Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Ripagnola, Emiliano incontra le associazioni contrarie al progetto

ripagnola emiliano

“La destinazione alberghiera è in contrasto con il piano regolatore”

Si è tenuto un incontro nella sede della Presidenza della Giunta Regionale pugliese, tra il governatore Michele Emiliano e i rappresentanti delle associazioni, dei comitati e dei cittadini che hanno chiesto l’istituzione dell’area protetta della Costa dei trulli - Ripagnola, a Polignano a Mare.

Nel corso del confronto, gli attivisti hanno esposto a Emiliano le ragioni per realizzare l'opera, sottraendola al rischio di eventuali operazioni edilizie che possano compromettere la bellezza unica del paesaggio e le peculiarità naturalistiche presenti. Emiliano ha definito la riunione proficua: I procedimenti e le autorizzazioni alle costruzioni si sono concluse, ma c'è una incongruenza che è stata presentata al presidente Emiliano.

Nel progetto si parlava di una riqualificazione della zona e dei trulli ma in realtà è prevista un area resort destinata all'alberghiero con 7 strutture per 21 posti letto su 15 ettari e per fare questo saranno necessari la costruzione di impianti idrici ed elettrici che ovviamente non è possibile realizzare perché andrebbe a modificare la natura dei terreni.

Si è pensato che la Regione potrebbe acquistare l'area interessata a Polignano e preservarla con l'immediata istituzione dell'area naturale protetta della costa dei trulli.

"Non abbiamo trovato delle irregolarità - spiega il presidente Emiliano - resta il fatto che è possibile che la comunità, salvo che qualcuno non veda altre possibilità, faccia delle proposte diverse da quelle che leggo sui giornali, ovvero di trasformare i depositi agricoli in una sorta di luoghi di soggiorno. Addirittura c'è un cambio di destinazione con dei lavori che io adesso non ho idea di come siano stati progettati. Basterebbe che la sovraintendenza dicesse che i trulli vanno restaurati per come sono e non credo che avremmo più da lamentarci e si potrebbe continuare con l'utilizzo agricolo che sicuramente è più redditizio. Faremo tutte le verifiche – ha concluso il presidente - Quello che è sicuro è che la destinazione alberghiera è in contrasto con il piano regolatore".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI