Lunedì 25 Maggio 2020
   
Text Size

Prorogata al 30 giugno la scadenza per il bando del Gal

gal

Domenico pellegrini: “Occassione da non perdere”

C’è tempo fino al 30 giugno per presentare la propria istanza di partecipazione al bando del Gruppo di Azione locale del sudest barese, il Gal, che ha messo a disposizione contributi da 30mila a 70mila euro, per investimenti nei settori del turismo, piccolo commercio, artigianato e per l’agroalimentare.

In questo particolare momento difficile, il Gal cerca di rilanciare l’economia dei paese aderenti, tra i quali Acquaviva, Adelfia, Bitritto, Casamassima, Conversano, Mola, Noicattaro, Rutigliano e Polignano. Il bando è rivolto alle piccole imprese o alle persone fisiche che vogliono avviare nuove attività. Le risorse disponibili ammontano a circa un milione di euro.

Considerato che le disposizioni del Governo impediscono l’attività di animazione territoriale dei bandi del GAL recentemente pubblicati e limitano fortemente i potenziali beneficiari, siano essi enti pubblici che operatori privati, nella predisposizione della documentazione richiesta dai bandi non potendo effettuare sopralluoghi, visite in situ ed altri attività propedeutiche alla redazione dei progetti.

In seguito delle disposizioni emanate dai DPCM del governo, ricorrono le condizioni affinché si possa differire il termine di scadenza dei bandi, fissando il nuovo termine di scadenza dei bandi al 30.06.202

I beneficiari del bando sono agricoltori e coadiuvanti familiari che diversificano in attività extra-agricole e microimprese e piccole imprese che avviano o ampliano attività extra agricole. Potranno essere finanziate iniziative finalizzate alla creazione o sviluppo di imprese nei settori di prodotti artigianali e industriali, servizi innovativi inerenti l’IT a supporto delle aziende e delle popolazioni del territorio, attività finalizzate al tempo libero e alla valorizzazione dei prodotti culturali e naturali, oltre alle attività volte a valorizzare produzioni artigianali caratteristiche dell’area Garganica. L’investimento massimo ammissibile è di euro 70.000, con un contributo pubblico a fondo perduto massimo di euro 35.000.

“Ci auguriamo che l’Amministrazione contribuisca alla promozione del bando attraverso tutti i canali comunicativi – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – perché è quanto mai indispensabile sostenere le attività economiche in questo momento difficile. In pratica il Gal riconosce un premio all’avviamento e un contributo su un investimento. Ha l’obiettivo di rivitalizzare l’economia ma anche di aumentare il più possibile le opportunità di lavoro. Per queste ragioni, vogliamo contribuire alla diffusione e invitiamo i polignanesi a partecipare. – conclude Pellegrini – perché è il momento di cementificare le basi delle attività esistenti, ma anche di quelle che devono nascere in futuro. E questo bando è una buona occasione”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI