Sabato 10 Aprile 2021
   
Text Size

Le 5 vele di “Guida Blu” sventolano anche quest’anno a Polignano

costa polignano

Ancora un successo per il territorio di Polignano a mare: anche quest’anno, infatti, Legambiente e Touring Club Italiano riconoscono alla nostra cittadina “5 Vele Blu” ovvero il top delle località marine e lacustri più belle. Le 5 vele sventolano nei comprensori Alto Salento Adriatico formato dai Comuni di Otranto, Melendugno e Vernole; Alto Salento Jonico con i Comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo e Racale; Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari che comprende la nostra Polignano a mare, Fasano, Monopoli, Ostuni e Carovigno. Le Amministrazioni – spiega una nota di Legambiente - hanno scommesso su una strategia di sviluppo locale incentrata su un modello di turismo lento e sostenibile, potenziando la mobilità dolce lungo i percorsi della via Francigena e del Cammino Ellenico. Ciò per valorizzare le produzioni agricole legate al paesaggio rurale, unico per le tante masserie e oliveti, per i frantoi ipogei e le torri costiere.

Le altre Vele sono andate anche ad altri due comprensori pugliesi.

Alto Salento Adriatico. Vernole, Melendugno e Otranto si confermano anche quest'anno grandi attrattori turistici per le politiche di educazione ambientale e la forte attenzione alla tutela dei beni paesaggistici e culturali del territorio. Contraddistinti da scorci naturalistici e attraversati da piste ciclabili, i tanti chilometri di costa attraversano il Parco Naturale delle Cesine, l'Area Archeologica di Roca fino all'Area Marina Protetta, oggi strumento fondamentale per la tutela della biodiversità. Le varie Amministrazioni hanno attuato una riqualificazione dei paesaggi costieri e sono attente a una mobilità sostenibile attraverso l'installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici. In particolare, il Comune di Otranto ha approvato di recente il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e proposto due progetti di pista ciclabile, a nord e a sud della città.

Alto Salento Jonico. I Comuni hanno promosso una gestione sostenibile dei rifiuti, la mobilità lenta, politiche di efficientamento energetico e la valorizzazione delle torri costiere. Nardò si è distinto per aver promosso una mobilità sostenibile e superato il 70% di raccolta differenziata, valorizzando le torri costiere con interventi di manutenzione. Di rilievo l’avvio dei lavori di ingegneria naturalistica promossi dal Comune di Gallipoli per la salvaguardia del sistema dunale all'interno del Parco Naturale "Isola di S. Andrea e Litorale di Punta Pizzo", mentre con il progetto “Re Water” l’Amministrazione ha favorito il riutilizzo delle acque reflue dell’impianto di depurazione consortile. Nelle iniziative svolte dal Comune di Porto Cesareo si inserisce la realizzazione di percorsi naturalistici, la valorizzazione delle torri costiere, l’illuminazione pubblica a basso consumo nel borgo marinaro e la realizzazione dell’EcoCentro Blu, un sito di stoccaggio di rifiuti marini ad uso esclusivo dei pescatori. Racale ha raggiunto gli obiettivi del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, promosso la mobilità elettrica realizzando piste ciclabili e attuato politiche di gestione sostenibile dei rifiuti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI