i colori per screditare questa amministrazione perche' rivogliono il posto in maggioranza per sentirsi soddisfatti!!

Mi dispiace dirlo mi sa tanto che viviamo in un paesino dove
 
 
#11 cip e ciop 2010-03-04 16:59
La copertura è stata autorizzata in aderenza sia al fabbricato condominiale che al corpo di fabbrica ex IACP o ancora IACP. il codice civile consente la costruione in aderenza e in questo caso la struttura è in aderenza.
Oggi il cantiere presenta solo la realizzazione dei pilastri (e basta) quindi nessuno puo dire oggi che sono state realizzate difformità rispetto il progetto autorizzato... se ci sono evidenziatele!!!
Se vicino casa mia un cittadino realizzasse un manufatto legittimo o una copertura o qualsiasi altra opera non farei assolutamente niente, se si puo' si puo' ... e basta...
Aggiungo, qualcuno parla di poveretti (riferito ai condomini), ma i famosi condomini hanno già rilasciato in sede di stipula notarile il nulla osta alla realizzazione di qualsiasi struttura e/o copertura (legittima) sull'area pertinenziale del locale commerciale di Automody... leggete bene l'articolo.
Altre domande?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI