Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

PIANO CASA, QUALI INTERESSI NELLE MAGLIE?

focarelli-piano-casa-maglie

Le contrapposizioni forti tra maggioranza e opposizione, dell’ultimo consiglio comunale, hanno riacceso i riflettori sulla questione politica e conflitto d’interessi, legittimità delle azioni e trasparenza pubblica.

Dopo due settimane, quel consiglio comunale brucia ancora. Intanto, l’abbandono in aula della minoranza, poi il parere contrario del dirigente tecnico ai continui assedi della maggioranza nel tentativo, in aula, di includere alcune maglie sul regolamento di attuazione del piano casa. Tutto lascia spazio alla riflessione. Qual è la posta in gioco? Quali interessi si celano nel tessuto vitale di queste maglie?

Ripercorriamo per sommi capi la vicenda con Angelo Focarelli (Pd). “La regione dava come termine di scadenza i sessanta giorni dal momento dell’approvazione della legge. La regione, malgrado la restrizione di molte arre del piano casa, ha concesso ai comuni la possibilità di andare in deroga. La deroga al piano casa andava fatta entro novembre 2009 e fin qui nulla di strano; i tempi sono stati rispettati. Inserimmo già nel piano casa delle zone escluse dalla regione. Dopodiché i comuni dovevano approvare il regolamento di attuazione del piano casa. Il regolamento è stato portato venerdì in consiglio comunale”.

IL MISTERO DELLE MAGLIE - A questo punto accadono dei fatti inspiegabili. I lavori in aula vengono sospesi per ben tre volte. La maggioranza si riunisce in combutta. “Loro - incalza Focarelli - hanno pensato di inserire delle altre maglie in zone vincolate, soprattutto della fascia costiera, che non erano state inserite prima nel piano casa, nel periodo di deroga. E’ una cosa illegittima - protesta - Quelle maglie che loro hanno cercato di inserire venerdì sono maglie all’interno delle quali ci sono degli immobili di proprietà di alcuni consiglieri comunali. Quando poi abbiamo abbandonato l’aula, quell’emendamento presentato da Maringelli non l’hanno potuto inserire nel regolamento, altrimenti avrebbero inficiato il regolamento stesso”.

Il testo alla fine è stato votato così com’era, grazie soprattutto all'alzata di mano del consigliere Teofilo: la maggioranza, senza di lui, non aveva i voti. Passerà con 11 voti favorevoli e 10 assenti. “Hanno presentato una mozione - Focarelli è sbalordito - con la quale si ripropongono di portare in consiglio comunale una delibera per modificare sia il piano casa che il regolamento; quindi una mozione che non ha senso. L’ingegnere comunale alla fine, a malincuore dette il parere contrario a questa mozione”.

Resta da capire come mai tutta questa fretta di inserire le maglie nel piano casa, e perchè non se n'è discusso prima, nel periodo di proroga.

Focarelli ne ha pure per la famosa stradina di collegamento tra Lama Monachile e il centro, alle spalle della nuova caserma di Polizia Municipale: “Quella strada vorrebbero darla in concessione al condominio di cui fa parte un consigliere comunale”.

“Sul voto di Saverio Teofilo nulla da recriminare - conclude il consigliere Focarelli - lui è libero di fare quello che vuole, ma in questo momento sta appoggiando la maggioranza.”.

Commenti  

 
#12 Colella Fabio 2010-02-10 19:52
che cos'è l'ufficio regionale? regolato e demandato?
...terreno a 500 mt? da cosa?da chi?
perchè non ti sforzi di scrivere frasi di senso compiuto, oppure domande alle quali si possa risponde.
 
 
#11 Mr. Polignano 2010-02-04 02:09
ma ci rendiamo conto....stanno cercando di modificare, un Piano Casa, regolato e demandato dall'Ufficio Regionale.
Oggi si preoccupano, di coloro che per pochi metri di distanza...non rientrano nel Piano adottato...
E tutti coloro che hanno il terreno a 500 mt... ????....dovremmo dire pazienza, purtroppo è andata cosi....:D:D
 
 
#10 freemind 2010-02-03 18:59
a polignano i consiglieri sono come i porci, avidi , vogliono mangiare piu' che possono e , pure la strada di lama monachile voglono farla privata, mi cadono le braccia, ad ogni consiglio comunale io metterei l'esercito o i carabinieri per vigilare. Questo sarebbe il paese turistico che vogliono fare, mandiamo via questi avvoltoi di qualsiasi partito e fazione
 
 
#9 da tired 2010-02-03 14:50
bla bla bla: qui scrivono anche cittadini che nulla hanno a che fare con la politica, salvo che votare e giudicare.stiamo cercando di valutare oggettivamente i fatti, se hai seguito anche i forum su altre notizie, stiamo cercando di essere propositivi e dare alla discussione una piega non solo polemica.

QUESTO E' UN SITO SERIO PER QUESTO MOTIVO...perchè possiamo dire la nostra senza che vengano travisate le nostre azioni e pensieri di cittadini...
Se vuoi quel tipo di notizie vatti a leggere FAX giornaletto di partito nonchè tromba di sindaco e assessori, dopo aver letto ultimo articolo sugli alberi in via spadolini non posso che pensare questo, io boicotterò l'acquisto di un giornale che non è nè democratico nè portavoce della gente, e se vuoi saperla tutta io sono pure di destra...a Polignano o sei d'accordo con loro o fuori...non esiste dialogo, nulla...e un sindaco spara balle che si inventa le cose...GRAZIE redazione, siete stati gli unici che ci avete dato voce..RIPETO SONO UN CITTADINO, NON UN POLITICO!!!altrimenti montate su una polemica che il sito è dell'opposizione....

tu bla bla che scrivi sei sicuramente figlio, parente, nipote, amico soddisfatto di qualche politico al comune...io non ho nessuno, e si vede.E si vede pure lo schifo che stanno facendo al nostro paese. Nessuno escluso.
 
 
#8 Consigliere A. Pacelli 2010-02-03 14:11
Carissima Redazione,
ho letto l'intervista del Cons. Focarelli e ovviamente i commenti fin qui scritti.
Vorrei solo sottolineare che non ho avuto nessun contatto dalla redazione, e mi ritengo disponibile per qualsiasi chiarimento.
Grazie.
 
 
#7 per boring dal vero boring 2010-02-03 14:02
...per boring: puoi usare un altro nomignolo scusa...nella discussione PARI BOCCIA E VENDOLA VINCE IL VOTO LIBERO io sono boring...mi ritrovo a scrivere qui ma nn sono io!! Ad ognuno il suo nick, grazie!!
 
 
#6 lettore1 2010-02-03 12:30
Caro Dylan. Hai perfettamente ragione. Se Sparta piange, Atene non ride. Per la verità c'è qualcuno che è fuori dalle polemiche e non mi pare attaccabile. Il problema vero è che, pur essedo verificabile la proprietà dei suoli, così come la compagine di quelle società sorte negli ultimi mesi, chi si prende la briga di trascorrere qualche giorno presso i registri immobiliari per verificare le visure relative alla proprietà di certe aree? d'altra parte gli illeciti in assenza di varianti urbanistiche approvate non si sono ancora perpetrati e, finchè non si adotteranno atti concreti che assurgano a rango di reato (atti che, ad oggi, sono caratterizzati esclusivamente dalla scarsa opportunità politica) non si potranno fare nomi nè denunce. Caro Sig. Bla Bla Bla, non ci vuole un grande intuito per comprendere che nessuno sia intenzionato a subire querele finchè non verrà portato a termine l'iter autorizzativo
 
 
#5 dylan 2010-02-03 11:01
Focarelli non fa i nomi dei politici....bla bla bla non dice chiaramente che i politici non c'entrano...il problema, credo, e che attualmente le due parti politiche che hanno governato Polignano (Bovino & Co. da una parte e Vitto-Di Giorgio & Co. dall'altra) siano una ostaggio dell'altra.
 
 
#4 nicolateofilo 2010-02-03 04:02
Carissimo bla bla bla, prendiamo atto della tua critica, però c'è qualcosa che non torna. Con nostro grande rammarico, il giorno stesso dell'intervista a Focarelli, Fabrizio Lerede con la redazione ha provato a contattare l'assessore Fabio Colella e il consigliere Antonio Pacelli per una intervista, i quali però non hanno risposto al cellulare.

Abbiamo interpellato tante volte il sindaco sulla questione piazzetta, in via spadolini (finita nel calderone delle polemiche al consiglio comunale, dove si è parlato allusivamente di siti che fanno strumentalizzazioni rei di aver dato voce e spazio ai residenti e alla nea-polis)... lo abbiamo contattato telefonicamente, non solo non ha risposto, ma ha preferito replicare su altri canali d'informazione. Peccato che di tutte le parti sociali coinvolte, mancavano solo sindaco e assessore Raffaele Scagliusi, entrambi contattati telefonicamente. Che altro aggiungere?

Noi siamo sempre aperti e disponibili, il sito vuole dare spazio davvero a tutti, nessuno escluso: partiti, politici, associazioni, forze dell'ordine, sindacati, ecc.
Noi crediamo in questo grande progetto e il fatto che per te sia "serio e valido" ci da la forza per continuare a crederci.
Grazie.

La Redazione
 
 
#3 bla bla bla 2010-02-02 22:03
La cosa più facile in questo paese (o forse su questo sito) è dire "bla bla bla bla"... si punta sempre il dito verso la maggioranza... ma solo perchè chi commenta è parte integrante delle opposizioni...
Perchè non fate i nomi dei consiglieri che hanno le proprietà ricadenti nelle maglie inserite nella mozione presentata nell'ultimo consiglio...?
ma non basta!!!
bisogna anche verificare se poi questi consiglieri potranno usufruire del piano casa...
nessuno ha pensato che forse si voleva davvero evitare di adottare un provvedimento (o meglio era già stato adottato) con "due pesi e due misure"??? e quindi consentire tutti di ottenere il bonus volumetrico???
E infine perchè chi commenta non si documenta mai? e continua con i soliti bla bla bla???
Sono dispiaciuto solo perchè ritengo che questo sito sia serio e valido per la comunicazione del nostro paese... ma bisogna sempre intervistare e sentire l'altra medaglia... comunque e ovunque...
magari qualcuno potrebbe anche smentire Focarelli & co.!!! anche se focarelli si smentisce da solo...
 
 
#2 anonimo 86 2010-02-02 21:17
Molti consiglieri comunali e molti amministratori hanno capito che bisogna usare la politica per fare i propri interessi. La cosa che stupisce è il silenzio dei tre nuovi assessori (che dovevano essere delle menti illuminate!) che stanno appoggiando con il loro operato e con i loro silenzi varie schifezze! Mi viene un dubbio: anche loro hanno degli interessi? O è solo amore per il danaro? Ma no che vado a pensare....... Meno male che resiste il solo Bovino a combattere per la collettività e non per il proprio tornaconto.
 
 
#1 boring 2010-02-02 18:34
Adesso si attaccheranno al tram, visto che il piano casa è stato escluso dal decreto mille proroghe.Angelo continua a fare opposizione a questa maggioranza formata da affaristi e amici del cemento.Con un sindaco ingegnere cosa si può aspettare la nostra comunità, se non solo provvedimenti di questo genere, affari e cemento - affari e cemento - affari e cemento.Per quanto riguarda Teofilo ,cosa vuoi, si attacca dove può pur di sopravvivere politicamente.Tu continua a fare opposizione,altrimenti siamo fritti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI