Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

Maltempo, il Comune di Polignano chiede lo stato di calamità

grandine

A seguito del violento nubifragio accompagnato da grandinata di eccezionale intensità abbattutosi sul comune di Polignano a mare lo scorso 10 luglio e che provocò danni ingenti tra cui allagamenti, devastazione delle colture esistenti - in particolare di vigneti - con nocumento a frutti pendenti e “sfogliamento” degli alberi, inoltre la grandinata provocò danni nel centro cittadino e nelle frazioni, sia alle autovetture, con rottura di cristalli e ammaccatura di carrozzerie, sia agli infissi, alle grondaie, alle facciate e alle coperture di immobili pubblici e privati, nonché danni ai quadri elettrici.

La pioggia torrenziale invece invece causò i classici e storici allagamento del sottopasso in direzione Castellana Grotte, alla via Eugenio Montale, nonché la impraticabilità di parte della viabilità comunale.

Per tutto questo il Sindaco Vitto in qualità di locale autorità di protezione civile, ha pensato bene di informare gli organi competenti, evidenziando l’esigenza di avviare le procedure per la dichiarazione dello Stato di Calamità Naturale del territorio di Polignano a Mare.

Per tanto, sia l’assessore ai Lavori Pubblici e Polizia municipale con il supporto del personale dipendente, dovranno verificare lo stato delle strutture pubbliche e private, del verde e delle strade comunali, e la potenziale stima dei danni subiti, relazionando in merito ai possibili e più congrui interventi da effettuare nell’interesse della collettività.

Dopo aver verificato tutto il necessario si potranno inviare le relative stime dei danni alla Presidenza della Regione Puglia, all’Assessorato Regionale alla Protezione civile e all’Ispettorato dell’Agricoltura.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI