Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

POLIGNANO ALLA BIT DI MILANO

bit-milano-fiera-polignano

 

Secondo giorno meneghino a suon di Bit (Borsa Internazionale del Turismo). Nel nuovo Polo Fieramilano di Rho, complesso progettato dall’architetto Massimiliano Fuksas, inaugurato nel 2005, Polignano si è ritagliata un piccolo spazio all’interno dello stand dedicato alla Provincia di Bari.

“Sta andando benissimo. Ieri e oggi meno gente. E' aperta agli addetti ai lavori. Domenica si prevede il pienone, la fiera aprirà al pubblico”. Mimmo Ruggiero, assessore al Turismo, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione qualche ora fa, ci tiene in costante aggiornamento.

Sono le ore 18.00: “La Bit è una vetrina importante. Abbiamo uno spazio autonomo con un totem per la promozione. Penso tuttavia, che il turismo vada fatto tutto l’anno. Io punto a un marketing più coordinato, questo è il mio progetto. E’ questa la grande sfida e siamo tutti chiamati a un progetto comune”.

IL NUOVO DEPLIANT E LE CRITICHE - Sul banco ci sono i nuovi depliant da distribuire: presentati ufficialmente mercoledì scorso agli sponsor, sono stati già oggetto di aspre critiche. Partoriti dalla mente creativa di Giampaolo Ingrassia, brand manager, lo stesso che ha progettato il logo dell’assessorato al Turismo.

“Giampaolo si occupa di comunicazione di qualità e punta al brand. L’impatto, alla presentazione della guida è stato positivo. E' un prodotto di nostra proprietà, il comune mantiene il copyright. Tra l’altro il tutto è stato realizzato con un costo minimo - fa notare Ruggiero - ci sono circa dodici sponsor che hanno contribuito alle spese. Il comune ha sborsato una minima quota. E’ una guida illustrativa del nostro paese. La distribuiremo in 20mila copie (16mila delle quali in italiano, 4mila in lingua straniera) attraverso i canali offerti dalle strutture ricettive: hotel, b&b, ristoranti e l’istituendo ufficio turistico”.

La primavera segnerà così l’apertura, forse in aprile, dell’agognato ufficio turistico. Due sedi: una al centro Informagiovani in piazza Minerva, l'altra nella nuova sede del Comando dei vigili.

_________

VEDI ANCHE POLIGNANO ALLA BIT SENZA STAND

Commenti  

 
#14 Gordian 2010-02-25 21:22
Forse avete dimenticato il parcheggio del campo sportivo ancora inutilizzato, non è molto grande ma comunque si può sfruttare.
 
 
#13 Claudio 2010-02-25 13:06
brandbraker,
Dubito che conoscano questa figura professionale altamente specializzata. Penso che non possono neanche permettersela...
Queste "cose", sono sempre fatte in modo genuino, alla vecchia maniera... una promozione casereccia... da qui la poca aggressivita' dell'offerta!!!
e' come dare una ferrari in mano a uno senza patente...
Roba da far girare le palle agli addetti ai lavori quelli veri...
 
 
#12 ciccio 2010-02-25 01:24
Bravo TURISMO! bisogna abbassarei prezzi e rendere conveniente il soggiorno( impariamo dai Riminesi) e non leccarci le dita fregando il prossimo(leggi turista) appena ci capita a tiro....Onestà innanzitutto e lungimiranza!
 
 
#11 diaboliko 2010-02-23 12:22
Sul turismo eviterei di fare commenti uguali ad altri post precedenti, tanto l'assessore va per la sua strada, con le sue idee, progetti ed amici, con l'avallo si del sindaco ma soprattutto dei consiglieri di maggioranza e soprattutti quelli di AN che assistono a questo far niente il cui colmo è il non dare la cittadinanza onoraria a Zalone nulla fanno (se non ostentare le loro capacità (?)) per eliminare questo inciucio imposto.
Ripeto solo una cosa, la primavera è alle porte e la situazione viaria è intatta all'anno precedente: non c'è un nuovo parcheggio e di conseguenza un piano di viabilità per i turisti e soprattutto, neanche se ne sente parlare.
Siamo alla frutta, ormai.
 
 
#10 Gordian 2010-02-23 11:10
La segnaletica come dici tu manca in tutto il centro storico e non solo in Piazza dell'orologio. Dovrebbero essererci indicazioni agli ingressi e cioè nei pressi dell'Arco Marchesale e all'inizio di Via Roma e poi a riempire tutto la parte interna(a molti sconosciuta). C'è un pò di lavoro da fare e non si deve trascurare il fatto che i turisti devono avere almeno la possibilità di poter passeggiare, quindi il "famosissimo" percorso pedonale e poi un pò di verde non guasterebbe lì dove manca...
 
 
#9 milano13 2010-02-22 12:56
ieri sera 21/02/10 eravamo nella galleria del duomo di milano dove c'è stata la presentazione del nuovo brand della costa dei trulli, a dire il vero piu' che la costa dei trulli non si è parlato che di polignano a mare anche nell'intervento di checco zalone il quale ironicamente ha anche detto "che per tutta la pubblicità fatta a polignano con il mio film", ha fatto capire che dall'amministrazione, presente all'evento, non ha ricevuto neanche un simbolo (io darei le chiavi della città solo per la frequentazione che lui fa periodicamente della stessa polignano poi aggiungiamoci anche il film, memore che sono state date ad un certo Rutelli per meriti ancora da scoprire).
Poi come ultima cosa chi è l'assessore al turismo?
Mimmo Ruggero *moderato* io piu' che l'assessore gli avrei fatto fare l'imbalsamatore,con questo "assessore" qui cavolo che polignano ne farà di strada a livello turistico tantissima!!!!!!!.Ma io dico anche al sindaco presente ieri sera alla manifestazione ma gli assessori come li sceglie e con quale criterio, un curriculum lo guardate, *moderato*
 
 
#8 turista per caso 2010-02-22 11:27
Ma perchè non iniziano a sistemare una segnaletica decente, soprattutto nel centro storico...una volta giunti in piazza dell'orologio,i "turisti", per affacciarsi alle balconate,devono chiedere indicazioni ai residenti, su quale stradina inboccare......ci vuole tanto...
 
 
#7 freemind 2010-02-21 12:53
per quanto riguarda il turismo stiamo all'eta' della pietra ancora, per colpe politiche e di mentalita'della gente poco ospitale quasi montanara .
un comune che si permette di deturpare il paese polignano con strutture come quella per esempio della polizia municipale, senza nessuna logica e fuori luogo rispetto al contesto, daltronde non abbiamo un architetto del territorio ma tanti ingegneri affamati di cementificare che trovano il suo rappresentante migliore nel sempre servizievole e accomodante sindaco.
Per non parlare delle strade dissestate ovunque da paese delle carrozze .
Insomma non si puo' continuare a vivere di gloria su cio' che il buon Dio ci ha lasciati, se proprio non si puo' fare meglio di Dio almeno non lo distruggiamo.
 
 
#6 Gordian 2010-02-20 17:56
Secondo me ha priorità il fatto di rendere il paese visitabile a piedi per qualto riguarda la parte storica. Poi si può discutere di tutto il resto...anche se i prezzi dei b&b non li trovo alti.
Io personalmente quando vado fuori(in Italia) pago una singola 65 euro in città non turistiche, qui forse si paga anche meno.
 
 
#5 mondolibero 2010-02-20 17:25
TUTTI insieme possiamo fare molto per il turismo a Polignano , iniziamo ad a far abbasare i prezzi dei B&B, e tanto altro ........................................................................................................
 
 
#4 mondolibero 2010-02-20 17:21
Il turismo è la pratica, l'azione svolta da coloro che viaggiano e visitano luoghi a scopo di svago, conoscenza e istruzione.

Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale del Turismo (World Tourism Organization, un dipartimento delle Nazioni Unite), un turista è chiunque viaggi in paesi diversi da quello in cui ha la sua residenza abituale, al di fuori del proprio ambiente quotidiano, per un periodo di almeno una notte ma non superiore ad un anno e il cui scopo abituale sia diverso dall’esercizio di ogni attività remunerata all’interno del paese visitato. In questo termine sono inclusi coloro che viaggiano per: svago, riposo e vacanza; per visitare amici e parenti; per motivi di affari e professionali, per motivi di salute, religiosi/pellegrinaggio e altro.
 
 
#3 brandbraker 2010-02-20 15:57
Non so se l'amichetto di Ruggiero sia un "brand manager"...a giudicare dagli articoli apparsi e da ciò che gira su Facebook è sicuramente un BRAND COPIER!
 
 
#2 brandbraker 2010-02-20 15:53
Quando torna l'assessore con l'amico potete spiegargli cos'è il BRAND MANAGER?
Magari fategli leggere la definizione:
Citazione:

E' responsabile della definizione dell'identità di specifici prodotti/marchi o programmi nell'ambito della comunicazione e del marketing, a partire dalla declinazione dei valori di marca (analisi e definizione del brand, strategie di marca, concept di comunicazione e creative brief) fino all'identificazione dei criteri di utilizzo dei diversi canali di comunicazione. Cura e gestisce le relazioni con le agenzie di pubblicità, promozione e relazioni pubbliche.

Il brand manager coordina generalmente un team multidisciplinare che comprende esperti di marketing, creativi e componenti che possono provenire da diverse funzioni (Ricerche di mercato, Ricerca & sviluppo, Produzione, Acquisti, Packaging, Finanza, Logistica e Sales).

A questa figura è richiesta generalmente la laurea in discipline economiche (meglio ancora se seguite da master e corsi di specializzazione in marketing).
La formazione vera e propria avviene, però, all'interno dell'area marketing dell'azienda, dove l'inserimento nella posizione di assistant brand manager e lo svolgimento dei relativi compiti consentono di guadagnare esperienza e preparano al ruolo di brand manager. Molte aziende richiedono, inoltre, una buona conoscenza di lingue straniere, in particolare l'inglese.

Il brand manager deve avere doti di creatività, attitudine alla leadership e alla negoziazione, ottime capacità decisionali, comunicative e gestionali e uno spiccato orientamento al risultato. Lavorando a stretto contatto con numerosi soggetti, risulta fondamentale l'attitudine al lavoro di gruppo.
 
 
#1 Gordian 2010-02-19 21:40
Ma ci saranno degli interventi in paese per ospitare eventualemte i turisti? Magari mostrare le nostre bellezze in modo almeno sufficientemente fotografabile?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI