Venerdì 03 Aprile 2020
   
Text Size

La Teknoservice fa sentire la sua voce

teknoservice

Tolleranza zero sul sacchetto non conforme

Continua a tenere banco la questione rifiuti a Polignano a mare. Durante la conferenza stampa l'azienda ha espresso i motivi che ha portato alla decisione di non ritirare il sacchetto non conforme. L'azienda respinge l'accusa del comune, in quanto non c'è stato nessuna interruzione del servizio, ma solo un tentativo di educazione alla giusta differenziazione. La multa" di 60mila euro a carico dell'azienda da parte dell'amministrazione è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Un vaso gia pieno da anni, dovuto a richieste di aumento del canone da parte della teknoservice, negato dall'amministrazione che chiedeva una maggiore pulizia del paese.

“Chiediamo una maggiore collaborazione da parte dell'amministrazione e del comando dei vigli urbani - le dichiarazione dell'azienda - siamo disposti a lasciare il passato, mettere un punto e ripartire per il bene del paese. Non vi nascondiamo - hanno concluso - che vorremmo partecipare alla prossima gara."

Non è dello stesso parere l’amministrazione che tramite la consigliera Lucia Brescia presente alla trasmissione televisiva di canale7, ha fatto notare all’avvocato dell’azienda come quest’ultima non sia per niente in linea con il capitolato firmato ben dieci anni fa. Momento in cui il paese non era come adesso e che la proposta firmata tanti anni fa non poteva provvedere un’espansione così ampia, “quando abbiamo firmato il capitolato – le parole di Ciro Tria – la zona della C2 era in fase di costruzione e non era ancora abitata, come anche la crescente apertura di b&b e case vacanze che da poco più di dieci strutture, sono diventate circa 40. Cosa che ha comportato un maggiore dispendio di forze e mezzi – a concluso Tria – ma non per questo ci siamo tirati indietro dal nostro compito.”

Di tutt’altro parere invece quando abbiamo riportato le difficoltà di molti cittadini nel reperire le proprie pattumelle, sia per chi le ha rotte, chi disperse e per le nuove famiglie, “abbiamo acquistato un alto numero di pattumelle, come anche il comune con al comando dei vigili urbani la dott.ssa Centrone. Per tanto chi ha bisogno di pattumelle può rivolgersi direttamente al comando dei vigili per poterle sostituire o ricevere quelle nuove,” il parere di Tria.

Insomma il messaggio è chiaro, tutte le buste nere sono considerate non conformi e tutte le buste lasciate per strada senza la pattumella di riferimento non saranno raccolte e dunque considerate non conformi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI