Lunedì 21 Ottobre 2019
   
Text Size

Polignano ai primi posti della regione per soldi buttati in giochi d’azzardo

gratta e vinci-7

La causa esatta della ludopatia al momento non è nota. Come per gran parte delle malattie psichiatriche, si ritiene che l'insorgenza della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico sia legata all'interazione sfavorevole di fattori biologici, genetici e ambientali (in particolare, sul fronte relazionale, familiare, sociale, professionale).

Sono oltre 1,3 milioni gli italiani malati patologici di dipendenza da gioco d'azzardo, ludopatia. Ma secondo quanto anticipato dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il numero delle puntate registrate in Italia nel 2018 avrebbe raggiunto i 106,8 miliardi, in aumento di circa il 3% rispetto all'anno precedente

Il Decreto legge 87 del 2018 ha introdotto disposizioni di contrasto al gioco d'azzardo (tra cui il divieto di qualsiasi forma di pubblicità) ed è allo studio un riordino complessivo del settore. Ma il fenomeno necessita di continui aggiornamenti anche da parte del personale medico-sanitario.

I giovani sono spinti al gioco d’azzardo per curiosità (26%),divertimento (23%) o caso (20%). L’8% dei giovani giocatori ha iniziato spinto dalla pubblicità (in tv, su giornali o altri mezzi di comunicazione/nei bonus trovati online). Sette giovani su dieci spendono in media meno di tre euro a settimana.

Per il 75% dei giocatori la spesa media settimanale in giochi è inferiore a 3 euro e il 58% degli studenti non spenderebbe nulla in giochi davanti a un'inaspettata disponibilità di 100 euro. il trend degli ultimi anni: la crescita della Raccolta online (gioco a distanza), aumentata del 26% in un anno e del 59% dal 2015. La Raccolta online nel 2017 è stata pari a 26,9 miliardi di euro: oltre un quarto del giocato complessivo in Italia (il 26,4%).

Quasi la metà della raccolta è relativa a slot machine e VLT, in calo dell’1% rispetto al 2016. Ma il trend delle due tipologie di gioco è diverso: cala la Raccolta delle slot – anche per effetto della riduzione del numero di apparecchi sul territorio nazionale – mentre cresce quella delle VLT. In calo il Lotto, in leggera crescita le Lotterie – che comprende la tipologia dei cd. “Gratta e Vinci”- . Notevole aumento per i giochi a base sportiva (+33%). Pressoché stabili il Bingo e i giochi numerici a totalizzatore.

Secondo i dati ufficiali per l’anno 2018 riportati dai Monopoli di Stato, Polignano butta circa € 20.020.261,69 in totale. La somma comprende tutti i tipi di gioco d’azzardo, dal classico gratta e vinci fino a alle scommesse ippiche. Dalla tabella si può evincere quanti soldi i polignanesi buttano in base alla tipologia di scommessa.

Un dato per niente confortante se pensiamo che siamo poco più di 20mila abitanti.

statistiche gioco

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI