Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

Natale 2019, pronti i bandi per mercatini e pista di ghiaccio

mercatini_natale_polignano

Manca poco al Natale, ancora meno se consideriamo che le manifestazioni dovrebbero iniziare dai primi giorni di dicembre. Quindi conti alla mano ci sono circa 40 giorni nei quali si dovrà individuare chi dovrà posizionare le luminarie, al momento ci risultano due aziende partecipanti e chi dovrebbe organizzare i mercatini di natale. O meglio il bando pubblicato dall’amministrazione non è molto chiaro. La gara ha per oggetto l’assegnazione della concessione temporanea del suolo pubblico per la realizzazione della manifestazione denominata “Mercatino di Natale di Polignano a Mare 2019” con casette di Natale in legno e pista di pattinaggio su ghiaccio. Il suddetto mercatino dovrà essere allestito presso Piazza San Benedetto; Piazza Aldo Moro e Piazza Vittorio Emanuele. La manifestazione, specializzata nella vendita su area pubblica di prodotti prevalentemente natalizi, ha durata indicativamente dal 01.12.2019 al 06.01.2020, e comunque per tutta la durata di accensione delle luminarie (data massima 12.01.2020).

Sono ammessi a partecipare alla gara gli operatori economici, Imprese individuali - società commerciali - società cooperative; Enti, Associazioni o Fondazioni operanti nel settore della comunicazione e degli eventi commerciali, culturali, artistici, di spettacolo; ATI, Consorzi, Associazioni categoria dei commercianti su area pubblica. Non saranno ammessi invece, coloro che abbiano debiti pendenti con l'Amministrazione per mancato pagamento della TOSAP per altre occupazioni. Tale prescrizione si estende anche ai singoli operatori.

Nell'area individuata saranno collocate le strutture destinate alla vendita il cui numero di postazioni è stata stabilito per ogni area dall’Amministrazione Comunale. Per garantire coerenza dell'immagine ed adeguata estetica il mercatino natalizio sarà realizzato esclusivamente attraverso strutture di vendita tipo “casette” in legno ignifughe che siano espressione della tradizione e del folklore tipico del periodo natalizio dotate di punti luce, in possesso di tutte le certificazioni di legge. L'allestimento e il montaggio delle casette e dell'area di vendita dovranno essere conformi alla normativa di legge, dal punto di vista amministrativo, tecnico, della sicurezza e dei requisiti igienico sanitari.

Il mercatino dovrà avere carattere prettamente natalizio e dovrà essere data particolare rilevanza all’origine locale e nazionale delle esposizioni. Sono considerati articoli natalizi a titolo meramente esemplificativo: alberi di natale, presepi, statuine, addobbi, accessori e articoli artigianali a carattere natalizio, confezioni di fiori freschi o secchi tipici delle festività, stelle di natale, biglietti di auguri, cartoline di Natale, libri, stampe, articoli di antiquariato, articoli di artigianato, giocattoli. Sono incluse le merceologie del settore alimentare, concernenti, quali miele, torroni, frutta secca, formaggi, vini, noci, castagne, insaccati, prodotti tipici locali, panettoni, marmellate, cioccolati, croccanti ecc..

E' fatto divieto di esporre la propria merce sui banchi in modo tale da ostruire la visuale dei banchi confinanti e limitrofi; collocare a terra la merce posta in vendita; vendere prodotti agricoli (frutta e verdura ancorché di stagione sfusa), carni e prodotti ittici. Gli espositori dovranno essere presenti per tutta la durata dell'iniziativa.

Dunque chi sta pensando di partecipare dovrà pagare al comune il suolo pubblico e a sua discrezione e scelta dovrà decidere il tipo di casette in legno da inserire, l’importante che sia consona e adeguata alla conformità o altri materiali comunque uniformi nella tipologia e nelle grandezze, tali da rendere esteticamente gradevoli le location. Stessa situazione anche per chi si candiderà per la pista di ghiaccio. Dovrà candidarsi con un progetto adeguato e pagare il suolo pubblico. Secondo le planimetrie inserite nel bando le casette saranno suddivise in cinque in piazza San Benedetto, venti in piazza Aldo Moro riservato al food e quattro in piazza Vittorio Emanuele (P.zza dell’orologio).

Ad insindacabile giudizio l’amministrazione potrà decidere quale casetta avrà i requisiti per essere inserita e chi da scartare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI