Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

LUTTO NAZIONALE: MESSA ORE 19.30

lutto__kabul_2

ORE 12.00 Un minuto di raccoglimento per le vittime italiane di Kabul.

ORE 19.30 Messa alla Chiesa Matrice di Polignano in memoria delle vittime e per le loro famiglie.

Commenti  

 
#4 nicolateofilo 2009-09-24 14:45
Personalmente sono d'accordo con centomani. Ieri al discorso dell'ONU, Obama ha detto a chiare lettere che "la democrazia non si esporta!". Il pensiero di Obama smentisce le politiche belligeranti del passato di Bush, che piano piano si stanno smontando e rivelando sempre più infondate. Io rifletterei seriamente sulle parole di Obama: dimostrano quanto questa guerra sia stata un totale fallimento sul piano politico, culturale e sociale.

La verità è che dietro queste guerre o "missioni" di pace si nascondono interessi per l'Italia e l'Europa non indifferenti (vedi gasdotto): per chi legge Limes e non guarda Porta a Porta questa è la scoperta dell'acqua calda. Purtroppo non tutti sanno, nascondendosi poi dietro la retorica dell'eroismo. Quei poveri ragazzi rischiano la vita per interessi che, probabilmente nemmeno conoscono. Quanto aveva ragione Pasolini a proposito dei poliziotti!!

Ieri sono morti altri due operai a Brescia e Treno (in Italia ne muoiono in media quasi 3 al giorno). Non una parola di cordoglio del presidente Napolitano. Non una parola di indignazione per questa piaga della quale nessun organo di informazione parla più. Mi aspettavo qualche sermone da parte di esponenti del Vaticano...niente! Il silenzio.

Nicola Teofilo
 
 
#3 centomani 2009-09-24 04:45
salve

con tutto il rispetto per i nostri eroi, ma la loro è stata una scelta di vita.
ognuno può liberamente scegliere di lavorare su un impalcatura a 20 mt di altezza, a 30 euro al giorno, oppure imbracciare un fucile in nome della pace a migliaia di km da casa a 6/7 mila euro al mese. io ho scelto la prima e spero di cavarmela sempre.
se cadrò da quell'impalcatura voi non lo saprete mai, ne il Presidenrte Napolitano verserà una lacrima. L'importante che davanti a Dio siamo tutti uguali, non importa se per le istituzioni i militari sono piu uguali di me.

Pace all'anima loro e massimo cordoglio per i familiari.

buonanotte.
 
 
#2 luisi 2009-09-24 01:08
forse perchè l'abitudine fà diventare differenti.....sono gli ennesimi che muoiono in missione di pace. Appena apprendi la notizia pensi subito'' ma si ritirassero'' tanto a Kabul non interessa la nostra missione di pace poi rifletti e ringrazi Dio che ci sono dei volontari per queste missioni,altrimenti se la chiamata fosse obbligatoria....comunque queste diventeranno notizie sempre più frequenti...e quindi l'abitudine a sentirli e di lì sempre più differenza da parte di molti....... VITTORIA
 
 
#1 antonio-43 2009-09-24 00:24
Ma che paese strano è il nostro. In questi ultimi giorni si è chiacchierato molto sulla questione dell'assedio a Kabul contro i nostri eroi. Non ho ascoltato nessuno che si esprimesse sulla questione, non ho trovato nessuno che ha pianto per quelle vittime.............Non vale proprio la pena di esprimersi.......e di rischiare.......
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI