Martedì 07 Aprile 2020
   
Text Size

Il Comandante Virgilio risponde alla Teknoservice: “Approsimazione e Falsità”

Comandante Fernando Virgilio

Continua il botta e risposta a distanza tra il comune di Polignano a mare e la Teknoservice, sul sequestro della discarica abusiva all’ex mercato ortofrutticolo di via Conversano.

L’azienda responsabile della raccolta rifiuti in paese ha fatto sapere che l’incarico affidato dal comune nel 2019 è stato svolto nel rispetto degli impegni presi. Tanto che il primo passaggio che risulta agli atti è quello della rimozione dell’amianto nella stessa zona, prima di procedere alla pulizia totale degli ambienti.

Non è cosi invece per l’amministrazione comunale che ribatte attraverso un comunicato stampa. “Dalla Teknoservice solo approssimazione, falsità e reticenze – si legge nel comunicato – valuteremo con estremo rigore le conseguenze di tale inaffidabilità sul piano degli obblighi di correttezza contrattuale.”

“Con determinazioni dirigenziali – le parole del comandante dei vigili urbani Fernando Virgilio – risalenti a maggio 2019 è stato affidato alla Teknoservice, il servizio di igiene urbana, l’incarico di effettuare una serie di interventi straordinari di pulizia e bonifica di aree comunali, per la rimozione e smaltimento di rifiuti contenenti cemento amianto e rifiuti doversi.”

Dunque l’operazione di rimozione dei rifiuti all’ex mercato ortofrutticolo fu diviso in due parti, cioè prima la rimozione dell’amianto e poi la pulizia totale di tutti i rifiuti. Il motivo di tale provvedimento deriva dal fatto che il comune aveva partecipato ad un bando regionale, attraverso il quale sarebbe arrivato un contributo economico.

Secondo il comando di polizia locale, agli atti risulta una fattura per il lavoro svolto presentato dall’azienda che per altro non è conforme, e non risulta nessuna comunicazione a comune e Asl del lavoro svolto. Tutto queste potrebbe compromettere la buona riuscita del contributo regionale facendo pesare sui cittadini la spesa avvenuta.

Altro fattore che il comandante sottolinea è l’inzio della bonifica, in quanto nell’incarico viene dato carattere di urgenza, invece la teknoservice “senza alcuna comunicazione ha ritenuto, come si evince dai documenti di poter commissionare questi lavori di bonifica aterzi.”

Dunque uno minaccia querela all’altro su un caso che i giornali hanno denunciato da anni, ma che nessuno e ripetiamo nessuno ha preso le dovute precauzioni, facendo precipitare la situazione fino ai giorni nostri.

“Se c’è un danno d’immagine – conclude il comunicato del comandante Virgilio – nel caso di specie riguarda esclusivamente il comune di Polignano a mare, che si riserva ogni tutela a riguardo.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI