Martedì 28 Gennaio 2020
   
Text Size

I Pastori della Costa tornano sul parco naturale di Costa Ripagnola

costa ripagnola

Non molla la presa Il comitato dei pastori della Costa di Conversano, dopo essere riusciti a stravolgere le decisioni prese dalla Regione Puglia in merito al progetto della Serim su Costa ripagnola, tornano a far sentire la propria voce. Anche in merito all’emendamento inserito a sorpresa dal consigliere Amati, che spostava le decisioni su aree protette direttamente ai comuni, e attraverso il quale avrebbe cambiato radicalmente le decisioni prese su Costa Ripagnola, con Il conseguente parco naturale.

Dunque, tornano a far sentire la propria voce, dicevamo, e lo fanno attraverso un comunicato stampa che vi riportiamo integralmente.

“Il Comitato dei Pastori della costa-Parco subito ha recentemente depositato presso la Procura della Repubblica di Bari un'integrazione all'esposto presentato tempo fa in merito alla mancata tutela di Costa Ripagnola a seguito del quale è stato avviato un procedimento penale che ha portato al sequestro probatorio dell'area.

Il Comitato sta anche esaminando le eventuali conseguenze su Costa Ripagnola della modifica alla legge regionale sul turismo rurale intervenuta, a seguito dell'approvazione di un emendamento a firma del consigliere Amati, con l'entrata in vigore della legge regionale di assestamento al bilancio 2019. L'applicabilità della norma che elimina l'autorizzazione regionale alle varianti necessarie per la modifica della destinazione d'uso dei fabbricati rurali e integra direttamente negli strumenti urbanistici comunali le norme della stessa legge regionale sul turismo rurale - già oggetto di ricorso dinanzi alla Corte Costituzionale da parte del Governo centrale - ed alcune previsioni del PPTR, potrebbe consentire il superamento dei vizi urbanistici del progetto SERIM oggetto dell'inchiesta giudiziaria. Il condizionale è d'obbligo perché la materia è alquanto complessa e le norme necessitano di una serie di non semplici valutazioni incrociate.

Il Comitato dei Pastori della costa, in ogni caso, sollecita il Presidente della Regione a presentare in Giunta il disegno di legge di istituzione del Parco Regionale costiero di Polignano a Mare, per il quale si è conclusa favorevolmente da tempo la conferenza dei servizi, perché ogni ritardo potrebbe essere esiziale per la tutela dell'area.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI