Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

VITA NUOVA AL CONSORZIO, INTERVISTA AL SINDACO

trulligrottamare

NOMINATO IL NUOVO DG DEL CONSORZIO

Il consorzio Trulli Grotte Mare ha eletto il nuovo direttore generale. Si chiama Mirco Casalino, piace anche al nostro sindaco, Angelo Bovino, presidente del consorzio.

Ai nostri microfoni, Bovino annuncia importanti novità che, definitivamente, dovrebbero tirare fuori dalla crisi il consorzio: “Stiamo finalmente iniziando un percorso normale che vede tutti gli organi istituzionali nella piena efficienza, direi in particolare con la messa in campo del direttore generale, di freschissima nomina, per la prima volta nella storia”.

ESITO DEL BANDO PRIMA DELLE REGIONALI? - L’amministrazione comunale, nello stesso momento, ha aderito al bando regionale per la realizzazione dei sistemi turistici di prodotto. “Credo che dovremo sacrificarci ancora un pochino per attendere i risultati del lavoro. La nomina del direttore generale è un grande passo verso il riconoscimento di un organo di promozione del nostro territorio, che rappresenta una delle parti più belle della regione puglia, soprattutto sul piano dei valori e del patrimonio storico culturale. Nel frattempo, abbiamo aderito al bando regionale, attendiamo l’esito della regione puglia: dubito però che riusciranno prima delle elezioni a ultimare la selezione dei bandi. Al bando contiamo molto perché, tra l’altro, questo progetto è stato preparato da un ex dirigente della regione, nonché rappresentante del comune di Polignano in seno al cda del consorzio, nominato dal dott. Mario Volpe. Attendiamo l’esito di queste progettualità, sviluppando le quali abbiamo puntato sulla messa in rete di un sistema di pubblicizzazione, di frequentazione e di conoscenza del territorio, un progetto che porta il territorio ad avvicinarsi al sistema turistico.”.

La storia del consorzio Trulli Grotte Mare è segnata da continui fallimenti e false aspettative. Solo oggi, come tra l’altro promesso dal sindaco Bovino in una nostra intervista esclusiva rilasciata nell’ottobre del 2009, la situazione sembra lentamente rientrare alla normalità.

LA STORIA DEL CONSORZIO TRULLI GROTTE MARE - E’ stato creato nel 2005 allo scopo di valorizzare il territorio attraverso una promozione turistica, consorziando ben nove comuni della provincia di Bari e Brindisi: Polignano a Mare, Alberobello, Castellana Grotte, Conversano, Fasano, Locorotondo, Monopoli, Noci, Putignano. Un’impresa titanica, ardua e lungimirante, almeno sulla carta, ma non nelle intenzioni e nei fatti.

All’epoca, molti sindaci e assessori minacciarono di tirarsi indietro, rompendo il sodalizio della propria città dal consorzio, in particolare i comuni governati dal centrosinistra quando il presidente del consorzio era Simone Pinto, sindaco di centrodestra a Castellana. Modesto De Girardis era assessore al turismo del comune di Polignano e versava una quota annuale di 8.500 euro (proporzionale in base al numero degli abitanti). Dopo aver aderito, denunciò una posizione fortemente accentratrice da parte del sindaco di Castellana. Il primo cittadino di Putignano, De Miccolis, ammise: “non ha senso restare in un consorzio non operativo!”.

Molti comuni paventarono, già qualche mese dopo, la morte imminente del consorzio: Ostuni e Cisternino non ci pensarono due volte a tirarsi fuori, l’hanno fatto e, ironia della sorte, i risultati per loro sono andati via via migliorando: lo spessore sul piano turistico e ambientale maturato negli ultimi anni dalla città bianca è indiscutibile.

“Stiamo finalmente uscendo da una gestione monocratica che ha visto gestire il consorzio da una sola persona (il riferimento è a Simone Pinto, ndr) e che ha profuso tutte le risorse soltanto in rappresentanze, senza una strategia, una programmazione, una visibilità oggettiva, per cui i risultati veramente sono stati scarsi”. Così, il sindaco di Polignano, Bovino, ai microfoni di Polignanoweb il 28 ottobre 2009. Intanto, sul nostro quotidiano si è già riacceso il dibattito sul turismo a Polignano, con l'annuncio non ancora confermato dell'attesa apertura dell'ufficio turistico.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI