Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Reddito di Cittadinanza, i primi dati delle domande caricate dall’Inps

calcolo-reddito-di-cittadinanza-2019

Sono stati resi pubblici i primi dati ufficiali per quanto riguarda le domande presentate per il reddito di cittadinanza. La possibilità di presentare domanda è stata ufficializzata il 6 marzo scorso, con la possibilità di recarsi presso i centri CAF, o direttamente agli uffici delle Poste Italiane.

Dunque dopo esattamente un mese, al 7 aprile, sono 806.878 le domande già caricate dall'INPS sulla piattaforma relativamente alle richieste di Reddito di cittadinanza, di cui 433mila sono giunte da donne (54%) e 373mila da uomini (46%).

Con riferimento all'età dei richiedenti, la percentuale maggiore si annida nella fascia d'età tra 45 e 67 anni con poco più del 61% (494.213 domande), seguiti con coloro che hanno un'età compresa tra i 25 e i 40 anni, con 182.100 domande (di poco inferiore al 23%). Il resto è distribuito tra gli ultra 67enni (105.699 domande, leggermente superiore al 13%) e poco più del 3% tra i minori di 25 anni.

La distribuzione regionale vede la Campania e la Sicilia ai primi due posti che raccolgono insieme il 32% delle domande (137.206 la Campania e 128.809 la Sicilia); al terzo il Lazio con 73.861 richieste, al quarto la Puglia con 71.535, al quinto la Lombardia con 71.310; fanalino di coda la Valle D'Aosta, con 1.031 domande.

La distribuzione regionale ovviamente si riflette anche sulle provincie. E’, infatti, in testa Napoli con 78.803 domande, seguita da Roma che ne raccoglie 50.840; all'ultimo posto si colloca Bolzano con 356 domande.

Rispetto al canale scelto per presentare le domande, più del 72% ha scelto di recarsi ai CAF (584.233 cittadini), mentre il restante 28%, pari a 222.645 cittadini, ha scelto Poste Italiane.

La situazione a Polignano a mare è completamente diversa, dopo un avvio in sordina dove si sono registrate tantissime informazioni e poche domande, il trend sembrava essere cambiato. O meglio, le informazioni continuano a essere tantissime, come anche le file nei centri autorizzati ma rimane lo scetticismo nel presentare domanda. Infatti si registrano poco più di 100 domande presentate per lo più verso gli uffici delle poste Italiane. Sembrerebbe come se i cittadini acquisiscono le informazioni dal proprio ufficio caf di fiducia per poi presentare la domanda agli uffici delle poste.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI