Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

Turisti a dorso nudo in giro per il paese

turisti polignano (2)

C’è un regolamento da far rispettare

Ogni anno è sempre la stessa storia, nonostante vi sia un regolamento approvato lo scorso anno sulla convivenza civile e sul decoro urbano. Sono già comparsi a Polignano i primi turisti che circolano in centro in costume da mare, violando il suddetto regolamento. A torso nudo gli uomini, in bikini le donne, anche quest’estate c’è stato un primo assaggio di turisti e visitatori che snobbano le regole previste dal regolamento di convivenza civile e decoro urbano. Nella città di Polignano a Mare è vietato girare per strada con abiti succinti o in costume, ma il divieto viene disatteso in virtù di una mancanza di controlli.

Il fenomeno accade nelle zone di maggior flusso turistico, dove si verificano frequentemente questi comportamenti che vengono avvertiti dalla generalità delle persone come contrari al decoro ed alla decenza tipici del normale convivere civile. E’ una tematica particolarmente sentita dalla popolazione residente, che infatti non perde occasione di documentare con foto, attraverso i social, gli atteggiamenti dei turisti indisciplinati, che non mostrano rispetto nei confronti della città che visitano.

“Sembra un copione già visto – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – in quanto questo fenomeno si ripresenta ogni estate. I primi turisti indisciplinati si sono già visti girare per le strade del centro, in costume o a torso nudo, in barba a quanto stabilito dal regolamento per il decoro urbano e la sicurezza dei cittadini. È un atteggiamento fastidioso e molto sentito dalla popolazione polignanese. Ovviamente non è un bello spettacolo vedere gente in costume girare in lungo e in largo per il paese. Credo sia una questione di educazione, ma anche di rispetto delle regole”.

Il regolamento di convivenza civile e di decoro è stato approvato l’anno scorso e prevede sanzioni proprio per chi va in giro per il paese in costume da bagno. Le sanzioni sono fatte dai vigili, i quali possono multare anche chi bivacca.

“Sembra che questo regolamento non sia messo in pratica – afferma il consigliere comunale Pellegrini – il numero esiguo delle unità dei vigili urbani comporta anche questo. Non è totalmente corretto attribuire la responsabilità dei mancati controlli agli agenti della polizia locale quando non è stato fatto nulla per incrementare il numero delle risorse disponibili. E’ ovvio che bisogna fare di tutto per salvaguardare il decoro urbano e l’immagine della città, - conclude Pellegrini – non si può ripetere lo stesso copione dell’anno scorso. L’amministrazione Vitto deve far di tutto per garantire l’applicazione del regolamento”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI