Martedì 25 Febbraio 2020
   
Text Size

Che cosa succede se il frigorifero non raffredda come dovrebbe

5565-il frigorifero non raffredda

Il frigorifero non raffredda come necessario? Risulta evidente che il nostro elettrodomestico ha qualche problema, ma potrebbe non essere così semplice individuarne le cause. Le ragioni di questo inconveniente, infatti, possono essere ricondotte al compressore, alle guarnizioni o al termostato: non è detto che ci si debba subito preoccupare di contattare un tecnico, con le conseguenze facili da immaginare dal punto di vista del dispendio economico, ma conviene iniziare a verificare da soli che cosa c'è che non va, anche per risparmiare tempo. Se c’è un guasto importante, prima di procedere all’acquisto del ricambio forse vale la pena di verificare il costo di un nuovo modello, magari con una migliore classe energetica, su Yeppon ci sono molte offerte vantaggiose, provate a seguire questo link https://www.yeppon.it/grandi-elettrodomestici/frigoriferi/!


I problemi delle guarnizioni

Per quanto un frigorifero possa essere performante e all'avanguardia sul piano tecnologico è necessario che l'elettrodomestico sia sottoposto a una regolare manutenzione. Ciò vuol dire avere l'accortezza di pulire di tanto in tanto la guarnizione, vale a dire l'anello in gomma che circonda la porta del frigo. Questo elemento in apparenza poco importante in realtà è decisivo nel tenere le temperature basse: il compito della guarnizione, infatti, è quello di contrastare la dispersione termica, e di conseguenza impedire uno spreco di energia.


Che cosa fare se la guarnizione è rovinata

Nel caso in cui ci si renda conto dell'esistenza di un danno alla guarnizione, non si può far altro che toglierla e metterne una nuova. Ovviamente prima di procedere con la sostituzione occorre staccare la spina del frigo dalla presa della corrente. La procedura è rapida e semplice, e le guarnizioni si possono comprare online o da qualsiasi ferramente: se si acquista su Internet è bene accertarsi di scegliere il prodotto delle giuste dimensioni e della stessa marca del frigo.


Il compressore

In alcuni casi il frigo smette di raffreddare come dovrebbe a causa del compressore situato nella sua parte posteriore. Il costo di questo elemento è variabile a seconda dei modelli: in media si va da un minimo di 100 a un massimo di 500 euro. A meno che non si sia molto esperti, però, è sempre meglio affidarsi a un tecnico specializzato per cambiare il compressore.


La resistenza funziona ancora?

Un ulteriore accorgimento utile, in presenza di un malfunzionamento, è quello che prevede di accertare le condizioni della resistenza, che come il compressore è collocata nella parte posteriore del frigo. Questo elemento è direttamente correlato allo sbrinamento: nel caso in cui sia rovinata l'elettrodomestico tende a formare ghiaccio in quantità eccessive, per colpa del quale il frigo non riesce a tenere la temperatura desiderata. Come si fa a controllare lo stato della resistenza? Basta munirsi di un tester, vale a dire un dispositivo elettronico che offre l'opportunità di misurare la resistenza elettrica, la corrente e la tensione. Un puntale del tester va messo per terra, mentre l'altro va collocato sul contatto della resistenza. Quest'ultima funziona come dovrebbe se il misuratore dà segno zero; se così non fosse, è necessario cambiarla.


I problemi del termostato

La colpa di un funzionamento inadeguato del frigo potrebbe essere da attribuire anche al termostato. In questo caso conviene impostare la temperatura più bassa per controllare se l'elettrodomestico è in grado di garantire un raffreddamento costante. Nel caso in cui si noti che anche dopo aver abbassato il termostato non si verificano miglioramenti, non c'è altra soluzione che provvedere alla sua sostituzione: la spesa sarà limitata, in genere inferiore ai 20 euro. Per cambiare il termostato basta togliere il pannello di protezione ed effettuare la sostituzione, prestando attenzione ai fili che andranno staccati dal dispositivo vecchio e attaccati a quello nuovo. A questo punto, se il frigo riesce a mantenere per otto ore una temperatura costante, vuol dire che il problema era proprio legato al termostato.


La scheda elettronica

L'ultima potenziale indiziata per un malfunzionamento del frigo è la scheda elettronica, che potrebbe presentare delle bruciature. Prima di smontarla è bene ricordarsi di staccare la corrente. Quando il frigo è guasto in una delle sue parti, la scheda lo dovrebbe segnalare con una spia accesa. Di conseguenza, se non è accesa alcuna spia è probabile che sia necessario cambiare la scheda perché difettosa.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI