Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

A Milano la scorta civica contro l’odio e il razzismo

vitto scorta

Una scorta civica a sostegno della senatrice Liliana Segre. Si sono presentati a Milano circa 600 sindaci provenienti da tutta Italia, per dire no all’odio, al razzismo, all’intolleranza ma anche per testimoniare la solidarietà a Liliana Segre, la senatrice, sopravvissuta ai campi di sterminio nazista, che purtroppo a causa di minacce antisemite è costretta a vivere sotto scorta.

vitto scorta

Una marcia promossa dal sindaco Beppe Sala di Milano, che ha invitato tutti i colleghi d’Italia, dai paesi più piccoli del Sud fino al Nord tutti con un unico slogan, “l’odio non ha futuro”. Tantissimi anche i cittadini che hanno preso parte all’iniziativa, per ascoltare anche le parole della senatrice che ha ribadito che “siamo insieme per parlare di amore e non di odio. Lasciamo l’odio agli anonimi della tastiera.” Ma non ha risparmiato nessuno la Segre e riferendosi ai sindaci presenti ha detto “avete una missione difficile, il vostro impegno è decisivo per la trasmissione della memoria. Cancelliamo l’odio e l’indifferenza, abbracciamoci in una catena umana di amore.”

De Lo stesso tenore anche le parole del Sindaco di Bari Antonio de Caro: “Non c’è alcun partito dei sindaci, non abbiamo un solo colore politico ma ne servono tre, il verde, il bianco e il rosso della fascia tricolore.” In questa occasione De Caro ha donato la fascia tricolore alla senatrice, a nome di tutti i comuni italiani.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI