Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

“PUM”, arrivederci alla prossima stagione

pum

Parcheggi liberi per tutti!

Per la gioia di molti polignanesi anche quest’anno si conclude il periodo in cui è in vigore il PUM, il piano urbano della mobilità. Attuato due anni fa, ha creato una disparità di trattamento tra i cittadini residenti in zone diverse del paese, tanto che molti di loro si sono sentiti cittadini di serie A e cittadini di serie B. Inevitabile anche la corsa da parte dell’amministrazione a cercare di risolvere alcune problematiche che stavano portando molti cittadini all’esasperazione. Il problema maggiore si è riscontato tra i residenti nelle zone periferiche che si sono visti impossibilitati a recarsi al centro del paese, per le classiche delle occasioni. La visita a perenti o semplice spesa.

Certo, non dobbiamo sottovalutare anche la voglia matta di noi cittadini di voler spostarci in ogni punto del paese in macchina e di pretendere il parcheggio il più vicino possibile all’ingresso. Abitudine che dobbiamo assolutamente sforzarci di eliminare, soprattutto se consideriamo che viviamo in un paese come Polignano, nel quale le distanze si possono coprire benissimo a piedi, se ci spostiamo per semplici momenti di piacere.

Dunque ritornando al Pum, dobbiamo constatare che poco è stato fatto nel secondo anno di attuazione. Le strisce gialle sono rimaste per i residenti, le blu a pagamento e le bianche libere. I residenti del centro hanno continuato ad esporre il cartellino giallo e blu invece per i residenti del centro storico e via Roma.

Nulla invece per i residenti delle periferie, che non hanno perso l’occasione di sottolineare le multe prese quando si sono spostati in centro. Situazione fatta notare più volte anche agli amministratori. Gli stessi che per il prossimo anno, hanno promesso cambiamenti. Si parla di un ulteriore cartellino di un altro colore da esporre per gli extra-pum a tempo limitato. Nel senso che il residente fuori dal centro potrà recarsi e parcheggiare sulle strisce gialle per un periodo di tempo limitato. Proposta per ora solo chiacchierata, ma nulla di certo che potesse far stare più tranquilli i cittadini. Anche perchè i dubbi su questo nuovo metodo sono molti. Primo tra tutti le modalità con il quale si indicherà l’ora di arrivo. Ci sarà un disco orario? E se per qualunque motivo il tempo necessario sarà più lungo, si potrà indicare un nuovo orario? Domande senza risposta, ma che potranno arrivare quando l’amministrazione avrà le idee più chiare, sperando che tutto ciò arrivi con la prossima stagione.

Altro punto da chiarire è il rilascio del tagliando per i residenti nelle periferie. Mentre per i residenti del centro è rilasciato un pass a famiglia, con tutte le difficoltà che ne conseguono per le famiglie con più di un’auto, per i residenti extra-pum come sarà regolato? E’ facile pensare che se per gli extra-pum sarà rilasciato un pass ad auto si creerà inevitabilmente quella disparità di trattamento, e dunque tutto da rivedere. Non ci resta che aspettare la prossima stagione, con la speranza che i provvedimenti vengano presi in tempo utile.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI