Martedì 19 Novembre 2019
   
Text Size

Costa Ripagnola, convocata nuova conferenza di servizi

costa ripagnola

Emiliano apre al dialogo: “Serve la collaborazione di tutti senza giocare a stabilire di chi sono le colpe”

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è deciso a portare avanti l’istituzione del parco naturale e a stravolgere il progetto di Costa Ripagnola.

A conferma di ciò c’è la convocazione della prossima conferenza di servizi per il prossimo 25 settembre a Bari con due punti all’ordine del giorno. Oltre all’approvazione della seduta del 29 luglio scorso, si acquisiranno e analizzeranno le osservazioni del documento di analisi, posto come base delle linee-guida per la redazione del documento di indirizzo, relativo all’area da destinare a protezione compresa tra Costa Ripagnola e torre Incina, comprensivo del tratto di mare prospiciente la costa, denominata “parco costiero di Polignano a mare” recante l’analisi territoriale dell’area, la perimetrazione provvisoria e l’individuazione degli obiettivi da perseguire.

Una vera e propria corsa contro il tempo, considerando che l’attuazione del progetto è previsto in 90 giorni, per gli ambientalisti, la Regione e la società proprietaria del terreno. A proposito della proprietà del terreno, ad oggi non abbiamo notizie della Serim di Modesto Scagliusi. Ci sembra ferma alla finestra ad osservare la corsa degli altri contendenti. Nel frattempo quello che poteva sembrare il via libera ad un nuovo progetto turistico alberghiero sembra arenarsi nella Costa stessa di Ripagnola.

Progetto, che ricordiamo aveva già avuto le autorizzazioni necessari dalla regione Puglia, la stessa che dopo la pressione mediatica messa in campo dall’associazione “i pastori della Costa” ha svoltato radicalmente, per mano proprio del suo presidente Michele Emiliano.

Dopo una serrata discussione con il Sindaco di Polignano Domenico Vitto, il quale sosteneva di non essere stato considerato dal Presidente sulla decisione del parco Naturale e sull’impossibilità di ascoltare il parare dei cittadini polignanesi, sembra esserci una piccola apertura. Tanto che Emiliano ha dichiarato che “È necessario comprendere che per risolvere il problema di Costa Ripagnola serve la collaborazione di tutti, senza giocare a rimpiattino per stabilire di chi è la colpa”. Una dichiarazione che suona come un invito in vista proprio della prossima conferenza di servizi.

Intanto l’idea della regione Puglia per l’istituzione del parco naturale si allarga anche al mare. Perché parco naturale non è solo costa ma anche mare, per proteggere tutto quelle che consente la vita nei fondali. Non per ultima la recente scoperta di un tratto di costa caratterizzato da una barriera corallina.

In questa nuova conferenza di servizi saranno esposte delle perimetrazioni provvisorie, e quindi mai come in questo momento è indispensabile la presenza del comune di Polignano a mare, è un passo fondamentale per il futuro del paese e per lo sviluppo turistico. Da queste decisioni dipenderanno le scelte sul piano coste e su altri territori da sviluppare.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI