Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

Le campagne di Polignano piene di rifiuti

rifiuti polignano

Continua l’abbandono senza controllo

Le campagne di Polignano sono sempre più delle discariche a cielo aperto. Sono tante, infatti, le lamentele e le segnalazioni dei cittadini, che come sempre, arrivano ai consiglieri comunali di Forza Italia, che a loro volta utilizzano tutti i canali a loro disposizione per stimolare ad intervenire chi di dovere.

Le contrade di Santa Barbara, ad esempio, sono piene di sacchetti e rifiuti di ogni tipo. “È inaccettabile che le aree rurali vengano utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo. – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – Si tratta di un fenomeno grave, che va contrastato con ogni mezzo. Basta una passeggiata nelle zone di campagna per per osservare che il fenomeno dell'abbandono di rifiuti nelle campagne continua ad essere un'emergenza.

L’Amministrazione dovrebbe intervenire, trovando il modo di stanare i cittadini incivili e di conseguenza multarli. Sicuramente si potrebbero finanziare, con appositi progetti, le forze di controllo del territorio già presenti ma anche nuove risorse per garantire un pattugliamento capillare delle zone agricole contro l'abbandono dei rifiuti”.

Questa è anche la proposta che arriva dai sindaci di “Italia in Comune Puglia”, che hanno chiesto alla Regione interventi urgenti per quello che, a tutti gli effetti, una vera emergenza sociale.

“E’ indispensabile un controllo più capillare di tutto il territorio rurale – commenta Pellegrini – con l’intento di reprimere il fenomeno. Si potrebbe far ricorso alle foto-trappole o ai droni. O seguire l’esempio del comune di Altamura, dove è stata emessa una dura ordinanza comunale che prevede multe salatissime per tutti quelli che abbandonano i propri rifiuti nelle campagne. Unitamente, sarebbe il caso di sensibilizzare tutta la cittadinanza al contrasto di questo fenomeno”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI