Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

Eliminazione dei passaggio a livello di C.da Pozzo Vivo e Ripagnola

Pozzo Vivo

La commissione a lavoro per l’affidamento dei lavori di viabilità

Come vi avevamo già annunciato nella scorsa edizione, in riferimento alla macchina rimasta incastrata tra i binari con le sbarre del passaggio a livello chiuso, quest’ultimo rientra nella convenzione tra il comune di Polignano a mare e ferrovie dello Stato firmato a maggio del 2012.

Con il quale si sarebbe proceduto alla chiusura definitiva di tutti i passaggio a livello presenti sul territorio di Polignano con la relativa costruzione di un sottovia. Progetto avviato qualche anno fa in Via Conversano e che dopo vari malintesi tra comune e ferrovie e con i relativi tempi burocratici, i lavori procedono molto a rilento e in questi giorni ci risultano ancora una volta sospesi.

Il progetto prevede anche la chiusura dei passaggio a livello di C.da Ripagnola, C.da Rasaczzo, C.da Pozzo Vivo e via Conversano appunto, mediante la realizzazione delle opere sostitutive, come sottovia per facilitare e snellire la viabilità. Pertanto il comune di Polignano a Mare ha istituito una commissione giudicatrice per l’affidamento dell’incarico professionale di progettazione definitiva, progettazione esecutiva, direzione lavori, contabilità, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, attività tecnico-amministrative per i lavori di adeguamento della viabilità e soppressione dei passaggio a livello di C.da Pozzo Vivo e C.da Ripagnola per il prezzo a base di gara di € 48.831,60.

Dopo l’ultima delibera risalente al 2005 finalmente si è giunti all’eliminazione totale delle barriere di passaggio a livello in una zona come quella di Pozzo Vivo che ha visto i primi lavori di ammodernamento nel 2014. L’eliminazione dei passaggi a livello sulla tratta Bari-Lecce è una delle più imponenti operazioni, con l’obiettivo di dare maggiore percorrenza e migliore viabilità, cercando di intasare ilmeno possibile le vie del paese, eliminando cosi traffico e smog.

Dunque, ora è tutto nelle mani della commissione giudicatrice che dovrà visionare i progetti presentati e procedere con l’affidamento, nella speranza che tutto avvenga nel breve tempo possibile.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI