Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

TURISMO: LE PROPOSTE POLIDREAM "IGNORATE"

polidream_logo_410_x_200

L'elenco delle proposte in un documento finora mai preso in considerazione

Mannarini: "Non siamo stati invitati all'incontro-dibattito sul turismo"

La Polidream Assoutenti, associazione dei consumatori, non è mai stata convocata all’incontro-dibattito sul turismo organizzato dall'Assessorato al turismo e arredo urbano del comune. Tra i faldoni di carte della sede di via Cerere, Stefano Modugno e la presidente Angela Mannarini hanno tirato fuori un documento, datato al 15 ottobre del 2009 dove si elencano una serie di proposte per progettare uno sviluppo turistico a Polignano, finora mai prese in considerazione. C’è rammarico per il mancato invito, “sicuramente a causa di qualche disguido” - minimizza la nota.

“La Polidream Assoutenti Puglia è associazione firmataria del Protocollo Regionale d’Intesa sul Turismo” – precisa la Mannarini, che si dice disponibile a dare la propria collaborazione per conto dell’associazione sulla base anche del rispetto della normativa del settore.

Elenchiamo le proposte avanzate dalla Polidream, e che a breve troveranno spazio nella nuova web tv inaugurata da un po’ di tempo e visionabile sul canale youtube e sul sito ufficiale. A margine delle proposte, potrete visionare un video illustrativo realizzato dalla redazione dell’associazione sulla procedura di conciliazione.

DIFESA DEL TURISTA – Il turista deve essere al centro della politica turistica, e per questo si propone di affiancare al classico Ufficio Turistico, peraltro ancora mancante, l’Ufficio di Difesa del Turista, dove il visitatore possa denunciare i disservizi e le carenze del servizio turistico, trovandovi soluzione.

CARTA DELLA QUALITA’ DEI SERVIZI TURISTICI – Vanno definiti gli standards di qualità ai quali si devono attenere gli operatori turistici comunali, ovviamente di concerto con le associazioni dei consumatori.

PROCEDURA DI CONCILIAZIONE – Va redatto un regolamento per l’applicazione di questa fondamentale modalità di risoluzione amichevole delle controversie fra operatori turistici e consumatori.

TRASPORTI E VIABILITA’ – Siccome tale settore è in stretta correlazione col sistema turistico, vanno stabilite politiche comuni atte a garantire il diritto alla mobilità e alla viabilità, pensando a servizi di bus-navetta, taxi, piste ciclabili, con una buona e costante manutenzione delle strade, e anche a servizi di mobilità marina, soprattutto per la visita della costa e delle grotte marine.

AMBIENTE – Occorre che la cura e la tutela del territorio siano al centro della politica amministrativa, in funzione proprio dell’attuazione turistica, e che tutte le delibere, soprattutto in tema edilizio, tengano conto di tale fattore; ovviamente, bisogna dare preponderanza alla tutela della costa e del mare, con un servizio di monitoraggio continuo della loro pulizia e balneabilità.

PATRIMONIO ARTISTICO E ARCHEOLOGICO – Va valorizzato, riqualificato e, soprattutto, messo a disposizione dei turisti (pensiamo, ad esempio, al Palazzo Marchesale, all’Abbazia di San Vito, a tutto il centro storico, ai siti archeologici di Grottole e di S. Barbara).

IGIENE – La pulizia della cittadina deve diventare “maniacale”, sullo stile delle vere zone turistiche, con servizio di raccolta di rifiuti da effettuare porta a porta 2 volte al giorno, con bagni pubblici almeno nei quartieri più frequentati, con derattizzazione e deblattizzazione più continue e costanti.

VERDE PUBBLICO – Occorre istituire più zone verdi e alberare le vie principali di Polignano, per es. Via Sarnelli, Via Dogali, Via Mazzini.

PROMOZIONE TURISTICA – Bisogna utilizzare fortemente le nuove tecnologie telematiche e promuovere il nostro prodotto turistico attraverso la “rete”.

STRUTTURE ALBERGHIERE E AFFINI – Occorre aumentare l’offerta di posti letto, incentivando la riqualificazione di immobili abbandonati e in disuso, riadibendoli a strutture di accoglienza turistica; occorre anche aiutare tutto il settore, dagli alberghi ai B&B, utilizzando la leva fiscale per chi sottoscrive la Carta della Qualità e si impegna a calmierare i prezzi.


___________

Link correlati:

VEDI ANCHE CONVEGNO POLIGNANO CITTA' TURISTICA

VEDI ANCHE I COMMENTI E LE PROPOSTE DEGLI OPERATORI TURISTICI

VEDI TUTTI I VIDEO DELLA WEB TV POLIDREAM

VEDI ANCHE WORKSHOP WHY NOT? CON OPERATORI STRANIERI

VEDI ANCHE INTERVISTA BOVINO SU CONSORZIO TRULLI GROTTE E MARE

 

Commenti  

 
#2 Gordian 2009-11-11 13:11
E' proprio vero, non si vede l'ombra di qualche lavoro, ci sono molte zone trascurate.
 
 
#1 Gordian 2009-11-06 00:47
PATRIMONIO ARTISTICO E ARCHEOLOGICO – Va valorizzato, riqualificato e, soprattutto, messo a disposizione dei turisti (pensiamo, ad esempio, al Palazzo Marchesale, all’Abbazia di San Vito, a tutto il centro storico, ai siti archeologici di Grottole e di S. Barbara).
___________________________________________________________________________
Questo mi sembra un ottimo punto, con questo non voglio dire che gli altri non lo siano. Il centro storico ha bisogno di essere valorizzato e riqualificato. La piazza meglio tenuta è Piazza S. Benedetto ma è inaccettabile che questo possa bastare. Muovetevi a fare qualcosa, datevi una svegliata, qui si continua a dormire troppo. Non c'è nessun segnale, non si vede nessun cambiamento ma neanche un accenno di lavori, giusto per darci coraggio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI