Domenica 15 Dicembre 2019
   
Text Size

Il Tar boccia “Plastic Free”

plastic_pollution_0

Annullato il provvedimento delle Regione Puglia che bandiva la plastica dalle spiagge pugliesi

La voglia di campagna elettorale del presidente Michele Emiliano sta facendo acqua da tutte le parti, ormai è chiaro che tutte le sue manifestazioni sono dirette ad accaparrarsi l’approvazione del popolo, ma ogni volta puntualmente viene smentito da qualcosa.

Ricorderete la bellissima notizia con la quale la Regione Puglia aveva vietato l’uso della plastica sulle spiagge, un atto dovuto disse il presidente, vantandosi della decisione. Ora arriva inesorabile la risposta del TAR Puglia che annulla tutto. Attraverso un’ordinanza è stata sospesa l’ordinanza balneare con la quale si imponeva ai bar e a stabilimenti balneari l’utilizzo dei piatti, bicchieri e posate di plastica.

Il Tar si è espresso dopo il ricorso presentato da alcune associazioni del settore che producono materiale plastico per bar e fornitori di prodotti, secondo cui lo stop alla plastica, con la campagna “plastic free”, non è previsto da nessuna norma di legge.

La direttiva europea 2019/903, pubblicata il 12 giugno, che impone lo stop alla plastica diventa ufficiale a partire dal 3 luglio 2021.

“Al momento – si legge nella nota del Tar - si è in attesa di attuazione della direttiva e pertanto non sembra neppure completamente delineata la stessa definizione di “prodotto di plastica monouso”.

Insomma un atto che la Regione Puglia ha preso in tutta autonomia, senza che nessuna legge della comunità europea potesse delineare le linee guida ne tanto meno una decisione presa durante il consiglio Regionale.

Dunque, tutto annullato e i motivi sono molteplici. Prima di tutto per le aziende produttrici di materiale plastico, le quali non sono ancora pronti per la produzione di materiale biodegradabili, come previsto per legge. Ma anche per bar e stabilimenti balneare che non trovando sufficiente materiale biodegradabile per soddisfare il bisogno della stagione estiva sono stati costretti ad utilizzare tutto il materiale plastico classico.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI